Potrebbe Brain Imaging sostituire il SAT?

No SAT

Immagina che sia l'anno 2032. Sei uno studente delle superiori. Sei in un centro in cui uno scanner visivo conferma la tua identità in modo da poter entrare in una stanza dove stai per ricevere una scansione del cervello. Un assistente robot con una voce rilassante ti consiglia di rilassarti e di fare un pisolino. Mentre ti sdrai nello scanner e gli auricolari che suonano la tua musica preferita bloccano il rumore ambientale, ti ritrovi ad addormentarti.

Ti svegli. La scansione è finita e ci sono buone notizie. Non hai complicazioni mediche. Piuttosto, hai scoperto che con le tue caratteristiche cerebrali hai una buona possibilità di essere ammesso al college dei tuoi sogni. Perché?

Bene, mentre dormivi, hai appena preso la versione neuro del SAT.

Questo scenario immaginario non è certamente una realtà oggi, ma forse qualcosa di simile potrebbe essere una realtà in futuro. Richard Haier, un professore emerito dell'Università della California Irvine, fu il primo a suggerire che un esame del cervello potesse un giorno essere usato al posto di test come il SAT.

Haier dipinge un quadro del nostro futuro: "Può essere fatto oggi? No. È nel regno delle possibilità basato su ciò che abbiamo già fatto? Sì. Un giorno sarai in grado di avere qualche tipo di imaging cerebrale o più tipi di imaging cerebrale per valutare la quantità e la qualità della materia grigia e bianca, la velocità dell'elaborazione delle informazioni in specifiche reti cerebrali e la neurochimica dei tuoi neuroni. Gli algoritmi dei dati di imaging cerebrale che combinano tutte queste informazioni potrebbero fornire un'indicazione accurata della tua intelligenza e dei tuoi punti di forza e debolezza, forse anche dei tuoi talenti vocazionali. "

Dove nel cervello c'è l'intelligenza?

brain scan rich haier

Nel 1988, Haier ei suoi colleghi hanno scansionato i volontari mentre tentavano di risolvere i problemi delle Matrici Progressive Avanzate del Raven, un test di intelligenza non verbale. Gli scienziati volevano sapere quali parti del cervello erano attive mentre i partecipanti risolvevano i problemi. Quello che scoprirono fu che c'era una relazione inversa tra attivazione cerebrale e punteggi nel test di intelligenza.

In altre parole, le persone più intelligenti avevano cervelli che potevano essere più efficienti.

Da quel punto di riferimento, il campo della Neuro-Intelligence ha iniziato a decollare. Dal 1988 al 2007 sono stati pubblicati 37 studi di imaging di intelligenza e ragionamento. Da una sintesi della letteratura del 2007, Rex Jung dell'Università del New Mexico e Haier ha concluso che l'intelligenza era distribuita attraverso il cervello e non focalizzata in una parte del lobo frontale.

Nelle parole di Haier, "C'era una rete distribuita attorno al cervello che era collegata all'intelligenza, che abbiamo chiamato Parieto-Frontal Integration o P-FIT. Nella nostra teoria, non solo le specifiche aree del cervello sono importanti, ma quanto efficientemente l'informazione viene comunicata tra quelle aree ".

Da quella revisione nel 2007, sono stati pubblicati circa 100 nuovi articoli su intelligence e imaging. Haier dice che questa esplosione di interesse è venuta in gran parte da scienziati cognitivi e di imaging cerebrale che sono cresciuti interessati ai correlati cerebrali dei test del QI.

Negli anni '80 c'erano ancora delle controversie sul fatto che il QI o i test di intelligenza misurassero qualcosa di reale. Questo perché il QI o l'intelligenza sono stati tradizionalmente valutati utilizzando un test di carta e matita. Ora che i punteggi sui test standardizzati sono direttamente correlati alle valutazioni del cervello effettuate da una varietà di tecnologie di imaging, la Haier afferma che "l'imaging cerebrale ha appena concluso il dibattito sul fatto che i punteggi dei test di intelligenza valutino qualcosa di reale.

