Psychologist Group solleva preoccupazioni circa la decisione sull'etica dell'APA

La scorsa settimana ha suscitato crescente attenzione, preoccupazione e indignazione per una recente decisione dell'Ethics Office dell'American Psychological Association. L'APA ha deciso di chiudere una denuncia di etica di sette anni contro lo psicologo militare di Guantanamo John Leso senza accuse formali, nonostante il suo documentato coinvolgimento in brutali detenzioni e operazioni di interrogatorio lì. The Guardian's Spencer Ackerman è stato il primo reporter a coprire questo sviluppo e ho offerto la mia prospettiva qui.

Ieri gli psicologi per la responsabilità sociale (sono membro dell'organizzazione) hanno inviato la lettera qui sotto a Stephen Behnke e Lindsay Childress-Beatty dell'ufficio di Etica dell'APA, chiedendo una maggiore trasparenza per quanto riguarda le questioni sostanziali e procedurali relative alla decisione Leso (una versione PDF della lettera è disponibile anche qui).

********

29 gennaio 2014

Carissimi dottori. Behnke e Childress-Beatty:

Come rappresentanti di Psicologi per la Responsabilità Sociale (PsySR), scriviamo per esprimere la nostra profonda preoccupazione e sgomento per la recente decisione dell'Ufficio di Etica dell'American Psychological Association di respingere la denuncia contro il dott. John Leso, ex psicologo militare di Guantanamo Bay Base navale. Secondo la sua lettera del 31 dicembre 2013 al denunciante Dr. Trudy Bond (un membro di PsySR), il tuo ufficio non contesta che il dott. Leso sia stato determinante nell'elaborazione e nell'amministrazione del protocollo "enhanced interrogation" di Guantanamo nel 2002. Documenti governativi declassificati e relazioni indipendenti hanno rivelato che questo protocollo includeva, ma non era limitato a settimane o mesi di isolamento; privazione del sonno; umiliazione sessuale; esposizione a freddo estremo; rimozione prolungata di lenzuola, coperte, panni e articoli religiosi; Interrogatori di 20 ore e posizioni stressanti dolorose.

L'ufficio di etica ha impiegato quasi sette anni per esaminare uno degli esempi più eclatanti di comportamento non etico nella storia della psicologia americana. A causa di circostanze insolite (fughe e rilascio da parte del Congresso di documenti classificati) sono disponibili ulteriori informazioni sulla partecipazione del Dr. Leso alla tortura e agli abusi sanzionati dal governo di quanto non avvenga per qualsiasi altro membro dell'APA. Il dottor Leso ha co-scritto il piano e viene documentato come partecipante direttamente all'interrogatorio di Mohammed al-Qahtani. Questo interrogatorio è stato descritto come conforme alla definizione legale di "tortura" da parte di Susan Crawford, la presidentessa dell'amministrazione Bush delle commissioni militari di Guantanamo.

Alla fine, il vostro ufficio ha apparentemente deciso che i mesi di coinvolgimento del dottor Leso con il programma di tortura sono stati interamente mitigati perché non si è offerto volontario per guidare il Behavioural Consultation Team (BSCT) che ha formulato il protocollo; era uno psicologo della prima infanzia; e secondo come riferito ha espresso disagio con l'incarico e una preferenza per i metodi di "costruzione dei rapporti". Nel raggiungere la sua decisione, l'Ufficio etico ha creato un precedente sorprendente e inquietante. Il tuo ufficio ha ora fornito un altro livello di protezione agli psicologi che partecipano all'isolamento debilitante dei prigionieri, agli abusi psicologici ancora permessi dall'appendice M del manuale sul campo dell'esercito, alla brutale alimentazione forzata degli scioperanti della fame di Guantanamo o ad altre violazioni etiche. Inoltre, questa logica suggerisce che gli psicologi che praticano frodi assicurative o rapporti sessuali con i loro pazienti possono eludere la censura se sono relativamente inesperti e manifestano disagio in anticipo o in concomitanza con le loro azioni.

Per anni l'APA ha insistito sul fatto che avrebbe sanzionato qualsiasi membro per il quale esistessero prove credibili di partecipazione alla tortura o trattamenti crudeli, inumani o degradanti, ma nessuno psicologo è mai stato ritenuto responsabile per il coinvolgimento nel programma di tortura post 11 settembre del nostro governo. Esiste chiaramente la prova che il dott. Leso e altri psicologi non hanno assolutamente assicurato che le operazioni di detenzione e interrogatorio a Guantanamo e altrove fossero mantenute "sicure, legali, etiche ed efficaci". Chiudendo questo caso nel modo che hai scelto, è è ragionevole che i membri e il pubblico più ampio ritengano che l'APA non sanzionerà mai nessuno psicologo che partecipi agli abusi sanciti dal governo. Nessuna dichiarazione dell'ufficio PR dell'APA cambierà questa percezione.

A questo punto, il tuo ufficio deve rendersi conto che la decisione Leso viene ampiamente discussa dai media ed è diventata una questione di profonda preoccupazione per molti membri della professione. Riteniamo pertanto importante per l'ufficio etico fornire maggiore chiarezza su due aspetti chiave: in primo luogo, in sostanza, in che modo questa decisione storica si allinea con i principi e gli standard specifici del codice etico dell'APA e con i divieti professionali di lunga data contro il coinvolgimento nella tortura e negli abusi? Secondo, proceduralmente, come è stata raggiunta la decisione di chiudere il caso? Mentre dichiari che il reclamo è stato "attentamente esaminato da più revisori", non è chiaro chi fossero questi revisori. Questa decisione riflette un voto ufficiale dell'intero comitato etico, o piuttosto un'azione intrapresa dal direttore dell'ufficio di etica o da un altro gruppo di revisori, senza la partecipazione dell'intero comitato? La riservatezza su queste questioni non ha, a nostro avviso, alcun fine costruttivo e solleva invece confusione e incertezza circa le priorità e le procedure dell'Ufficio di Etica. Chiediamo quindi che queste informazioni siano rese pubbliche al fine di iniziare a ricostruire l'autorità morale della professione.

Attendiamo con impazienza la vostra risposta tempestiva. Grazie.

Cordiali saluti,

Il comitato direttivo degli psicologi per la responsabilità sociale

Solutions Collecting From Web of "Psychologist Group solleva preoccupazioni circa la decisione sull'etica dell'APA"