Puntuale

Prima alcune domande: che cos'è il tempo? In senso fisico? In termini psicologici? Che cosa fa il tempo? Come funziona? Può essere trasceso? Il tempo in molti modi è come lo spazio. In fisica, tempo e spazio sono intrecciati insieme, come una stoffa su cui giace tutta la materia. Ai limiti, vicino alla velocità della luce, il movimento nel tempo è aggiogato al movimento nello spazio. Con l'aumentare della velocità spaziale, la velocità temporale rallenta. La recente fisica quantistica, nell'area dei fenomeni non locali, suggerisce che sia il tempo che lo spazio non sono come appaiono sulla nostra scala di esistenza. Sembra che le particelle, separate nello spazio e nel tempo, interagiscano simultaneamente. In effetti, in uno dei più strani effetti sperimentali, il futuro potrebbe influenzare il passato in modo causale (le implicazioni di quello ti faranno girare la testa). Le particelle distanti sono in qualche modo collegate, in qualche modo non lontane. È come se lo spazio e il tempo tra di essi non esistessero realmente, né la distinzione proposta. Piuttosto, questi fisici (cfr Yakir Aharonov, Jeff Tollakson e Menas Kafatos) suggeriscono che forse esiste una singolarità o unità alla materia, sia nel tempo che nello spazio. Molte tradizioni spirituali, filosofie, canzoni e così via hanno suggerito idee simili: "Siamo uno, angosciati per il dolore … .l'amore è un campo di battaglia" – Pat Benatar.

Al di là dei buffi riferimenti rocker degli anni '80, tali nozioni sono al centro delle pratiche spirituali, attraverso le varie tradizioni del mondo, persino il cristianesimo mainstream che propone che Dio esista fuori dai limiti del tempo. Questo è il motivo per cui i miei amici cristiani sono già stati perdonati per i peccati non ancora commessi. Mi piace questa convinzione di un dio fuori dal tempo. In effetti, la pratica di uscire dai limiti dello spazio e del tempo, di aprire la coscienza per afferrare l'infinito, di permettere all'infinito e al singolare di piegarsi in un'onda infinitamente crescente e decrescente, oltre la nozione di quantità stessa – abbracciando l'unità di l'infinito … Penso che sia qui che la meditazione può condurre (non medito me stesso, quindi non posso dirlo con certezza).

Allora, qual è il tempo? A livello psicologico, anche il tempo è abbastanza malleabile. Quando la vita accelera, il tempo rallenta, come nei momenti di grande minaccia – traumi che richiedono un'arena più lenta per la volontà di agire. Se stai per essere investito da un'auto, il tempo dovrebbe rallentare per te, permettendoti forse di saltare o di anatra (se c'è tempo, naturalmente). Chiunque soffra di disturbo di panico ti dirà che i loro attacchi di panico lunghi 10-15 minuti si sentono davvero eterni. Ovviamente le cose non sono così semplici. Il tempo procede lentamente quando manca anche il significato. Ripensa al vecchio orologio sul muro della tua ultima lezione della settimana torna alle superiori.

Come la maggior parte delle cose di cui discutiamo in questo blog, il tempo è vissuto in modo frattale, così come lo spazio. Le ricerche in termini di tempo e spazio (basati sulla memoria) tendono a essere eseguite in schemi frattali (come in un ramo). Ad esempio: se ti chiedessi di cercare nella memoria momenti felici della tua vita, potresti rispondere sulla base di un anno (ah sì! Per essere 18 di nuovo …), un mese per mese (ottobre era un mese fantastico per me lo scorso anno), settimana per settimana (la scorsa settimana è stata una buona qui), giorno per giorno, ora per ora e così via (questo minuto non è buono come uno aveva 10 minuti fa). Gli psicoterapeuti contano su questo nel loro lavoro ogni giorno, poiché la terapia si svolge nel tempo relazionale: scambio per scambio, il quarto d'ora, sessione per sessione e attraverso le fasi del trattamento.

Non so che ore sono, al di là di un misterioso scenario auto-simile sul quale conduciamo le nostre vite. È intricato nella scala dell'osservazione – dal livello quantistico al tempo fenomenologico delle rivoluzioni culturali. So anche, a livello profondamente pratico, che ogni momento nel tempo porta il potenziale per una grande integrità nelle nostre vite. Se riusciamo a prendere coscienza dei momenti che fluiscono, concentrando la nostra intenzione su quella consapevolezza, possiamo connetterci a un filo oltre il tempo: un filo di significato che collega i momenti insieme, i momenti separati in un modo simile a un ramo attraverso il tempo frattale. Questo thread può essere rafforzato, come una corda che mantiene un'ancora di sicurezza all'interno di un mondo complesso. Sono io, proprio ora, e anche il triste bambino di 5 anni che ha dovuto rimettere la rana nello stagno in un campeggio per famiglie, e l'adolescente in un buon concerto, e il giovane che fa il mio primo ufficiale sessione di terapia da solo, e sono io il giorno del mio matrimonio, con l'anello sul mio dito di mezza età uguale a quello che viene posto sulla mia mano. In tutto il tempo frattale, siamo più veri noi stessi. Forse questo è ciò che sperimentiamo sulla nostra strada verso la morte? La tessitura delle nostre trapunte personali di momenti nel tempo, grandi e piccoli, tutti legati insieme. Forse il tempo rallenta verso la morte, avvicinandosi a un asintoto, sfogandosi dalla nostra attuale esperienza del tempo e arrivando fino all'eternità dei quanti, un aldilà quantico? Forse è questa singolarità che i fisici afferrano quando guardano i bordi della scala – di enormi e minuscoli. Forse stanno intravvedendo nei loro esperimenti ciò che i saggi sciamani hanno sempre saputo attraverso un mezzo diverso? Un'unicità ai limiti dell'esistenza, oltre il velo dell'infinita pila di zecche e tacchi che usiamo per strutturare la nostra esistenza.

Solutions Collecting From Web of "Puntuale"