Qualche osservazione e lettura extra

Molte persone mi hanno chiesto di recente di raccomandare alcuni lavori sull'invecchiamento, la morte e il morire che potrebbero essere consumati per l'edificazione generale e (per mancanza di una parola migliore) il godimento piuttosto che come parte di un curriculum stabilito sulla gerontologia o sulla psicologia dell'invecchiamento. Molte delle mie raccomandazioni sono state rivolte a lavori accademici più formali e probabilmente non sarebbero interessanti per i lettori di questo blog. Tuttavia, come accade, negli ultimi due mesi ho incontrato un paio di lavori più accessibili a me nuovi e vorrei condividere la mia raccomandazione con loro.

Trovo che una delle aree più difficili da esaminare da un punto di vista accademico siano le relazioni intergenerazionali, in particolare all'interno delle famiglie. Il pericolo è che qualsiasi tentativo di esaminare un'area così complessa richieda necessariamente una semplificazione dei fattori coinvolti, e questo a sua volta deruba l'argomento di gran parte della sua ricchezza. Devi passare alla vita reale per ottenere il quadro completo. Comunque, è più facile a dirsi che a farsi. Non tutti hanno accesso a una famiglia allargata, e ci sono ovvie restrizioni etiche sul piantare telecamere nascoste nelle case famiglia per osservare il futuro. Tuttavia, il film Still Walking (disponibile su DVD e anche Blu ray in alcune parti del mondo) offre una visione meravigliosa delle relazioni familiari di generazione futura. Prima di andare oltre, dovrei dire che il film è in giapponese, quindi se hai una reazione allergica ai sottotitoli, potresti saltare le prossime righe di testo.

Il film è stato pubblicato nel 2008 dall'acclamato regista Hirokazu Kore-eda. La trama è incentrata su una coppia di anziani che vive in Giappone. Molti anni prima, uno dei loro figli fu annegato salvando un ragazzo dallo stesso destino. I membri della famiglia sopravvissuti si incontrano ogni anno a casa della coppia per ricordare e fare una visita alla tomba. Beh, posso sentirti dire, suona una risata al minuto; Prenderò solo i popcorn. La realtà è che la morte è essenzialmente un pretesto per esaminare i membri della famiglia mentre viaggiano verso la casa e poi tranquillamente litigare o sono glacialmente educati, poiché tutti rimangono nel loro comportamento migliore per evitare una fila. Qualunque lettore che abbia visitato i parenti per obbligo piuttosto che per divertimento, riconoscerà molte delle scene, dalla discussione sul viaggio in cui si discuterà se potrebbero andarsene con il ritorno su un treno in ritardo quella notte piuttosto che fermarsi, a (per il bene di mantenere la pace) ingoiando un insulto sbalorditivo consegnato dal capofamiglia al tavolo da pranzo.

Al centro ci sono le coppie più anziane – una dottoressa in pensione (contro la sua volontà) e sua moglie, che sembra inizialmente essere la dolce nonnina, ma ha alcuni pregiudizi piuttosto sfacciati e un'aggressività passiva. Il dottore è uno sciovinista dittatoriale non ricostruito, che è chiaramente deluso dal fatto che nessuno abbia seguito la sua professione ed è palesemente scontento della scelta della moglie e del figlio sopravvissuto. Man mano che il film si sviluppa, i risentimenti lenti e latenti che hanno offuscato le loro vite diventano evidenti. Eppure questo non è un film miseramente intenzionale: ogni personaggio ha i suoi lati negativi e positivi, e persino il dottore ha il suo lato amabile. Non ci sono momenti drammatici davvero sorprendenti nel film, nessuna riga importante che porti a un'improbabile riconciliazione in stile hollywoodiano di tutte le parti coinvolte. Alla fine del film, nessuno è davvero cambiato, come è chiaro dalle conversazioni dei vari personaggi dopo che tutti sono in viaggio verso le rispettive case. Ma l'osservazione dei personaggi è così realistica, così acutamente osservata, che senti di essere stato un voyeur su eventi reali. E avrai acquisito intuizioni su come gli obiettivi e i desideri delle diverse generazioni possono portare sia al disappunto che all'amore.

L'altro oggetto da consigliarti è The Enneagram of Death, di Elizabeth Wagele, che ha il suo blog su questo sito, credo. Nel caso tu non lo sappia, un Enneagramma è un mezzo per classificare la personalità in nove tipi di base. Questo libro esamina come le persone che stanno morendo o vicine a qualcuno che sta morendo possono trovare conforto. Personalmente non sono convinto che l'enneagramma sia il modo migliore per categorizzare la personalità. Tuttavia, non è proprio questo il punto. Lo scopo di questo libro è quello di scoprire il processo di morte per scopi di comfort piuttosto che necessariamente astrazione accademica. Il libro è ricco di idee e numerosi casi di studio e dovresti avere un cuore di selce da non commuovere e ispirato da alcune storie. Caldamente raccomandato

 

Solutions Collecting From Web of "Qualche osservazione e lettura extra"