Quando gli insegnanti affrontano il dolore in classe

Ho visto un film interessante ieri, Monsieur Lazhar . Questo è un film francese canadese su come una scuola elementare, gli studenti ei loro genitori devono affrontare la morte di un insegnante. L'attenzione si è concentrata sulla reazione dei bambini e sul modo in cui il loro dolore è stato riconosciuto, o forse più vicino alla verità, non realmente riconosciuto .. Ciò è stato aggravato dal fatto che l'insegnante che era morto si era suicidato e l'ha fatto nell'aula dove i bambini erano a rischio di trovare il suo corpo. Naturalmente uno studente è stato il primo a scoprire il corpo ea riferirlo al prncipal. Si tratta di un evento molto insolito, che si spera possa accadere solo nella finzione di un film. Tuttavia, il fatto che ci fosse una morte e il modo in cui il dolore dei bambini era gestito era fin troppo reale. Mi ha colpito il fatto che ciò potesse accadere con qualsiasi tipo di morte e nella maggior parte delle aule. Mentre il film si svolge a Montreal, in Canada, ciò che abbiamo visto nelle reazioni dei genitori e nel modo in cui è stata gestita la morte e il dolore dei bambini potrebbe anche essere accaduto ovunque negli Stati Uniti. La classe il cui insegnante era morto ora aveva un nuovo insegnante, Monsieur Lazhar. Gli fu detto che non poteva parlare della morte. Questo era il lavoro dello psicologo che stava per incontrare la classe e che era l'esperto quando si trattava di affrontare il dolore. Lo psicologo non conosceva la classe. Quando Monsieur Lazhar ha origliato il suo incontro con la classe, l'ha sentita parlare degli usi e dei rituali della Prima nazione (Indigeni Indigeni) riguardo alla morte. Quando il signor Lazhar cerca di provare a dire alla psicologa che i bambini sono molto tristi, non parla di questo con lui, ma improvvisamente gli dice che questa non è una malattia. Sono d'accordo sul fatto che il dolore non è una malattia e quindi non esiste una cura, ma questa non era una risposta sufficiente. Voleva aiuto nel riconoscere la tristezza dei suoi studenti e come aiutarli a far fronte. Questo non era imminente. Monsieur Lazhar condivide con il preside che è preoccupato per i suoi studenti la cui morte da insegnante è ancora un problema molto reale. Uno degli studenti ha scritto dei suoi sentimenti e voleva leggere ciò che ha scritto alla classe. Il preside ha detto che i genitori vietavano che l'argomento venisse discusso con i loro figli, da parte di chiunque tranne che lo psicologo e il tempo dello psicologo erano limitati.

Ho pensato al mio blog e a quale sarebbe stata la reazione dei genitori in lutto che ho raggiunto. Cosa ti aspetti dall'insegnante della classe, dalla scuola quando tuo figlio ritorna a scuola dopo la morte di un genitore o di un fratello? Non posso parlare di quello che succede in altri paesi, ma in questo paese non c'è quasi nulla in una formazione per insegnanti che lo prepari a discutere del dolore con le loro classi. In questo caso i genitori non possono presumere che l'insegnante sappia meglio. Tuttavia, è necessaria l'opinione dell'insegnante di tuo figlio su come gestire le reazioni della classe. Ci sono consulenti del dolore disponibili per molte scuole per un periodo limitato di tempo dopo la morte. Ma è l'insegnante di classe che deve affrontare le domande dei bambini, la loro tristezza e, a volte, un'esplosione imprevista di lacrime da parte di un bambino in lutto. Gli insegnanti devono essere in grado di tollerare il dolore che è spesso nella stanza in questi momenti, hanno bisogno di imparare ad ascoltare e a confortare.

