Psicologia anomalistica: cos'è e perché preoccuparsi?

Ho fondato l'Unità di ricerca di psicologia anomalistica (APRU) nel Dipartimento di Psicologia presso Goldsmiths, University of London, nel 2000. Se avessi una sterlina per ogni volta da allora, mi è stata posta la domanda "Che cosa è esattamente? psicologia anomalistica? ", sarei un uomo molto ricco.

Ecco la definizione in offerta sul sito web dell'unità:

La psicologia anomalistica può essere definita come lo studio di fenomeni straordinari di comportamento ed esperienza, compresi (ma non limitati a) quelli che sono spesso etichettati come "paranormali". È diretto verso la comprensione di esperienze bizzarre che molte persone hanno senza assumere a priori l'esistenza di qualcosa di paranormale. Implica il tentativo di spiegare convinzioni paranormali e relative ed esperienze apparentemente paranormali in termini di noti fattori psicologici e fisici.

La maggior parte delle persone è incuriosita dall'idea di usare la psicologia per cercare di spiegare ciò che è comunemente (e spesso fuorviato) definito "l'inspiegabile" e sono ansioso di saperne di più. Ma una piccola minoranza, spesso coloro che si vedono come scienziati dal naso duro, alzano gli occhi disgustati all'idea stessa che qualcuno dovrebbe dedicare tempo e sforzi a tale impresa. Per quanto li riguarda, possono essere assolutamente sicuri che tutte le richieste paranormali non sono valide senza nemmeno dover esaminare le prove presentate. Inoltre, sono sicuri che tutte queste affermazioni sono il frutto di follia, stupidità o disonestà. In effetti, la stragrande maggioranza di tali affermazioni proviene da persone perfettamente equilibrate, intelligenti e oneste.

Esistono molte buone ragioni per prendere sul serio le esperienze anomale. Il più ovvio di questi è la pura prevalenza di tali esperienze e credenze. Di volta in volta, sondaggi di opinione nel Regno Unito e negli Stati Uniti dimostrano che la maggioranza della popolazione adulta approva almeno una rivendicazione paranormale che vola di fronte alla visione scientifica convenzionale del mondo. Inoltre, una considerevole minoranza dichiara di aver avuto un'esperienza personale diretta del paranormale – tutto dalla telepatia, i sogni precognitivi e la guarigione psichica al vedere i fantasmi e gli UFO. Non sono solo gli adulti occidentali moderni. Tali livelli elevati di convinzioni paranormali sono stati trovati in ogni singola società sia geograficamente che storicamente anche se il contenuto delle credenze e delle esperienze può variare tra le diverse culture. Chiaramente, se la psicologia non ha nulla da dire su tali fenomeni, sta perdendo una parte importante della condizione umana.

La prevalenza di tali credenze ed esperienze è spesso considerata come un'indicazione che, in realtà, le forze paranormali esistono davvero e la più ampia comunità scientifica ha semplicemente torto a rifiutarle. Tuttavia, si può ragionevolmente sostenere che il fatto che tali esperienze siano comuni a tutte le società conosciute riflette il fatto che tutti gli esseri umani condividono somiglianze di base in termini di psicologia e neurofisiologia di base. Va notato, tuttavia, che gli psicologi anomalistici in genere non rifiutano apertamente l'idea che esistono forze paranormali. Semplicemente adottano questa posizione come un'ipotesi di lavoro. La domanda che si pone continuamente è: "Se le forze paranormali non esistono, come potremmo spiegare questo o quel fenomeno paranormale?" Spero di convincerti nei futuri blog che questo si è dimostrato un approccio molto fruttuoso. Resta da vedere se siano plausibili spiegazioni non paranormali supportate da una buona evidenza empirica per l'intera gamma di affermazioni paranormali, ma possiamo già dire con notevole sicurezza che la stragrande maggioranza delle affermazioni paranormali e correlate possono essere così spiegate.

La psicologia anomalistica non dovrebbe essere pensata come opposta alla parapsicologia ma come complementare. Ad oggi, la più ampia comunità scientifica non è convinta delle prove fornite dai parapsicologi a sostegno delle affermazioni paranormali. Ma se a un certo punto nel futuro i parapsicologi riescono effettivamente a produrre un effetto paranormale robusto e replicabile in condizioni ben controllate, gli psicologi anomalisti avranno svolto un ottimo servizio per loro. Li avranno aiutati a separare il grano dalla pula, a distinguere tra quei fenomeni che sono genuinamente paranormali e quelli che sembrano solo se lo sono.

Ma ovviamente potrebbe risultare che non c'è altro che chaff. Se questo è il caso, comunque, è una pula molto interessante! Sembra che molti avvistamenti di fantasmi siano basati su esperienze allucinatorie legate al sonno. Comprendere le dichiarazioni di abduction aliene e la regressione ipnotica della vita passata aumenterà quasi certamente la nostra comprensione dei falsi ricordi. Le richieste di guarigione psichica dovrebbero essere esaminate attentamente per quello che potrebbero dirci sugli effetti del placebo e sul potere della suggestione. Questi sono solo alcuni esempi dei modi in cui la psicologia anomalistica può fornire intuizioni che non sono solo affascinanti di per sé ma hanno rilevanza ben oltre il mondo del paranormale.

Solutions Collecting From Web of "Psicologia anomalistica: cos'è e perché preoccuparsi?"