Quali terapie funzionano meglio con adolescenti e bambini?

Usare la scienza del cervello per aiutare i bambini a regolare le proprie emozioni.

Di Genevieve Yang MD PhD e Timothy Rice MD

Monkey Business Images/Shutterstock

Fonte: Monkey Business Images / Shutterstock

La vita può essere dura per i bambini e gli adolescenti. Eventi stressanti come la perdita di una relazione, il trasferimento in una nuova città o l’integrazione in nuovi ambienti scolastici sono impegnativi, sia a livello emotivo che fisico. L’ansia può far aumentare la pressione sanguigna e i livelli di adrenalina in pochi minuti. Come possiamo aiutare adolescenti e bambini a stare calmi? Hobby e Netflix sono fantastici, ma questo può anche essere il momento in cui i più giovani si rivolgono all’alcool e al cibo spazzatura, o tirano fuori lo stress da quelli che li circondano. Nel tempo queste risposte meno utili alle emozioni negative possono trasformarsi in dipendenza, obesità e / o problemi di rabbia che danneggiano le relazioni.

È una battaglia in salita per uscire da questi modelli di comportamento una volta che sono ben stabiliti. Gli adolescenti possono essere particolarmente vergognosi nel cercare un aiuto professionale e le medicine da sole non impediranno di nuovo i forti sentimenti negativi in ​​futuro. Qui è dove la terapia della parola può svolgere un ruolo importante. La migliore autodifesa sta sviluppando la capacità di gestire i sentimenti negativi quando arrivano. Questo è un settore in cui i professionisti della salute mentale ricorrono sempre più alla ricerca neuroscientifica per determinare il miglior approccio terapeutico, specialmente con adolescenti e bambini.

La terapia cognitivo-comportamentale è sempre il miglior trattamento?

La terapia cognitivo comportamentale (CBT) è attualmente il tipo di terapia orale più comunemente raccomandato per il trattamento di molti disturbi. La CBT è stata la prima forma di psicoterapia scientificamente testata utilizzando i criteri più rigorosi: studi randomizzati e trattamento di confronto attivo. È stato sviluppato per gli adulti e ora è usato anche su bambini e adolescenti.

La CBT insegna un metodo di regolazione delle emozioni chiamato rivalutazione cognitiva che allena le persone a reinterpretare le situazioni da una nuova prospettiva che poi cambia le loro emozioni. Ad esempio, Jane sta lottando per smettere di fumare e vede un pacchetto di sigarette al supermercato. La sua risposta immediata potrebbe essere quella di pensare a quanto bene si sentirà di comprare il pacchetto e fumare una sigaretta. Usando la rivalutazione cognitiva, può concentrarsi su quanto sarà imbarazzante respirare il fumatore quando bacia il suo fidanzato. In questo modo la sua risposta emotiva cambia dal desiderio di disgusto, rendendo più facile rimanere senza sigarette.

Ma una taglia non si adatta a tutte le età

Per la sua efficacia, la rivalutazione cognitiva è la strategia più ampiamente studiata per la regolazione delle emozioni. Tuttavia, i bambini e gli adolescenti trovano la tecnica difficile da usare. La ricerca sullo sviluppo del cervello umano offre indizi: il nostro cervello si sviluppa in un ordine particolare: le regioni visive sono essenzialmente di livello adulto di cinque anni e le regioni per la coordinazione occhio-mano maturano al liceo, ma alcune parti del cervello non maturano completamente fino a età 24. La rivalutazione cognitiva si basa proprio su quelle parti che maturano tardi. In altre parole, il cervello dei bambini potrebbe non avere ancora tutto l’hardware del cervello necessario per utilizzare le tecniche di valutazione cognitiva.

Nessuna delle psicoterapie esistenti è stata intenzionalmente progettata per attivare determinate regioni del cervello. Ma gli studi di neuroimaging hanno dimostrato che, mentre la rivalutazione cognitiva utilizza parti del cervello che maturano tardi, esistono altre strategie di regolazione delle emozioni che sembrano utilizzare regioni del cervello che maturano prima. Poiché la tecnica della rivalutazione cognitiva è meno efficace nei bambini, potremmo fare meglio a prendere in considerazione alcune di queste strategie alternative per bambini e adolescenti.

