PTSD è una compromissione cronica del senso corporeo: perché abbiamo bisogno di approcci incarnati per trattare il trauma

Il trauma è la condizione di essere sopraffatto da eventi minacciosi e caotici sui quali non si ha il controllo. Un trauma esterno al corpo (un'infezione, un assalto, stress da lavoro in corso, esposizione a una tossina ambientale, guerra, ecc.) Crea una reazione nel corpo (comportamenti come lotta, fuga o congelamento, alterazioni della funzione intestinale, cortisolo e altri ormoni che alterano il metabolismo, la risposta del sistema immunitario, ecc.). Il corpo continuerà a reagire in questi modi – una risposta di sopravvivenza primitiva ed essenziale – finché avverte la minaccia.

Ecco il problema: potremmo non essere consapevoli che le risposte del nostro corpo alla minaccia rimangono attivate anche dopo che la minaccia è svanita. Questo perché la minaccia attira la nostra attenzione verso di essa e lontano dal corpo. In una situazione di sopravvivenza, potreste non notare il dolore e l'affaticamento da sforzi, ferite, ecc. Fino a raggiungere la relativa sicurezza.

L'amigdala e le relative reti neurali di percezione della paura creano uno stato di vigilanza che va ben oltre gli eventi traumatici reali. Per un lungo periodo di tempo la minaccia, oltre a provenire da fonti esterne, potrebbe anche iniziare a venire dall'interno del corpo, presentandosi come dolore e malattia cronici. Le persone con dolore muscoloscheletrico cronico, fibromialgia, emicrania, asma e malattie cardiovascolari, ad esempio, hanno più probabilità di avere una storia di traumi psicosociali o tissutali rispetto alle persone senza questi disturbi. Sono, in senso reale, vivono in un corpo che li minaccia.

Se questo peggioramento dello stato corporale sottostante non viene trattato, può portare a disturbo post traumatico da stress (PTSD), una condizione che è caratterizzata nel DSM-IV come avere un eccitamento persistentemente alto, flashback di parti dell'evento traumatico, perdita di memoria per altri parti di quell'evento, mancanza di capacità di concentrazione e compromissione del funzionamento sociale. Si noti, tuttavia, che questi criteri diagnostici sono principalmente psicologici. Nulla è menzionato sul corpo: il dolore cronico, la tensione muscolare, i limiti di movimento, esplosioni di energia seguite da svogliatezza, per non parlare delle conseguenti malattie delle vie cellulari nei sistemi neuromuscolari, digestivi, cardiovascolari, ormonali e immunitari.

Tutte le forme di psicoterapia per trauma, in qualche modo, coinvolgono ri-sperimentare i ricordi traumatici nel contesto di un ambiente terapeutico sicuro e di supporto. Quando iniziamo a sentire, nel nostro senso del corpo, la paura correlata al trauma, possiamo gestirlo meglio.

I clienti di psicoterapia imparano ad acquisire un senso di controllo sull'eccitazione negativa e le sensazioni di essere sopraffatti da quei ricordi che utilizzano varie strategie psicologiche tra cui condivisione emotiva, ristrutturazione cognitiva e lezioni di rabbia e gestione dello stress. Negli esperimenti in cui agli individui è permesso di prendere coscienza di uno stimolo spaventoso (ai soggetti viene dato il tempo di considerare come potrebbero rispondere), la corteccia prefrontale ventromediale (VMPFC, senso corporeo ) si attiva mentre l'attività dell'amigdala (senso di paura immediata) è diminuito. Questo suggerisce che la psicoterapia ha effetti sul cervello e sul corpo.

Se la psicoterapia colpisce il corpo, è probabile che anche l'esplicita integrazione dell'addestramento del senso corporeo nel trattamento sia efficace. Molti psicoterapeuti hanno iniziato a fare proprio questo. Tra i metodi impiegati ci sono le tecniche di rilassamento e la meditazione consapevole, entrambe le quali accedono al sistema nervoso parasimpatico come antidoto all'eccitazione simpatica continuamente alta che lascia il corpo esaurito delle sue risorse metaboliche. La psicoterapia sensomotoria, la psicoterapia somatica e l'esperienza somatica prendono ulteriormente questi approcci incorporando direttamente la consapevolezza delle sensazioni corporee – tra cui la respirazione, la tensione muscolare, la postura e gli schemi di movimento abituali – così rieducando il senso del corpo .

