Qual è la misura di una vita?

David B. Seaburn/Stony Brook 2011
Fonte: David B. Seaburn / Stony Brook 2011

Nei primi anni '70, quando stavo per lasciare il college e frequentare il seminario, mi sono imbattuto nella scrittura di Sam Keen, un professore di filosofia, teologia e, beh, vita. Il suo libro Apology for Wonder (1969) è stato scritto sulla scia del movimento di Dio-morto che ha affascinato la metà degli anni '60, qualcosa che non ha mai raggiunto la città occidentale della Pennsylvania, dove sono cresciuto presbiteriano. Nonostante abbia perso la morte di Dio, ho trovato l'attenzione di Keen sulla meraviglia, sul significato e sulla gratitudine per rinfrescare se Dio fosse la fonte o meno.

Recentemente ho riscoperto le scuse sugli scaffali in cui i libri di quel periodo della mia vita hanno trovato una casa. Ho sfogliato le sue pagine con entusiasmo, perlustrando i passaggi che avevo sottolineato o recitato. Uno di questi passaggi non era solo sottolineato, ma una lunga linea lo incorniciava nel margine, e accanto a quella linea, una linea scura e ondulata per enfatizzare. Era chiaramente "il cartello in testa", quindi l'ho letto:

"Ogni uomo [ diciamo solo che se Keen ha scritto questo oggi, con tutta probabilità leggerà 'uomo e donna' ] brama l'opportunità di prendere la misura della sua vita ed essere in grado di pronunciare il giudizio, 'E' buono .' Ed è solo nella misura in cui siamo in grado di forgiare i diversi momenti di dolore e piacere, vacuità e pienezza, solitudine e amore, e il fallimento e il successo in un insieme pieno di significato che siamo in grado di sfuggire al risentimento e all'amarezza che formano le radici di … nevrosi e disperazione … l'indice più significativo che abbiamo della statura di un uomo è la quantità di dolore e tragedia che è stato in grado di sopportare e continua a rallegrarsi nel dono della vita. "(p 208)

Sono sorpreso che all'età di ventidue anni, stavo pensando a prendere la misura della mia vita, qualcosa che avrei potuto fare in cinque minuti con un righello di dodici pollici. Ora che sono in un'età in cui misurare la propria vita ha senso, sono colpito di nuovo dagli ingredienti nello stufato di Keen: Significato, Grazia, Integrità.

Ognuno costituisce un significato in un modo diverso a seconda delle circostanze. Per me, il significato è arrivato attraverso la famiglia in cui sono cresciuto, una moglie di quarantatré anni, due figlie e un genero, due nipoti; attraverso il lavoro impegnato a migliorare il benessere delle altre persone; e attraverso la scrittura. Dovrei aggiungere che tutti gli elementi che definiscono il significato della mia vita hanno incluso ampie quantità di piacere e dolore. Come puoi amare e non sentire entrambi?

Ci sono molti modi di pensare alla grazia. Come clero protestante in pensione, sono immerso nella teologia della grazia cristiana, ma quando penso alla mia vita, sono attratto da definizioni più comuni, come la semplice gratitudine o la gratitudine per un regalo. Quando presta molta attenzione alla mia vita, a questo dono sconcertante, mi rendo conto che è difficile essere grati senza allo stesso tempo sentirsi umili, poiché la maggior parte di ciò che viene dato non è né previsto né meritato. Spero solo che i miei "occhi siano stati aperti" e "Ho riconosciuto" questo dono e sentito questa umiltà più spesso.

Quando si tratta di integrità, inciampo, perché se per intero si intende senza soluzione di continuità o completa, allora non mi sento affatto completo. Invece mi sento spezzato e persino rotto in innumerevoli modi. Ma se per intero si intende una specie di tenere insieme nonostante tutto, un matrimonio jerry-truccato di significato e grazia, allora io sono … quasi lì.

David B. Seaburn è uno scrittore. Il suo ultimo romanzo, More More Time , è disponibile su http://www.amazon.com/More-Time-David-B-Seaburn/dp/0991562232

Seaburn è anche un terapeuta e un terapeuta in matrimonio e famiglia in pensione.

Solutions Collecting From Web of "Qual è la misura di una vita?"