Preparare gli adolescenti con autismo per il lavoro: lavoro autonomo

Chantal Sicile-Kira
Fonte: Chantal Sicile-Kira

Anche se ho incoraggiato Jeremy a provare un impiego o esperienze di volontariato che sembravano una buona forma al liceo, non stavo trattenendo il respiro aspettando che si presentassero opportunità all'orizzonte. Non sono convinto che dal 2010 sia cambiato molto sul mercato del lavoro per quanto riguarda l'assunzione di persone come Jeremy, anche se ho sentito parlare di opportunità per coloro che sono in grado di apprendere programmazione, test, inserimento dati. Non prevedo un'enorme affluenza di datori di lavoro che cercano di assumere mio figlio presto. Ma questo non significa che ho intenzione di rinunciare a lui – o alla società. Dobbiamo educare i datori di lavoro, ma dobbiamo anche preparare meglio i nostri studenti.

Mi sono interessato al concetto di lavoro autonomo quando a Jeremy non sono state offerte esperienze lavorative durante i suoi primi anni di scuola superiore, circa 10 anni fa. All'epoca, la persona di lavorabilità sentiva che Jeremy non era pronto per nessuna delle opzioni di lavoro che aveva nella comunità. Giudicò Jeremy "non pronto per la comunità", nonostante il fatto che lo feci uscire e apprendere le capacità di acquisto, il comportamento appropriato in biblioteca e prendere metropolitana e autobus in tre delle città più trafficate del mondo. Tuttavia, il suo insegnante – uno dei migliori che abbia mai avuto – ha sentito che tutti, incluso Jeremy, avevano un potenziale ed era aperto a creare un'esperienza di lavoro autonomo. A quel tempo, Jeremy non poteva comunicare quanto più prontamente possibile ora, e quindi abbiamo dovuto inventare idee basate su osservazioni che persone che sapevano che Jeremy ha fatto sui suoi punti di forza e di debolezza, le sue simpatie e antipatie, e poi chiedergli sì o no niente domande.

Avevo sentito parlare di persone con disabilità dello sviluppo che avevano le proprie attività. Quando è arrivata l'opportunità, ho partecipato a un seminario sul processo e su come poteva funzionare, e per me aveva senso per uno come Jeremy. Era chiaro che se la praticabilità mi diceva che non c'era un'opportunità di esperienza lavorativa per Jeremy, dovevo creare qualcosa per lui per imparare le abilità "sul lavoro".

L'insegnante di Jeremy ha avuto l'idea di avviare un servizio di consegna sandwich per gli insegnanti, basato sui punti di forza e le preferenze di Jeremy, e sul fatto che alla fine della settimana gli insegnanti erano stufi dell'opzione del pranzo in loco – quindi c'era un bisogno di un tale servizio. La seconda esperienza di Jeremy era quella di fornire un prodotto necessario (vendere fiori a colleghi a scuola, dove non c'erano fiori nel campus). Poi gli è stato chiesto di aiutare con un'iniziativa sul carrello del caffè sul sito della scuola. Un manuale di lavoro autonomo che ho creato era abituato a far funzionare queste diverse esperienze.

Recentemente, la madre di una studentessa di scuola superiore mi ha sorpreso dicendo che due delle iniziative di lavoro autonomo avviate da mio figlio (o l'inizio dell'aiuto) sono ancora attive nella scuola, fornendo alcune esperienze di formazione professionale per gli altri.

Realmente facendo queste attività, Jeremy ha imparato preziose lezioni di business. Queste lezioni sono state accompagnate da lezioni di educazione generale che ha preso in questi semestri, come una lezione sul marketing e un'altra sull'economia. Non poteva fare tutto il corso, ma ha imparato sedendosi e ascoltando. Per i suoi progetti di classe ha dovuto scrivere articoli su come ha applicato quei principi al suo lavoro. In realtà, i suoi compagni di classe hanno scritto documenti, Jeremy ha spiegato un breve paragrafo indicando lentamente le lettere su una lavagna o una tastiera. Alcune di queste lezioni erano: il costo di fare affari; la differenza tra un profitto e una perdita; in che modo il marketing, la posizione e il prezzo influivano sul numero di clienti che era in grado di attrarre e mantenere. Jeremy ha anche imparato che se non poteva fare tutti gli aspetti del suo lavoro, doveva pagare qualcun altro per fare le parti che non poteva. In realtà, sono questi tipi di lezioni aziendali che tutti gli adolescenti neurotipici dovrebbero imparare nell'economia attuale.

Detto questo, il lavoro autonomo non è per tutti e richiede un team di supporto alle imprese. Il team di supporto aziendale può essere composto da un insegnante o un genitore, un paraprofessionale, un mentore, un amico, qualcuno che ha esperienza di business. Ogni persona porta le proprie conoscenze alla squadra. Il team aziendale aiuta a consigliare nelle aree con cui la persona ha bisogno di aiuto, e fa anche parte delle attività che la persona non può, proprio come in tutte le imprese (ad esempio, pago un tecnico per occuparmi del mio sito Web perché non posso farlo). Ci sono risorse gratuite, disponibili on-line per coloro che non hanno esperienza nella creazione di un'impresa.

Considerare il lavoro autonomo come un'opzione talvolta porta a un lavoro reale. Il processo di scoperta dei punti di forza e di debolezza di una persona, può portare alla scoperta di aree di impiego tradizionale che non erano state considerate per quella persona in precedenza. A volte conduce a un'offerta di lavoro da parte di un'azienda nella comunità locale che la persona ha visitato per ottenere maggiori informazioni sulla sua area di interesse.

Conclusione:

Insegnare ai bambini e agli adolescenti nello spettro le capacità di vita necessarie è una preparazione necessaria per la vita di un adulto che guadagna soldi. Analizzare le esigenze sia del potenziale dipendente che del datore di lavoro, oltre a considerare le diverse opzioni nelle strutture per l'occupazione è necessario per garantire una buona corrispondenza. Trovare un mentore può aiutare con una transizione riuscita ad un'attività lucrativa.

Recentemente ho scoperto che Jeremy dipingeva ritratti di persone nei suoi sogni. Ha iniziato a dettare i suoi sogni a me e al suo staff di supporto e ha deciso che voleva provare a dipingere i suoi sogni nella vita reale. Ora, è pagato per dipingere i "colori" delle persone.

Le sue precedenti esperienze lavorative gli hanno permesso di capire cosa è necessario per far andare avanti la sua attività.

Chantal Sicile-Kira
Fonte: Chantal Sicile-Kira

Solutions Collecting From Web of "Preparare gli adolescenti con autismo per il lavoro: lavoro autonomo"