Alcuni sopravvissuti al trauma, tuttavia, potrebbero non rispondere agli approcci tradizionali o somatici alla psicoterapia. Possono aver bisogno di un approccio più incentrato sul corpo al trattamento. Molti dei clienti che ho visto nella pratica del mio metodo Rosen Method Body (RMB) hanno una lunga storia di tentativi infruttuosi di trattare il loro trauma con la psicoterapia o la medicina. Questo è probabilmente vero perché RMB ha un tipo di tocco davvero unico. Il tocco di RMB è di supporto, non manipolativo, non impegnativo e "in ascolto", progettato per aiutare le persone a sentire la tensione muscolare e il relativo dolore fisico ed emotivo.

Il discorso del terapeuta in RMB è anche non valutativo e ha la stessa funzione, per migliorare la consapevolezza del senso del corpo , per rimanere nel momento presente con sentimenti e sensazioni legate al trauma e alla sua memoria, e per distinguere l'autocoscienza concettuale con le sue aspettative e giudizi distinti dalla percezione diretta del sé del sé. I praticanti di RMB fanno poco più con il pensiero concettuale che per sottolineare che una persona sta pensando piuttosto che sentirsi. Il nostro obiettivo è quello di aumentare ed educare il senso del corpo. Le persone che vogliono fare più elaborazione della loro autocoscienza concettuale si riferiscono agli psicoterapeuti.

Come ci si sente a essere toccati da un professionista RMB? Come in ogni relazione, dipende dalle due persone coinvolte. Se il cliente si sente al sicuro con il tocco del professionista, può sembrare il seguente. Immagina di aver avuto un brutto giorno o settimana con un sacco di stress composto da lavoro o famiglia o entrambi. Fai del tuo meglio per tenerti insieme fino al fine settimana, e lo sforzo per contenerlo aggiunge e amplifica lo stress. Finalmente hai un po 'di tempo da solo con una persona amata che vede il tuo dolore, non fa domande, ma si allunga e ti tiene tra le loro braccia. Ora i tuoi sentimenti possono venire attraverso, le tue lacrime sorgono sia dal dolore e dal dolore che stai sopprimendo, sia dal sollievo di avere qualcuno solo con te. Se sei il tipo di persona che ha bisogno del supporto del contatto fisico per farti sentire, puoi rispondere meglio ad un approccio terapeutico come RMB.

Una volta ho lavorato con un uomo che soffriva di dolori cronici alla nuca e alle spalle da un colpo di frusta in un incidente automobilistico 20 anni prima. Aveva provato massaggi, meditazioni, antidolorifici, terapia fisica e scansioni infinite e diagnosi mediche negative. Era assediato dal dolore e afflitto dalla domanda infinita del perché il suo dolore sarebbe durato così a lungo dopo che il suo corpo era apparentemente guarito. Entro 15 minuti dopo che ho iniziato a toccare quelle aree colpite, i suoi muscoli si rilassarono e il suo respiro divenne più facile, tutti gli indici di una risposta parasimpatica. Era quasi come se il suo corpo fosse affamato di quel tipo di tocco. Era sbalordito da questo poiché non aveva avuto alcun sollievo dall'incidente. Non appena cominciò a parlarne, tuttavia, i suoi muscoli si tesero di nuovo. Lo guidai di nuovo a sentire la mia mano sulla sua spalla e il rilassamento tornò, solo per svanire di nuovo.

Attraverso le sedute si è ripetuto questo schema di spostamento tra sentimento e pensiero. Mentre diventava più consapevole di questo cambiamento, poteva rimanere nel suo senso del corpo per periodi più lunghi, e persino sperimentare il suo senso del corpo per un breve periodo al di fuori delle nostre sessioni. Mentre sentivo crescere la fiducia in me e le sempre più lunghe isole del rilassamento che a lui sembravano più reali, iniziammo a esplorare i ricordi traumatici. Questo, come in psicoterapia, è fatto lentamente e con un focus sul ri-vivere le esperienze sensoriali ed emotive (non la storia concettuale del trauma). La differenza qui è che il tocco del praticante può aiutare sia il paziente che il professionista a essere consapevole di quando il corpo si irrigidisce con la minaccia ricordata o si rilassa con la consapevolezza sensoriale del nuovo ritrovato.

