Quando il tuo "bambino interiore" dirotta i tuoi rapporti adulti

Monkey Business Images / Shutterstock
Fonte: Monkey Business Images / Shutterstock

Abbiamo tutti un "bambino interiore", un termine che i terapeuti usano per riferirsi a quella parte della tua identità che è libera, spontanea e creativa e anche completamente impulsiva nel soddisfare i bisogni. Se passi del tempo con un bambino di 2 anni, puoi vedere facilmente il loro bambino interiore – sono pieni di gioia nel momento e ti dicono direttamente cosa vogliono e come si sentono. Certo, a volte trattare con un bambino è come cercare di gestire un terrorista. Possono esprimere i loro sentimenti negativi con irriverenti capricci o avere la tenacia di un pitbull quando perseguono l'oggetto della loro fantasia immediata, indipendentemente dalla protesta degli adulti. Man mano che i bambini si sviluppano negli adulti, il bambino interiore diventa meno ovvio e assume un ruolo secondario per la maturità dell'adolescente e, infine, per gli adulti.

Tuttavia, i bisogni fondamentali del bambino sono ancora presenti. Sigmund Freud ha teorizzato che la mente è composta da "Id", "Ego" e "Superego." L'id rappresenta i nostri istinti e pulsioni di base; il Super-io funziona come una bussola morale sull'id. Man mano che i bambini si sviluppano, l'ego diventa sempre più raffinato nel compito di mediare tra gli impulsi / impulsi dell'Is con la ricerca del Super-io di fare "bene" a lungo termine.

Quando emotivamente sopraffatto, le persone tendono a regredire e tornare alle strategie per l'infanzia per soddisfare i loro bisogni. Quando la mente è sovraccaricata, è naturale cercare una gratificazione immediata. È in quei momenti in cui l'id o il bambino interiore possono devastare le tue relazioni, o persino la tua vita. Le persone che sono cronicamente sovraccariche di stress, transizioni di vita, condizioni mediche o conflitti cronici di relazione possono affidarsi a strategie infantili per soddisfare i loro bisogni. Per quegli adulti che non sono stati adeguatamente educati o fatti sentire sicuri durante l'infanzia, il loro bambino interiore può giocare in modo distruttivo nell'età adulta. Tuttavia, anche senza trauma infantile, ognuno ha un bambino interiore che deve essere tenuto sotto controllo.

Lasciare fuori troppo il tuo bambino interiore significa che stai costantemente assecondando i tuoi bisogni immediati e non riesci mai a vedere che puoi tollerare di non ottenere tutto a modo tuo tutto il tempo. Un "piccolo io" diventa un adulto che dentro si sente debole e terrorizzato ma proietta forza usando la rabbia come munizioni. Come vedi, puoi tollerare l'angoscia e migliorare le tue relazioni senza queste tattiche, non avrai più bisogno di "piccoli" per gestire i tuoi problemi degli adulti. Ciò porta ad aumentare la fiducia e sentimenti positivi di autostima.

Ecco quattro esempi di dinamiche distruttive del "Bambino Interiore" e di come possono devastare la tua vita adulta.

1.) The Tantrum King / Queen: Pensa al bambino che ogni volta che non ottiene quello che vuole piange, urla, piange e, se ciò non bastasse, si getta a terra. Se sei un Re / Regina dei Trematori adulti, hai serie difficoltà ad accettare "no" dal tuo partner o il tuo partner potrebbe sentirsi in grado di camminare sui gusci delle uova in tua presenza. Le persone possono darti quello che vuoi semplicemente perché hanno paura delle tue reazioni emotive. Alcuni che cadono in questa dinamica non si rendono neppure conto di farlo, si sentono veramente turbati e non possono fare a meno di esprimerlo. Se lo fai regolarmente, ogni volta che ti accorgi di non aver bisogno, prenditi 10 minuti prima di rispondere al tuo partner. Fai un passo indietro e ricorda a te stesso che anche se senti qualcosa di molto intensamente, non devi agire su questa sensazione. Fai qualcosa per distrarre momentaneamente – respira, fai una doccia, fai una passeggiata veloce, prova a togliere l'emozione – poi rivisita la tua sensazione originale e vedi se puoi "lasciarlo andare" o comunicarlo con minore intensità.

2.) The Manipulator: È sorprendente come i bravi ragazzini ingannino gli adulti a cedere o dare loro ciò che vogliono – "ma tu hai detto, potrei!" O "Sono stato buono tutto il giorno!" Trovano naturalmente modi per ottenere la simpatia degli adulti in modo che possano ricevere ciò che vogliono. Non c'è nulla di patologico in questa tendenza in quanto è in parte il tentativo dell'ego di bilanciare l'id e il superego. Ovviamente i bambini crescono fuori da questo mentre diventano meglio in grado di sublimare alcuni dei loro bisogni immediati senza dover usare la manipolazione. Nell'età adulta, tuttavia, alcuni cadono vittima di usare ancora la manipolazione come un modo per soddisfare ogni bisogno gratificato o per paura di essere diretti con le persone. Costantemente esigente e contorting le cose per ottenere i propri bisogni soddisfatti si sente pesante per gli altri e può provocare rabbia da parte dei vostri partner. Se cadi in questa dinamica, invece di manipolare il tuo partner per darti quello che vuoi o per fargli fare ciò che vuoi, prova a tollerare di non ottenere ciò che vuoi o di esprimere le tue esigenze senza trucchi. Più fai per te e parli direttamente con i tuoi partner di ciò di cui hai bisogno e perché, meno farai affidamento sulla manipolazione.