Questo è spesso un periodo molto imbarazzante per i bambini in età scolare. In questi gradi i bambini sono nella stessa classe per gran parte della giornata. I bambini in lutto spesso non sanno come esprimere i loro sentimenti in parole, non sono sempre sicuri di voler essere al centro dell'attenzione nella loro classe anche per un momento. Sono spesso impreparati alla tristezza che potrebbe sopraffarli. D'altra parte vogliono che il loro dolore venga riconosciuto dai loro pari. Questo può fornire loro un po 'di conforto. Eppure, d'altro canto, non vogliono sentirsi diversi dal resto della classe. Funziona bene quando l'insegnante può parlare in anticipo alla classe, quando alla classe si può dire che riconoscere la morte è appropriato, e persino praticare ciò che sarebbe bello da dire, date le circostanze. I bambini possono anche aver bisogno di sapere che un bambino che sta soffrendo non può piangere tutto il tempo. Ci saranno momenti in cui la loro tristezza li travolgerà e potrebbero esserci momenti in cui si divertono a giocare e ridere.

Potrebbe essere necessario testare l'insegnante per vedere se si sente che lui / lui è a suo agio nel parlare di una morte, in particolare quella di un genitore o di un fratello. Questo è in un momento, naturalmente, quando si è in lutto e si ha a che fare con sentimenti che non si sarebbero mai sentiti prima. Non possiamo ignorare il fatto che gli insegnanti hanno spesso esperienze di ciclo di vita simili. Quando condividono questo con il loro studente in lutto, gli studenti hanno riferito che questa informazione rende più facile per loro parlare con un insegnante. Sanno che l'insegnante capirà. C'è qualcosa di speciale nel parlare con qualcuno che ha avuto un'esperienza simile.

La necessità di educare gli insegnanti delle scuole superiori è altrettanto importante. Tuttavia, qui un bambino in lutto si sposta più spesso da una classe all'altra. Devi trovare un insegnante che conosca meglio il tuo bambino e che possa raggiungere la sua rete di amici. Di nuovo, in un momento in cui sei meno capace, devi scoprire come e chi raggiungere nella scuola di tuo figlio. Se tuo figlio o tuo coniuge sono stati malati per un po 'di tempo, la scuola potrebbe essere pronta per le cattive notizie. Soprattutto, potresti chiedere a tuo figlio come vuole che la scuola lo sappia, e quale sarebbe il più utile. Spesso hanno un amico chiave o amici a cui si rivolgono per il supporto; spesso non hanno pensato a cosa sarebbe appropriato e potresti dover ascoltare nel tempo per vedere come questo cambia. Tuttavia, la scuola, attraverso il preside, un consulente di orientamento o un insegnante preferito deve sapere.

Dobbiamo chiederci se abbiamo superato l'età in cui la gente pensava che il modo migliore per aiutare un bambino è proteggerlo dalla morte, non portarlo ai funerali di famiglia, non permettergli di consolare un amico quando questo amico ha un la morte in famiglia. Sono cresciuto in quel tipo di famiglia che pensava di aiutarci e proteggerci. Sono andato al mio primo funerale di famiglia quando avevo 28 anni. La mia vita professionale ha cambiato la mia vita personale. In effetti ora sappiamo che aiutiamo i bambini coinvolgendoli in tutti gli aspetti della vita familiare, tenendo a mente quanti anni hanno e come imparano alla loro specifica età. È anche importante che insegnanti e compagni di classe sappiano che sono i benvenuti al funerale e al servizio religioso, che sono anche i benvenuti a casa. I bambini apprezzano la visita degli amici.

Sappiamo che, più spesso di quanto ci piace riconoscere, i bambini sono spesso esposti a un decesso in famiglia o in una famiglia di amici. Questa informazione non può essere trascurata. È possibile pianificare programmi, su come i bambini reagiscono a una morte, non solo per gli insegnanti ma per le famiglie che mandano i bambini a quella scuola? Può essere molto utile riunire le famiglie per parlare delle proprie reazioni e dei propri figli. L'attenzione può essere concentrata su come le famiglie e i bambini possono aiutarsi a vicenda. Questi incontri possono aiutare le persone a sentirsi a proprio agio quando affrontano un problema che nessuno vuole toccare.

Solutions Collecting From Web of "Quando gli insegnanti affrontano il dolore in classe"