Alla fine (dopo diversi mesi di trattamento) abbiamo scoperto un momento cruciale in cui, rivivendo l'esperienza delle auto in moto irregolare su strade scivolose, sentiva che avrebbe potuto fare qualcosa di diverso; poteva forse aver evitato di essere colpito, e quando lo colpiva frantumava le sue idee sulla regolarità dell'universo e il suo senso di essere il padrone del proprio destino. Tutto il dolore, tutta l'impotenza, tutto il terrore, tutta la tensione del corpo e l'alto eccitamento, tutte le g-forze ad alta velocità della situazione dell'incidente erano ora disponibili per lui. C'erano ancora molti mesi di trattamento necessari per lavorare attraverso questi sentimenti e ricostruire un senso corporeo più funzionale e autoregolante che gli permettesse di seguire i suoi sentimenti e sensazioni quotidiane nel momento presente.

In un campione statunitense di 34 coppie sposate di età compresa tra 20 e 39 anni, metà delle coppie è stata addestrata a concedersi 15 minuti al giorno di ascolto del Metodo Rosen. Rispetto a un gruppo di controllo dell'intervento comportamentale, il gruppo di contatto Rosen ha aumentato l'ossitocina e ha ridotto gli ormoni dello stress sia nei maschi che nelle femmine e ha ridotto anche la pressione sanguigna nei maschi. Su un campione di 53 clienti RMB svedesi, 48 hanno descritto miglioramento della salute fisica, consapevolezza del corpo, riduzione dei sentimenti depressi, ansia e stress, supporto per la crescita personale e capacità di autoiniziare i cambiamenti di vita a seguito di RMB. Ulteriori informazioni e report di case study sono disponibili sul sito web del Journal International del Rosen Method. Puoi trovare professionisti e centri di formazione RMB in un numero crescente di sedi negli Stati Uniti e in altri paesi. Contatta i centri di addestramento in paesi al di fuori degli Stati Uniti per un elenco di professionisti.

Non è facile, questo tuffarsi nelle pozze scure del senso del corpo . La gente piange, si affloscia, protesta o si muove come se rivivesse l'evento, ciò che chiamo ricordi partecipativi. Voglio essere chiaro: questi comportamenti emotivi non sono un rilascio di quei sentimenti. Tali sentimenti potrebbero non andare mai via per un sopravvissuto al trauma. Sono bloccati nelle strutture cellulari neuromotorie che sono cresciute in risposta all'evento. Piuttosto, questo processo terapeutico implica il riconoscimento della presenza di quei sentimenti nel corpo, una consapevolezza del senso del corpo che è ora più tollerabile e quindi in grado di essere portata nel regno di un sé riorganizzante che può riacquistare un senso di scopo e controllo.

Questo può solo accadere, tuttavia, perché accanto al dolore c'è il sollievo di sapere che non si è più soli nell'incubo, accanto alla disperazione c'è la nuova possibilità di speranza, accanto all'impotenza c'è un barlume di un sé più completo. Non possiamo davvero sentire e nominare l'inferno vivente di 20 anni di sofferenza finché non sentiremo la possibilità di un modo di essere più sicuro, più amorevole e più accettabile che deriva dalla consapevolezza della sicurezza e del supporto nell'incontro terapeutico. Questo è il caso di qualsiasi tipo di trattamento traumatico di successo. Arrivare al punto di poter semplicemente sentire l'esperienza direttamente nel senso corporeo , senza mediare il pensiero, è tutto ciò che è necessario per attivare le naturali funzioni di rilassamento e restauro del corpo.

Molto probabilmente non potremo mai lasciar andare quei momenti di paura. Tuttavia, possiamo lasciare andare le aspettative e i giudizi che abbiamo su noi stessi, sostituendoli con un onore alla nostra storia unica e l'accettazione di chi siamo e di come siamo diventati. Sospetto che per quelli più feriti dalla vita, il recupero del loro senso del corpo sia la via più sicura per il rinnovamento del sé.

Solutions Collecting From Web of "PTSD è una compromissione cronica del senso corporeo: perché abbiamo bisogno di approcci incarnati per trattare il trauma"