Potere di Platone: i benefici salvavita del pensiero profondo

Platone o qualsiasi altro tipo di filosofia può davvero salvare la vita di una persona, come suggerisce il titolo del mio blog e del mio libro? Certo, abbracciare un certo obiettivo filosofico potrebbe aiutare una persona a capire meglio il loro mondo e il loro senso di scopo all'interno di quel mondo, ma un profondo pensiero filosofico può davvero salvare la vita di una persona come alcuni pantaloncini rossi, indossando David Hasselhoff che Baywatch era solito fare per alcuni nuotatore sfidato? La mia risposta breve? Sì. Come posso essere così sicuro, potresti chiedere? Perché la filosofia greca mi ha salvato la vita.

Ma prima di arrivare agli aspetti salvavita di vivere uno stile di vita più riflessivo e contemplativo, diamo un'occhiata agli aspetti che migliorano la vita del pensiero profondo. Il ricercatore e psicologo dell'Università dell'Arizona Matthias Mehl ha condotto un recente studio pubblicato sul Journal of Psychological Science che ha dimostrato che le persone impegnate in discussioni profonde erano più felici delle loro controparti ossessionate dalle chiacchiere. Sembra che l'arte dei chiacchieroni chiacchierando del tempo, discutendo i travagli dei Mets, analizzando l'ultimo voto degli American Idol , tutto potrebbe essere molto interessante ad un certo livello e, anzi, abbastanza utile nei cocktail party. Ma non stanno portando nessuno in quella terra promessa di felicità personale; apparentemente guado nella parte bassa della piscina non sembra proprio tagliarlo.

Per alcuni, questo sembra controintuitivo. Secondo Mehl, "L'abbiamo trovato così interessante, perché sarebbe potuto andare dall'altra parte – avrebbe potuto essere, 'Non ti preoccupare, sii felice' – finché vai a surfare nel livello superficiale della vita sei felice e se vai nelle profondità esistenziali sarai infelice. "Ma il Dr. Mehl suggerisce che le conversazioni profonde e sostanziali siano la chiave della felicità per due ragioni principali: perché gli esseri umani sono spinti a trovare e creare un significato nelle loro vite, e perché siamo animali sociali che vogliono e hanno bisogno di connettersi con altre persone.

OK, quindi la felicità è buona … sicuramente per migliorare la vita, ma puoi immergerti nella filosofia per salvare la vita?

Per rispondere a questa domanda, permettimi di condividere un piccolo racconto: C'era una volta un giovane ragazzo molto riflessivo che aveva una natura molto curiosa e quindi amava esplorare. Ben presto divenne affascinato dagli strani nuovi mondi che scoprì nelle pagine di Asimov, Bradbury e Huxley, eppure si sentiva confinato e irrequieto in quella che sentiva essere la sua grigia esistenza in una comunità della classe operaia come figlio di immigrati. Più tardi, da adolescente confuso al college, iniziò a sperimentare sostanze in grado di espandere la sua coscienza e aprire le porte dell'esperienza che non aveva mai provato prima.

Dopo la laurea e ancora esistenzialmente alla deriva, inciampò in quello che era il mondo inizialmente eccitante dei locali notturni di New York, dove sentì un senso di fuga nella musica e nel fascino seducente di quella vita. Mentre il nostro giovane protagonista si innalzava nelle file di quel mondo superficiale, aprendo e gestendo diversi locali notturni di alto profilo e molto pubblicizzati frequentati da famosi divi del cinema e celebrità, il suo uso di droga aumentò quando la sua vita personale andò in pezzi e bruciata. Alla fine, avrebbe perso tutto: i suoi affari, la sua famiglia, la sua salute, la sua sanità mentale e la sua vita.

Si trovò in stato di coma e in supporto vitale a causa di una overdose; mentre riprendeva conoscenza, si chiese, "Mio Dio, cosa mi è successo?" Si rese conto che era passato dalle luci brillanti della pista da ballo alle luci aspre dell'unità di terapia intensiva dove posò con tubi e cateteri spinti in ogni orifizio del suo corpo. Glamorous non lo era.

Nel caso in cui non avessi già indovinato, io ero quel giovane ragazzo esistenzialmente perso che era incappato in quel mondo affascinante eppure avvincente. Dopo la mia resurrezione post-coma, ero disperata per capire meglio l'universo e il mio scopo al suo interno; Immagino che un'esperienza di pre-morte lo farà a una persona. Avrei intrapreso un incredibile e trasformante viaggio come ho scoperto, quasi per caso, sulla via della filosofia metafisica dell'antica Grecia.

E mi ha salvato la vita.

Immergermi nella saggezza trasformativa degli antichi greci ha dato alla mia vita consistenza, significato e senso dello scopo. I greci erano tutti incentrati sulla comprensione e sull'esperienza – la vera natura della realtà, al di là di ciò che era accessibile ai nostri cinque sensi. Scoprirò anche che la pratica vissuta dell'antica filosofia metafisica non era solo una sorta di modo di pensare arido e accademico, ma, in effetti, uno stile di vita che era stato originato da Pitagora (con un piccolo aiuto da parte dei suoi amici, gli egiziani e Babilonesi).

In quello che divenne noto come il Bios Pythagorikos (il modo di vivere pitagorico) una mente, un corpo e uno spirito sani furono nutriti con rigoroso esercizio fisico, una dieta rigorosa, camminate meditative quotidiane, lezioni di etica e carattere, oltre che profonde meditazioni contemplative su matematica, musica, cosmologia e filosofia.

Abbracciando questo modo di vivere, diventerei pulito e sobrio e tornerò alla scuola di specializzazione dove guadagnerei un master in lavoro sociale e infine un dottorato di ricerca. in psicologia; oggi sono un professore di clinica alla Stony Brook University, professore a contratto presso l'Institute of Transpersonal Psychology, e uno psicoterapeuta in uno studio privato, un lontano grido dal proprietario del locale notturno che si era quasi suicidato con l'uso di droghe.

Per la mia tesi di dottorato ho sviluppato un metodo di autosviluppo informato dalla filosofia greca che ho presentato alla conferenza APA del 2007 a San Francisco. Il mio studio ha mostrato – con risultati statisticamente significativi – che i partecipanti che hanno intrapreso il mio metodo contemplativo ispirato alla filosofia greca della durata di sei settimane hanno sperimentato un maggiore senso di scopo, sentito più connesso, provato un maggiore senso di preoccupazione per gli altri, sentito un maggiore senso di spiritualità e un maggiore preoccupazione per i valori sociali e planetari.

La mia scrittura è informata da quello studio e fornisce ai lettori metodi passo-passo che possono usare per vivere una vita più impegnata e significativa; i post futuri esploreranno anche alcune di quelle tecniche, temi e concetti. Cosa scoprirai? Forse, come avevano scoperto i Greci, che c'è di più nel mondo di quanto non sembri l'occhio; se sei fortunato, potresti anche intravedere "dietro il velo".

E se ciò accade, allora non solo il modo in cui sperimenterai il mondo cambierà per sempre, ma anche il modo in cui esisti in quel mondo cambierà. Perché con quel cambiamento di percezione arriva uno spostamento nell'essere. E poi- -presto! – la trasformazione alchemica può manifestarsi come una realtà vivente, respiratoria, personale.

Ciò che potresti anche sperimentare (come ho fatto io), come un sottoprodotto fortuito di questa trasformazione e di una nuova percezione espansa, è una vita molto più felice e molto più significativa.

E sai, potrebbe non essere una cosa così brutta.

Solutions Collecting From Web of "Potere di Platone: i benefici salvavita del pensiero profondo"