Un video del cervello che risolve un problema nel tempo

Ora Haier e i suoi colleghi stanno raccogliendo dati per confrontare i cervelli del brillante (QI di circa 130 e più) e dei partecipanti medi (IQ nei 100 bassi). Progettano di utilizzare una tecnica di imaging che consentirà di registrare l'esperienza di risoluzione dei problemi entro millisecondo.

Secondo Haier, "saremo in grado di vedere quali parti del cervello sono attivate quando le persone stanno risolvendo i problemi. Possiamo vedere la parte del cervello che inizia a lavorare sul problema e dove quell'informazione passa nel cervello nel corso del problem solving fino a quando non c'è una risposta ".

I ricercatori scopriranno che nelle informazioni più intelligenti il ​​cervello passa attraverso il circuito P-FIT più velocemente? O forse verrà attivata solo una parte del circuito P-FIT? Queste sono alcune delle domande che sperano di rispondere. Per lo meno, saranno in grado di mostrarci un video di reti cerebrali intelligenti.

Potremmo trovare il prossimo Einstein usando una scansione del cervello?

Mark Zuckerberg Time

Ogni anno, i centri di ricerca di talenti in tutto il paese mettono alla prova oltre 200.000 studenti intellettualmente talentuosi utilizzando un esame come il SAT. Usano il SAT in 7 ° elementare piuttosto che in 11 ° elementare, in modo che ci sia abbastanza margine intellettuale per questi brillanti adolescenti. E la ricerca longitudinale ha dimostrato che il SAT prevede successi educativi e occupazionali più tardi nella vita di questi partecipanti dotati. Considera i nomi Mark Zuckerberg, Sergey Brin e Lady Gaga. Ognuno di loro è stato identificato da una ricerca di talenti dotata nell'adolescenza. Forse questi non sono nomi che associamo a un genio come Einstein, ma sono comunque degli eccezionali realizzatori del nostro tempo. Diciamo che invece di dare loro test standardizzati abbiamo dato loro una scansione del cervello. La scansione cerebrale ci darebbe un potere predittivo simile a quello del SAT? I cervelli di Mark Zuckerberg e Sergey Brin sarebbero diversi da quelli di Lady Gaga?

Secondo Haier, "Ci sono probabilmente molti modi diversi in cui il cervello può lavorare per creare un genio. Comunque tu voglia definire il genio o l'intelligenza, il cervello è dove si trova l'azione. Il cervello di Einstein e il cervello di Isaac Newton erano probabilmente diversi dal mio cervello e dalla maggior parte del cervello. Se avessi il cervello di Einstein e Newton fianco a fianco con l'imaging cerebrale più sofisticato, sarebbero insoliti allo stesso modo? Sarebbero insoliti allo stesso modo di un premio Nobel per la letteratura? "

Nel 2032 avremo davvero una scansione del cervello invece del SAT?

Haier osserva che "l'obiettivo della nostra ricerca non è quello di sostituire il SAT con l'imaging cerebrale. L'obiettivo è capire cosa sono le caratteristiche del cervello che rendono alcune persone più intelligenti di altre. Man mano che apprendiamo sulle relazioni e sui meccanismi del cervello / intelligenza, potremmo essere in grado di manipolare il cervello per aumentare sostanzialmente l'intelligenza usando neurochimici o altri mezzi. "

Haier riconosce che ci sono una serie di questioni politiche e politiche sociali che utilizzano una scansione cerebrale invece di sollevare il SAT, ma lui ha fiducia che la società risolverà tutto ciò. Tuttavia, fa notare che un'immagine del cervello rappresenta circa un terzo del costo di un corso di preparazione al test, che la maggior parte degli studenti si iscrive comunque. Quindi, se uno studente avesse la possibilità di scegliere tra un corso di preparazione e il SAT per carta e matita o optare per la scansione del cervello, forse la scansione del cervello potrebbe essere più semplice ed economica, e persino richiesta dai genitori.

Sayer ha dichiarato: "È una specie di rompicapo".

© 2012 di Jonathan Wai

Puoi seguirmi su Twitter, Facebook o G +. Per saperne di più su Trova il prossimo Einstein: Perché Smart è relativo vai qui.

Solutions Collecting From Web of "Potrebbe Brain Imaging sostituire il SAT?"