Progresso e vulnerabilità: compagni difficili

Siamo venuti lungo la strada nella nostra comunità. Solo una generazione fa, gli omosessuali non si sentivano a proprio agio con le loro famiglie, i loro datori di lavoro o altri. Ora "fuori" è solo quello che siamo, e si manifesta in ogni cosa, ogni giorno, ovunque, da cose semplici come camminare mano nella mano in pubblico a pietre miliari come essere in grado di sposarsi legalmente.

Sì, questo progresso è eccitante, che tu sia gay o semplicemente sostenga quelli di noi che lo sono. Tuttavia, c'è una dicotomia per molti di noi nella nostra vita quotidiana, una realtà divisa: anche se i progressi sono evidenti, la sensazione di disagio interiore non va via. Questa sensazione può essere il residuo della negatività pronunciata e pervasiva che le persone gay hanno incontrato in così poco tempo fa, ed è indubbiamente connessa con una negatività molto presente che è appena al di sotto della superficie della nostra nuova società positiva per la diversità.

Gli omosessuali devono ancora affrontare il pericolo fisico ed emotivo in alcune parti del paese, e il background etnico o religioso si aggiunge alla minaccia. E la recente elezione di Mr. Trump? Ha aperto la vecchia ferita, che stava appena iniziando a essere guarita: la questione se siamo o meno sicuri, se siamo o meno una parte importante della società.

Quelli di noi che vivono in più comunità liberali si sono sentiti protetti. Ma sinceramente, non siamo mai stati al sicuro dalla paura e dall'odio verso gli altri; la minaccia evidente è diminuita, sì, ma non è mai scomparsa. E nell'ultima campagna ci è stato detto che gli americani erano stufi di "correttezza politica", che noi, ovviamente, sappiamo essere un eufemismo. L'accordo che ha colpito il signor Trump è stato questo: molti americani sono stanchi di dover dimostrare accettazione reciproca, stanchi di dover fingere rispetto reciproco.

Quindi, per la maggior parte di noi, non è tanto la minaccia fisica che causa l'ansia, sono i sentimenti storici che vengono innescati: esperienze di essere vittima di bullismo, sminuito e l'ostilità di micro-aggressioni (intenzionali o meno) che riflettono il senso di superiorità che possiedono gli eterosessuali.

I traumi del passato salgono rapidamente in superficie, dal momento che i vecchi sentimenti di inadeguatezza, separatività, isolamento e vulnerabilità sembrano uscire dal nulla. I nostri corpi lo riconoscono in primo luogo, sia che si tratti di respiro corto o palpitazioni cardiache, stanchezza o depressione. Potremmo notare che gli incidenti minori hanno un effetto maggiore del solito, poiché il passato si intromette nel presente, o potremmo sentirci un po 'paranoici, semplicemente aspettando che i vicini o conoscenti diretti inizino a ritirarsi da noi o peggio.

Audizione da alcuni dei miei clienti:

Dave, un giovane al college, è appena uscito dai suoi genitori. I suoi genitori vivono in una città liberale a Boston e fanno parte di una generazione che accetta e fa amicizia con uomini gay. Il padre di Dave, tuttavia, lotta ancora per sentire le notizie di suo figlio. È doloroso per lui capire che Dave non sarà l'uomo che pensava di essere. Per Dave, la delusione di suo padre è schiacciante. Questa è una esperienza comune della dicotomia che tante esperienze in cui essere gay va bene – in astratto, per i figli degli altri.

Stan ed Ed, che sono stati legalmente sposati da 11 anni, hanno recentemente scoperto che la cooperativa edilizia in cui vivono ha dato un trattamento preferenziale a una coppia eterosessuale. La prospettiva del Board era semplice: Stan ed Ed non sono "veramente sposati". La coppia si sente arrabbiata e sconfitta. Proprio quando pensavano di aver raggiunto l'uguaglianza, avevano trovato una casa al di là di un posto dove vivere, sentivano il potente pungiglione della separazione.

Il fratello di Mike, che è vicino e accogliente a Mike, spesso gli ricorda di quanto i loro genitori abbiano lottato inizialmente con il suo essere gay. Mike si sente a disagio dopo queste conversazioni, ma non può davvero mettere il dito sul problema. Perché suo fratello insiste a tirarlo su tutto il tempo? Esprime un sentimento di fondo proprio? Perché è difficile per Mike confrontarsi con suo fratello?

Questi tipi di incontri e risposte conflittuali non sono infrequenti, ma con le recenti elezioni, tali messaggi misti emotivi sembrano essere annidati in un'ampia regressione sociale. Molti dei miei clienti riportano che si sentono insicuri e che stanno avendo incubi e attacchi di panico. Confrontano il loro dolore e il loro disagio per ciò che hanno vissuto intorno ad altri eventi profondi come la morte di familiari o amici intimi.

