PTSD post-partum contro depressione post partum

Secondo Postpartum Support International (PSI) *, fino al 6% delle donne che partoriscono in seguito soffrono di disturbo post traumatico da stress (PTSD).

PTSD postpartum è molto diverso dalla depressione postpartum. Il primo si verifica in seguito a trauma (o trauma percepito) durante il parto, mentre il secondo avviene a causa di cambiamenti ormonali nel corpo di una donna come risultato naturale del parto. Tuttavia, queste due condizioni sono collegate tra loro in alcuni casi e possono certamente esacerbarsi a vicenda. È importante distinguere tra i due in modo da poter cercare i mezzi di trattamento più efficaci.

PTSD post-partum si verifica più spesso quando le madri danno una nascita prematura ai bambini che iniziano la loro vita in condizioni critiche. Secondo un nuovo studio della Stanford University School of Medicine **, "… oltre la metà dei genitori i cui bambini erano in terapia intensiva neonatale per un lungo periodo di tempo o avevano un disturbo post traumatico da stress (PTSD), o erano ad alto rischio di sviluppo esso “.

Insieme ai bambini prematuri che devono sopportare la terapia intensiva neonatale, PSI * elenca anche i seguenti tipi di trauma parto che potrebbero potenzialmente portare a PTSD:

  • Cavo prolasso
  • C-section non pianificato
  • Uso dell'aspiratore o della pinza per aspirare il bambino

Sentimenti di impotenza, scarsa comunicazione e / o mancanza di supporto e rassicurazione durante il parto possono anche contribuire al PTSD postpartum.

Nel 1993 il Journal of Obstetric, Gynecologic e Infermieristica neonatale stampò i risultati di uno studio condotto per concludere come madri di neonati prematuri erano affetti da PTSD. *** Su trenta madri che avevano dato alla luce neonati prematuri a rischio, sedici di questi hanno mostrato sintomi di PTSD e ben 24 hanno riportato caratteristiche di "ri-sperimentazione" e "elusione". Queste reazioni stavano ancora accadendo sei mesi dopo la data di nascita prevista.

Il trucco è quello di distinguere i sintomi di PTSD da quelli della depressione postpartum e il regolare recupero sano dal parto. I sintomi di PTSD sono generalmente raggruppati in tre categorie: ri-esperienza, evitamento e aumento dell'eccitazione.
Ecco alcuni dei segnali a cui prestare attenzione:

  • Rivisitazione intrusiva di un evento traumatico passato (che in questo caso potrebbe essere stato il parto stesso)
  • Flashback o incubi sull'esperienza del parto
  • Prevenzione degli stimoli che ricordano alla madre l'esperienza del parto – inclusi pensieri, sentimenti, persone, luoghi e dettagli dell'evento
  • Eccitazione persistente aumentata (irritabilità, difficoltà a dormire, ipervigilanza, risposta allarmata esagerata)
  • Ansia e attacchi di panico
  • Sentire un senso di irrealtà e distacco

La buona notizia è che il PTSD post-partum è curabile e temporaneo. La chiave è ottenere un aiuto professionale competente il più presto possibile. È importante trattare PTSD prima che inizi a manifestarsi come qualcosa di più difficile da trattare, come un disturbo alimentare, una dipendenza, un comportamento compulsivo, un disturbo di panico cronico o tendenze suicide. In caso di dubbi, contattare immediatamente il proprio medico per un consiglio.

Maggiori informazioni:
Solaceformothers.org fa un buon lavoro di differenziazione tra depressione del postpartum biologico "normale" e PTSD correlato alla nascita, e fornisce informazioni più dettagliate, una ripartizione dei sintomi di PTSD e una linea di assistenza per coloro che ne hanno bisogno: http: //www.solaceformothers. org / PTSD_info.html

…………………………………………………………….

FONTI:
* PSI
** KSMU
*** Biblioteca online di Wiley

© Susanne Babbel Ph.D. MFT

Solutions Collecting From Web of "PTSD post-partum contro depressione post partum"