Concentrarsi su If-Then piani e strategie Rote

La CBT dipende da strategie “esplicite” per la regolazione delle emozioni. L’esplicito qui si riferisce allo sforzo cosciente, come lo sforzo necessario per imparare a leggere, sondare ad alta voce ogni parola prima che il processo diventi più automatico o implicito. Le strategie di regolazione delle emozioni esplicite sono come creare nuove coreografie di danza per ogni situazione.

Le strategie implicite, d’altra parte, sono come praticare solo un passo di danza più e più volte e usarlo per ogni situazione. Una strategia implicita denominata “se-allora” sembra funzionare bene con adolescenti e bambini.

Ecco un esempio di una strategia di regolazione implicita delle emozioni “se-allora”: “Se si incontra la situazione x, eseguirò il comportamento y!” John potrebbe temere il sangue, ma potrebbe impegnarsi nel piano: “Se vedo sangue al film horror, poi rimarrò calmo e penso invece ai gattini. “O John potrebbe concentrarsi sul gusto dei suoi popcorn durante le parti cruenti del film. Con abbastanza pratica, questa reazione al sangue può diventare automatica (cioè implicita) per John, permettendogli di tollerare l’andare ai film dell’orrore con gli amici.

Questo approccio funziona meglio per i bambini e gli adolescenti perché fa affidamento su parti del cervello che sviluppano parti precedenti più basse e più centrali della corteccia prefrontale. Queste parti hanno una migliore possibilità di essere “pronte all’uso” nei bambini.

Una nicchia per le tecniche psicoanalitiche

Come trovi un terapeuta in grado di insegnare strategie implicite di regolazione delle emozioni? Gli psicoterapeuti psicoanalitici fanno questo tutto il tempo per bambini e adulti. Una caratteristica importante della psicoterapia psicoanalitica è un’esplorazione dei meccanismi di difesa. I meccanismi di difesa sono le risposte automatiche spesso disadattive che i pazienti hanno appreso in passato senza esserne consapevoli. In altre parole, un meccanismo di difesa è una strategia implicita di regolazione delle emozioni.

Ad esempio, Michael potrebbe essere stato rifiutato da un interesse amoroso femminile nel passato e ora regola la sua ansia per le donne rifiutandosi di parlare con loro. Gli psicoterapeuti psicoanalitici si impegnano con i pazienti sui loro meccanismi di difesa al fine di promuovere strategie di regolazione delle emozioni implicite e produttive più adattive e produttive. Poiché questo lavoro coinvolge in modo intrinseco quelle parti del cervello che maturano prima nello sviluppo, i bambini e gli adolescenti potrebbero trarre beneficio più dalla psicoanalisi che dagli interventi della CBT.

In effetti, la psicoterapia psicoanalitica è spesso più efficace della CBT sia per i bambini che per gli adulti. La ricerca ha dimostrato che mentre entrambi sono ugualmente efficaci a breve termine, gli effetti della psicoterapia psicoanalitica continuano ancora dopo che il trattamento è terminato.

Informazioni sugli autori :

La dottoressa Genevieve Yang ha ricevuto il suo MD da Yale nel 2018 ed è attualmente ricercatrice psichiatrica presso l’ospedale Mount Sinai di New York. Il Dr. Yang ha anche completato un dottorato di ricerca. in Neuroscience a Yale, dove ha studiato neuroscienze computazionali e biomarcatori di neuroimaging a risonanza magnetica funzionale in pazienti con schizofrenia. Al Monte Sinai, progetta di impegnarsi nella rivisitazione cognitiva basata sulla neuroimaging e nella ricerca neurofeedback.

Timothy Rice MD è uno psichiatra adulto e bambino e adolescente in pratica a New York, NY. Attualmente è il co-presidente della Task Force sulla salute mentale degli uomini della Federazione Mondiale delle Società di Biologia Psichiatrica, dove si concentra sulla sicurezza e la riduzione del fattore di rischio con bambini, adolescenti e giovani uomini. È membro dell’Associazione per la psicoanalisi infantile, dell’American Academy of Child and Adolescent Psychiatry e dell’American Psychoanalytic Association, dove è presidente del Child Advocacy Committee. I suoi interessi professionali e di ricerca includono la promozione della salute e del benessere nelle popolazioni giovanili.

Solutions Collecting From Web of "Quali terapie funzionano meglio con adolescenti e bambini?"