Affrontare laggiù qui

Sento anche ciò che i miei clienti sentono in questo senso, ma ci sono cose che possiamo fare, che dobbiamo fare per prenderci cura di noi stessi internamente, indipendentemente da ciò che sta accadendo esternamente.

Quando è appropriato rabbia? Quando è meglio allontanarsi? Dobbiamo ricordare che le vecchie ferite possono scatenare reazioni che non sono sincronizzate con ciò che sta realmente accadendo ora. Dobbiamo essere in grado di creare abbastanza spazio in noi stessi per accertare rapidamente quando un incidente giustifica la nostra energia o quando l'autoregolamentazione potrebbe essere un'opzione migliore.

Prima di fare qualsiasi cosa, vogliamo connetterci con noi stessi, trovare la nostra base, entrare in contatto con il nostro centro, il nostro nucleo. Quando guido la lotta dei miei clienti in spazi consapevoli, si addolciscono nella scelta e nella possibilità.

Possiamo prendere un momento, prestare attenzione al respiro, orientare verso un equilibrio interno. Da questo luogo, che dobbiamo praticare per accedere, siamo in grado di rispondere con forza e chiarezza, prendendo decisioni sagge e in sintonia con le circostanze.

Creare momenti di centramento può permetterci di richiamare la nostra saggezza interiore e scegliere posizioni che saranno efficaci nel complesso. Essere in grado di trovare il nostro terreno diminuisce il senso di vulnerabilità alle forze esterne e aumenta il senso di integrità. Fare una pratica di centraggio contribuirà a garantire che siamo preparati quando c'è una sorta di minaccia alla nostra sicurezza, emotiva o fisica. È una pratica semplice che ci prepara per tutti gli aspetti – buoni e cattivi – di una vita complessa.

Alcune domande da considerare quando inizi a formulare idee per ancorare una pratica di centraggio personale:

  • Come posso ricordare, anche nei giorni più bassi, che ci sono modi per sentirmi meglio e più forte?
  • Dove trovo già gioia e contentezza nella mia vita?
  • Con chi mi sento più in pace perché sono pienamente me stesso?
  • Come posso esprimere solidarietà agli altri in modo sano?
  • In che modo la paura e la rabbia mi trattengono e quali sono i modi migliori per espandere il mio vocabolario emotivo?
  • Quali attività mi nutrono e come posso essere sicuro di trovare il tempo per loro?
  • Come posso mantenere l'ottimismo anche quando affronto la negatività?

Ancora una volta, l'elezione ha attinto a ricordi dolorosi per molti di noi ed è stato così importante raccogliere le nostre risorse. Numerosi clienti hanno condiviso le loro strategie con me, incluso Chris, che si è assicurato di chiamare sua zia, con la quale ha valori comuni, piuttosto che i suoi genitori, che hanno altri valori, per esprimere il suo shock e il suo turbamento. Ci sono voluti pochi momenti di reciproco consenso per sentirsi un po 'meglio. Poi, in risposta all'essere depresso e sopraffatto, un altro cliente, Don, ha optato per scrivere qualcosa per educare gli altri sulla sua prospettiva politica. La scrittura gli diede un mezzo diretto per l'auto-potenziamento. E c'è Bill, che sentendo parti uguali arrabbiate e spaventate, ha preso la decisione di aumentare le sue donazioni alle cause che sostiene e di fare volontariato su base regolare. Piuttosto che sacrificare la sua energia alla negatività, la sta mettendo a frutto, e questo riprendere un po 'di controllo ha portato sollievo.

Infine, essenziale per espandere il nostro campo sta diventando consapevole non solo di ciò che scegliamo di prestare attenzione, ma di prendere una decisione chiara su ciò che ci ritiriamo. Un po 'di disciplina fa molto per interrompere le abitudini che inducono l'ansia, come guardare molta televisione, leggere ossessivamente le notizie, essere incollati ai post di Facebook o alle sue notizie, o ascoltare la radio AM.

Abbiamo bisogno di proteggerci dalle nostre stesse costrizioni se saremo in grado di proteggerci da minacce esterne. Abbiamo bisogno di disordinare la nostra psiche e gli spiriti. Essere in controllo batte essere bombardati. Quindi, spegni il computer, metti in sordina la tua cella e cerca le connessioni con chi ti supporta veramente. Saranno felici che tu abbia contattato loro. Nel business della vita, la maggior parte delle persone dimentica di allinearsi con coloro che sono più vicini, a cominciare da se stessi

Solutions Collecting From Web of "Progresso e vulnerabilità: compagni difficili"