3.) The Good Soldier: questa dinamica descrive quando una persona è così intollerante nei confronti di conflitti o sconvolti che continua a mostrare un volto coraggioso / felice anche quando i loro sentimenti interni possono essere più complicati. Pensa al bambino la cui vita familiare è ostile o insicura, ma a scuola il bambino è funzionale e competente – il bambino può apparire carino e insolitamente resistente. Gli adulti che cadono in questa abitudine spesso hanno vite segrete al di fuori delle loro unioni impegnate. Questa è la persona che, apparentemente dal nulla, dice al proprio partner che desidera divorziare / sciogliersi. I partner di buoni soldati sono spesso scioccati e vogliono lavorare sul problema, ma il buon soldato è sparito prima che questo possa concretizzarsi. I buoni soldati hanno paura del conflitto e lavorano tanto per rendere felici gli altri che trascurano i propri sentimenti. Se ti accorgi di farlo, cerca di essere più reale con coloro a cui tieni; testare le acque, ci potrebbe essere più spazio per il vero te nei tuoi rapporti adulti di quanto pensi. Se non lo è, prendi in considerazione l'idea di entrare in terapia di coppia in modo che un professionista esperto possa aiutarti a parlare dei tuoi sentimenti più complicati e aiutare il tuo partner a sentirti.

4.) Il ribelle senza causa: questa dinamica interiore del bambino descrive un adulto che agisce comportamentalmente nei suoi rapporti adulti. Proprio come gli adolescenti a volte ottengono i loro bisogni incontrati di nascosto per non avere a che fare con genitori o figure autoritarie – svignarsela di casa, stare fuori fino a tardi, dire che sono un posto quando sono effettivamente in un altro, praticare la promiscuità, sostanza abuso – l'adulto usa questi stessi mezzi per ottenere una correzione al di fuori della sua relazione impegnata. Quando si sentono annoiati, arrabbiati, frustrati con il loro partner, invece di parlare con loro del loro turbamento, si comportano in modo comportamentale. Una persona coinvolta in questa dinamica può essere coinvolta negli affari o avere la tendenza ad avere una vita segreta di cui il proprio partner non sa nulla. Il ribelle senza causa è simile all'adolescente in quanto non crescono mai e si dicono "no" alle tendenze adolescenziali. Se sei un "ribelle", sappi che continuare così ti brucerà alla fine, fisicamente, emotivamente o finanziariamente. Le abitudini comportamentali distruttive possono essere violate. Inizia ad essere il tuo miglior genitore e dì "no" a cose che ti faranno sentire peggio dopo.

Come mantenere "Little You" sotto controllo

Quando attraversi difficoltà, è naturale regredire momentaneamente e non gestirti con la stessa maturità che avresti normalmente. Siate consapevoli, tuttavia, se vi affidate cronicamente a una (o più) di queste strategie per soddisfare le vostre esigenze con gli altri. Può alleviare il tuo bisogno immediato, ma porterà ad altri problemi a lungo termine nelle tue relazioni. In particolare, operare da bambino nelle relazioni con gli adulti significa non permettere a te stesso di essere vulnerabile.

Sperimentare il dolore di sentire no, lavorare per raggiungere un compromesso o tollerare la difficoltà di un conflitto significa che ti stai permettendo di essere vulnerabile, cioè reale, nella tua relazione. Se sei sempre gratificato immediatamente non c'è frustrazione, e senza alcuna tensione, le relazioni smettono di crescere e ristagnare. Il tuo partner potrebbe smettere di essere il suo vero sé e semplicemente operare a livello robotico con te. Come descrivo in Avere sesso, Volere l'intimità, senza l'esperienza condivisa di vulnerabilità non c'è spazio per l'intimità emotiva.

Invece di giocare o lasciare che il "piccolo tu" domini le tue relazioni adulte, parla direttamente con il tuo partner di come ti senti, quello che hai paura accadrà, quello che speri accada e quello che ti è difficile tollerare o su di te. So che questo sembra difficile per alcuni, ma mantiene le coppie connesse e felici per il lungo termine.

Per ulteriori tweet, le domande sulla tua relazione @DrJillWeber, come me su Facebook o visita drjillweber.com. Dr. Weber è uno psicologo clinico a Washington, DC e autore di avere sesso, volendo intimità – Perché le donne si accontentano di relazioni unilaterali.

Copyright Jill Weber, Ph.D.

Solutions Collecting From Web of "Quando il tuo "bambino interiore" dirotta i tuoi rapporti adulti"