Pornografia: grandi fantasie, modestia scadente

Non posso credere che alcune persone pensino che il porno sia reale.

E sono costernato che così tante persone credano che la maggior parte (o tutto) il porno sia violenza brutale, disgustosa e che odia le donne.

Entrambi i gruppi di persone hanno torto. Le loro convinzioni feriscono se stesse, gli altri e la società in generale.

Come discuto nel mio nuovo libro, il sesso reale non sembra un aspetto pornografico. Il porno è una caricatura del sesso. Mostra corpi insoliti in situazioni insolite che fanno cose insolite. Descrive storie con un sacco di backstage di azione che gli spettatori non vedono: i clisteri, i lubrificanti, la contraccezione, il Viagra; gli accordi su ciò che sarà o non sarà fatto; il trucco, i capelli, l'illuminazione e i tecnici del suono che lavorano insieme per creare l'illusione che loro e il loro lavoro non esistano.

C'è anche un'azione critica dopo la realizzazione di un film che non vediamo: il montaggio. La cucitura di più riprese per creare l'illusione di un'azione continua. L'aggiunta di una colonna sonora di lamenti (come la risata sulle sitcom, solo più sexy). E la selezione di scene che si costruiscono sessualmente, l'una sull'altra, per far sembrare che l'accumulo di eccitazione sia continua, rapida e inevitabile.

Ci sono due modi in cui il sesso reale non è così. Primo, nel senso letterale. Il sesso reale comporta interruzioni, riaggiustamenti, piccoli errori, fastidi e momenti divertenti inaspettati. Anche i viaggi in bagno, i pacchetti di preservativi che non si aprono e le bottiglie di lubrificante cadute sono comuni. E pochissimi di noi hanno i corpi che riteniamo più attraenti per gli altri.

Ci sono anche messaggi vagamente contestuali nel porno: la mancanza di parlare, di baciare, di ridere, di cambiare ritmo durante il sesso. I pulsanti si aprono sempre, le mani non sono mai fredde, i cambi di posizione avvengono sempre agevolmente, e la sculacciata e la tirata dei capelli sono sempre perfettamente adatte per entrambi i partner la prima volta che provano.

Il sesso reale non è così. Il sesso reale comporta incertezza, preferenze contrastanti e la necessità di informarsi ("Ti piace questo?") E di rispondere ("Sì, ma più lento sarebbe meglio"). E occasionalmente il crampo alle gambe o l'erezione persa richiedono che le cose si fermino momentaneamente.

Molti giovani che pensano che il porno sia un documentario del sesso reale sono delusi, confusi e autocritici quando le loro esperienze non coincidono con ciò che hanno guardato (e entusiasmato) per cinque o dieci anni. Pensano di aver bisogno di una droga, di una posizione migliore, di un altro corpo o di un altro partner. Non lo fanno; hanno bisogno di un drammatico cambiamento di aspettative.

* * *

Altrettanto errata è l'idea che tutto il porno sia violento. C'è, naturalmente, del porno che descrive soffocamento, schiaffi, sculacciate e atti estremamente violenti che accompagnano il sesso (sia eterosessuali che dello stesso genere, tra l'altro). Nessuno può negarlo. Ciò che è anche vero, tuttavia, è che questa è solo una parte del porno là fuori.

Il resto è, variamente, gentile, amichevole, vigoroso, cooperativo e vaniglia. Un sacco di vaniglia-vaniglia come in un uomo, una donna, facendo uno o più atti comuni durante i quali entrambi i personaggi esprimono piacere. Vaniglia come nella stessa roba che fa la maggior parte delle persone normali quando fanno sesso. Vaniglia come se le persone sapessero che l'hai fatto, non sarebbero rimasti sorpresi e non ti vergognerebbero.

Ovviamente questo amichevole porno è ancora pornografico, quindi è esagerato e modificato. Ma questo è diverso dal violento od odio delle donne.

