Porno distrugge davvero le relazioni?

 Olena Yakobchuk/Shutterstock
Fonte: Olena Yakobchuk / Shutterstock

Nel 1989, i ricercatori Kenrick, Gutierres e Goldberg pubblicarono un potente studio che esaminava l'impatto della pornografia sulle relazioni e l'attrazione. Nello studio, i soggetti sono stati esposti a foto da Playboy e altri tipi di erotismo. I soggetti che hanno visto queste immagini nude hanno trovato altre donne – specialmente le loro mogli – meno attraenti. I soggetti hanno anche riferito di essere in realtà meno innamorati delle loro mogli dopo aver visto le immagini pornografiche.

Questa ricerca è stata ampiamente citata nella letteratura accademica, ma anche nelle discussioni generali dei media sugli effetti della pornografia. Il fatto che il porno possa far sentire gli uomini meno attrattivi e meno amore per le loro mogli è comunemente usato come base per argomentazioni contro di essa. Ma mentre l'idea che il porno porti gli uomini a confrontare le loro mogli con ideali irrealistici è una preoccupazione citata dagli attivisti e dai coniugi, una nuova ricerca rivela che il porno non sembra più avere questo effetto, se mai lo ha fatto.

Potresti essere a conoscenza della "crisi di replica" in corso nella ricerca sociologica. In sostanza, la ricerca recente ha tentato di replicare alcuni dei tratti distintivi di alcune ricerche fortemente influenzate e citate in psicologia e scienze sociali. Sorprendentemente, i tentativi di replicare molti di questi risultati della ricerca sono falliti, suggerendo che in molti casi gli studi originali erano limitati da strategie statistiche, difetti metodologici o semplicemente da eccessive interpretazioni da parte di ricercatori entusiasti desiderosi di pubblicare risultati sensazionali in un mercato accademico che alimenta su hype.

Balzarini, Dobson, Chin e Campbell hanno recentemente intrapreso una ricerca per ricreare i risultati dello studio del 1989, in particolare l'impatto del porno sui sentimenti di attrazione e amore per il partner romantico di quelli.

Gli autori hanno dapprima "pre-registrato" le loro ricerche, annunciando il loro intento di testare lo studio, e poi hanno costruito tre diversi tentativi di replicare i risultati, oltre tre distinti test sperimentali. In ogni studio, i ricercatori non sono stati in grado di replicare i risultati originali. Sembra che non ci siano prove a sostegno della convinzione che l'esposizione alla pornografia, o immagini nude di donne idealizzate, porta gli uomini a sentirsi meno attrattivi verso, o meno amore per i loro partner.

Addendum – un punto importante da considerare in questo, è che lo studio originale del 1989 riguardava solo 63 soggetti. L'attuale studio di replicazione ha coinvolto un campione totale (attraverso i 3 studi) di 630 soggetti. I ricercatori suggeriscono che la dimensione del campione dello studio originale era semplicemente troppo piccola per rilevare un effetto reale o per generalizzare dalla popolazione generale. Ciò solleva di nuovo, la questione molto importante di non attingere un significato radicale da studi con campioni piccoli e non rappresentativi.

Può essere che la cultura, gli uomini e la sessualità siano sostanzialmente cambiati dal 1989. Pochi uomini adulti in questi giorni non hanno visto la pornografia o le donne nude: la nudità e la sessualità grafica sono comuni nei media popolari, da Game of Thrones alle pubblicità di profumi, e in molti stati, alle donne è permesso di andare in topless. Quindi è possibile che gli uomini dello studio più recente abbiano imparato a integrare la nudità e la sessualità che vedono nel porno e nei media di tutti i giorni in un modo che non influisce sulla loro attrazione o amore per i loro partner. Forse gli uomini dello studio del 1989 erano stati meno esposti alla sessualità, alla nudità e alla pornografia.

In ogni caso, possiamo, per ora, mettere a letto la convinzione che il porno uccida l'amore, o che l'esposizione ad esso riduce l'amore o l'attrazione che gli uomini provano per il loro partner. Ci sono uomini che sentono diminuire l'amore o l'attrazione per i loro partner, e questi uomini si rivolgono spesso alla pornografia per trovare conforto, eccitazione, eccitazione e rilassamento. Ma non dovremmo necessariamente incolpare il porno per queste lotte relazionali – questa è una risposta economica, ingannevole e non veritiera.

Segui David su Twitter o ottieni il suo nuovo libro sull'uso responsabile del porno per gli uomini.

Solutions Collecting From Web of "Porno distrugge davvero le relazioni?"