Quando il combattimento si ferma

A and N photography / shutterstock.com
Fonte: fotografia A e N / shutterstock.com

"Aspetta … cosa?" Esclamò Victor "Vuoi tornare in terapia adesso ? Perché non stiamo combattendo? Vuoi dire che vuoi tornare ai "bei vecchi tempi" quando eravamo sempre l'uno nella gola dell'altro? "

"Beh, forse non esattamente quello" rifletté Jen. "Ma quando stavamo litigando, almeno ci stavamo connettendo, però, sì, a volte era violento. Ma non significava almeno che ci importava di com'era stare insieme? Ma ora, dato che tutto ciò che è stato messo a riposo, è come se la follia non fosse sparita, ma si nascondesse come un fantasma in una casa infestata! "

"Ma siamo andati in terapia per smettere di combattere!"

"Beh, sì, siamo entrati in terapia per smettere di connettere i pugni, ma non per interrompere la connessione! Non posso fare a meno di sentire che abbiamo commesso una specie di errore. La quiete non è veramente pacifica. In effetti, è quasi triste, come se qualcosa fosse morto. Sai, ci piaceva stare insieme una volta-ricordi? Quindi, ultimamente, mi sono chiesto se non mi fossi davvero divertito a combattere con te perché mi manchi di sudare con te. "Jen esitò, poi aggiunse," So che mi manchi sudare per te! "

La sanità mentale può essere semplicemente definita come la salute della mente . Questa definizione implica la capacità di trovare modi migliori per superare il conflitto con gli altri, in particolare con le persone a cui siamo vicini, senza ripetere schemi disadattivi. A seconda della storia della coppia, la scomparsa dell'ostilità e dell'aggressività manifesta può segnalare che qualcosa di vitale è stato messo in attesa o addirittura perso.

Allo stesso tempo, un modello ripetitivo di attrito o ostilità può rivelare una dinamica di irrelazione che la coppia utilizza inconsciamente per proteggersi dagli aspetti spaventosi dell'intimità: l'empatia, l'investimento emotivo reciproco e la vulnerabilità che deriva da tali investimenti. Inoltre, allontanarsi da lei o dai suoi sentimenti ostacola la crescita personale e la produttività, e può anche far sì che una coppia si senta intrappolata e, come un cane con le spalle al muro, morda chiunque si avvicini troppo a uno schema noto come aggressione difensiva .

"Quello che è successo? Dove è andata? "Si chiese Jen. "Era solo 'la luna di miele è finita'? Pressioni finanziarie? Abbiamo combattuto e lavorato attraverso queste cose. Poi, per qualche motivo, quando le cose si sono calmate, abbiamo smesso di lavorare in casa. Era come se tutti i nostri sogni fossero cancellati quando i combattimenti cessavano. Ora la nostra casa sembra un cimitero mezzo finito. "

"Sì," rispose Victor, "ma almeno non proviamo più a ucciderci l'un l'altro. Non è un miglioramento? "

Quando Jen e Victor andarono nel counseling delle coppie, impararono alcuni comportamenti che li aiutarono a fare un passo indietro rispetto alle loro argomentazioni sempre più violente. Pensando a quello per cui erano entrati in terapia, si fermarono senza aver identificato il conflitto e il disagio dietro lo stato di disimpegno che avevano inconsciamente costruito nella loro relazione. Questo disimpegno li ha isolati gli uni dagli altri ancor più dei cattivi sentimenti creati dai loro combattimenti. In seguito scoprirono che combattendo stavano agendo come un desiderio condiviso ma in corso di sventare per rimanere in contatto tra loro.

"Be '," disse Jen, "all'inizio sembrava un miglioramento, ma ora che non ci siamo addosso, non ho idea di cosa ci stia succedendo, anche se sembra che le cose siano migliorate. ' Ma non penso che in realtà sia così. "

"Lo so," convenne Victor, "ma ero ancora contento di fare una pausa. Persino i nostri piccoli disaccordi balzavano dai bisticci alle scazzottate prima ancora che sapessi di cosa stavamo parlando. Ammetto che è stato un po 'eccitante per un po'. Ma arrivò a dove, in qualche modo, sapevo che non si trattava di combattere: cosa c'era di così arrabbiato? Voglio dire, chi va da zero a cento al minuto si vedono alla fine della giornata? "

"Bene," rispose Jen, poi si fermò, quasi timido. "Ci eravamo abituati, in camera da letto, intendo. E a volte sul divano quando abbiamo iniziato a fare progetti per la casa, "si fermò e ridacchiò. "E ricordi quella volta in garage?"

"Oh, sì," sorrise Victor. "E poi siamo stati così occupati con i nostri 'progetti di casa' che in breve tempo avremmo smesso di schiantarci allo stesso tempo. E ammetto che, all'inizio, mi piaceva "fare le mie cose" con la casa mentre eri impegnato con quello che stavi facendo, di solito all'estremità opposta della casa. Ma poi ho iniziato a incazzarmi, pensando che mi stavi evitando. Ma in realtà stavo facendo esattamente la stessa cosa. E poi sono iniziati i combattimenti. "

"E poi, quando abbiamo spento i combattimenti, è stato come se avessimo spento anche tutto ciò che era stato così divertente, almeno all'inizio", disse Jen tristemente.

"Sai," disse Victor, "sono contento che tu abbia avuto il coraggio di iniziare una dura conversazione. Tutto ad un tratto, sento quella vecchia scintilla! "

"Oh sì," disse Jen, saltando in piedi. "Anche a me! Andiamo!"

Per ordinare il nostro libro, clicca qui. O per un campione gratuito di e-book, qui.

Iscriviti alla nostra mailing list : http://tinyurl.com/IrrelationshipSignUp.

Visita il nostro sito Web : http://www.irrelationship.com

Seguici su Twitter : @irrelation

Metti Mi piace su Facebook : www.fb.com/theirrelationshipgroup

Leggi il nostro blog Psychology Today : http://www.psychologytoday.com/blog/irrelationship

Aggiungici al tuo feed RSS : http://www.psychologytoday.com/blog/irrelationship/feed

Irrelationship Group, All Rights Reserved
Fonte: Irrelationship Group, tutti i diritti riservati

* The Irrelationship Post del blog ("Il nostro post sul blog") non è destinato a sostituire la consulenza professionale. Non saremo responsabili per eventuali perdite o danni causati dall'affidamento alle informazioni ottenute tramite il nostro post sul blog. Si prega di chiedere il parere di professionisti, se del caso, per quanto riguarda la valutazione di eventuali informazioni specifiche, opinioni, consigli o altro contenuto. Noi non siamo responsabili e non potremo essere ritenuti responsabili per commenti di terze parti sul nostro blog post. Qualsiasi commento degli utenti sul nostro blog post che a nostra sola discrezione limita o inibisce qualsiasi altro utente dall'uso o dal godimento del nostro blog post è vietato e potrebbe essere segnalato a Sussex Publisher / Psychology Today.