E così i suoi svantaggi coinvolgono le persone che imparano che il sesso è più semplice di quanto sia in realtà, con meno comunicazione, preparazione e sorprese di quanto non sia normalmente. Ma questo porno amichevole non comporta alcun pericolo. Non porta i consumatori a comportamenti violenti o coercitivi e non incoraggia i consumatori a violare i loro valori normali o le loro preferenze sessuali fondamentali.

Allora perché il panico morale nei confronti del porno?

Perché il sistematico mentire sul contenuto del porno? Perché l'assurda, non scientifica insistenza che le persone possono diventare "dipendenti" da esso, che colpisce il nostro cervello in modi diversi da Star Wars , Grand Theft Auto , eBay e Siri? Perché negare che i tassi di violenza sessuale siano diminuiti nei 15 anni trascorsi da quando Internet a banda larga ha inondato il paese di pornografia? (Certo, l'aggressione sessuale è sottovalutata oggi, come era 15 anni fa.)

E perché l'insistenza che la gente lasci rapporti sessuali perfetti per masturbarsi da sola al porno? Nessuno, e intendo nessuno, lo fa mai. Le persone lasciano relazioni sessuali problematiche per masturbarsi con il porno e quindi non parlano delle vere ragioni. Nella mia esperienza clinica, le persone preferiscono fare qualsiasi cosa piuttosto che parlare della loro relazione sessuale problematica onestamente. Preferiscono combattere per il porno.

Il porno è un compendio di fantasie sessuali umane. Queste implicano inevitabilmente visioni di potere, lussuria, bellezza, desiderio, amicizia, amore, violazione, affetto ed esagerazione. Questi sono gli stessi temi umani che troviamo nei temi di Shakespeare e della Bibbia collegati al nostro cervello e ai nostri cuori.

Le persone che disapprovano la gamma delle fantasie sessuali umane dovrebbero incolpare la biologia umana, la psicologia e la sociologia, non il porno.

Il porno di oggi non ha inventato nuove idee sessuali che stanno seducendo una razza umana innocente. Gli umani hanno a lungo consumato immagini di incesto (vedi la Bibbia), sesso lesbico (vedi Saffo), stupro (vedi mitologia greca), seduzione e violazione (leggi Boccaccio), sesso trasgressivo (vedi Omero), orge (vedi l'arte dell'antica India e Cina), e il sadomasochismo (vedi l'iconografia delle Crociate).

Ironia della sorte, quelli che si lamentano più intensamente delle idee sessuali distorte che i giovani ottengono dal porno sono spesso i più resistenti a un'educazione sessuale accurata e completa, comprese le discussioni sul perché le persone fanno sesso, su come si sentono le persone sui loro corpi, sul perché la gente si masturba e perché le persone fanno o non vogliono guardare il porno. E le persone che sostengono che il porno sia al 100% vile e pericoloso sono nella peggiore posizione possibile per aiutare i giovani a elaborare le immagini degli adulti che vedono nel porno.

Negli ultimi 35 anni, il mio lavoro si è rivolto a entrambi i gruppi. Voglio aiutare le persone ad avere idee più realistiche sul sesso e gli strumenti con cui creare e godere del sesso normale. E voglio aiutare le persone che sono spaventate e arrabbiate per la sessualità ad accettare l'ampia gamma di fantasie sessuali umane, capire che la sessualità non è fondamentalmente pericolosa e trovare un vocabolario con cui parlare delle loro ansie sessuali – e dei desideri.

Vorrei che entrambi i gruppi di persone potessero vedere il porno in modo più realistico.

* * *

Per ulteriori informazioni sulla pornografia, vedere il mio nuovo libro, His Porn, Her Pain: Confronting America's PornPanic With Honest Talk About Sex. Per uno sconto del 10%, utilizzare il codice H10 al momento dell'ordine.

Solutions Collecting From Web of "Pornografia: grandi fantasie, modestia scadente"