Possiamo fare a meno della Mente Inconscia?

Una nuova intervista esplora ciò che accade alle persone quando sono private dei loro cervelli nascosti.

Gran parte del mio nuovo libro, The Hidden Brain, parla dei problemi che i fattori inconsci creano nelle nostre vite – dai capricci nel nostro giudizio morale al modo in cui i kamikaze sono indottrinati. Una conclusione naturale da questi esempi è che staremmo molto meglio senza il cervello nascosto. Questa idea risulta essere poco pratica e non tiene conto delle molte cose positive che il cervello nascosto fa per noi ogni giorno.

In un capitolo intitolato Tracking the Hidden Brain (guarda qui un video introduttivo) mostro cosa succede a una donna di mezza età in Canada che perde una parte del suo cervello nascosto – un disturbo la priva delle sottili abilità mentali di cui ha bisogno funzione nelle impostazioni sociali. Non solo perde la capacità di relazionarsi in modo appropriato alla sua famiglia e ai suoi amici, ma sviluppa anche una serie di comportamenti insoliti che confondono le persone che conoscono e amano il suo meglio.

Puoi ascoltare l'intervista radiofonica qui. Tra le altre cose, tocca il modo in cui i pregiudizi razziali vengono sfruttati nelle campagne politiche e come possiamo combattere gli agenti politici che cercano di sfruttare le nostre paure e i nostri pregiudizi inconsci.

Scopri di più su The Hidden Brain, Seguimi su Twitter e Unisciti a me su Facebook

Solutions Collecting From Web of "Possiamo fare a meno della Mente Inconscia?"