Politica: per favore licenziare i sapientoni!

Dovrei essere un esperto. Secondo un nuovo studio, possiedo le due qualità più predittive di una prognosi accurata. Di più su questo a breve. Dovresti essere un esperto; hai più possibilità di essere corretto nelle tue previsioni come la maggior parte degli esperti. Ne parleremo un po 'più tardi.

Ricorda i giorni in cui c'erano solo pochi sapientoni al mondo. Erano presenti nei principali giornali e settimanali e negli spettacoli mattutini della rete. E sembravano sapere di cosa stavano parlando (anche se potrei semplicemente avere uno di quei momenti "bei vecchi tempi").

Oh, come sono cambiati i tempi. Con l'esplosione di notizie via cavo 24 ore su 24, 7 giorni su 7 (dove non ci sono abbastanza notizie per riempire quelle lunghe ore), parla alla radio (dove la vera esperienza non è un requisito di lavoro) e, naturalmente, a Internet un URL e un'opinione hanno un megafono con cui esprimersi), l'opinionista ha raggiunto nuove vette (o profondità, a seconda di come la si guarda). Non c'è dubbio che essere un esperto è un grande spettacolo: notorietà, un alto soapbox su cui stare e, per molti, un lavoro a tempo pieno e ben pagato.

Ma forse la parte migliore del lavoro è che i sapientoni non hanno assolutamente alcuna responsabilità per quello che dicono. Hai mai letto l'edizione di Predictions of the Year del National Enquirer? Ovviamente no; nessuno in realtà ammetterebbe di abbassarsi così tanto, nonostante i milioni di copie vendute (ma sto divagando). Ma diciamo che l'hai fatto in modo che io possa esprimere un punto, ovvero che nessuno si guardi mai indietro per vedere se qualcuna di quelle previsioni si sia realmente avverata. L'unica predizione a cui qualcuno ha prestato attenzione dopo il fatto è che il 21 maggio 2011 sarebbe stato il Judgment Day, come previsto da Harold Camping (ci siamo svegliati quel sabato, abbiamo visto che non eravamo né in Paradiso né in Inferno, e siamo tornati a dormire).

Ora, tornando alla mia dichiarazione originale, io e te dovremmo essere degli esperti. Un recente studio condotto da un gruppo di studenti universitari (fuori dalla bocca delle ragazze, come si suol dire) che ha avuto un bel po 'di stampa ha recentemente scoperto che un campione di noti sapientoni aveva circa la stessa credibilità di Nostradamus e di Armageddon. Ecco il sommario di CliffsNotes: le previsioni di 26 esperti (15 esperti professionisti, 9 politici e due ibridi, New Gingrich e Mike Huckabee) che compaiono regolarmente nelle notizie della domenica mattina e sui principali quotidiani sono state valutate per la loro accuratezza.

I loro risultati? Innanzitutto, riferendomi alla mia affermazione secondo cui dovresti essere un esperto, se hai lanciato una moneta, avevi la stessa probabilità di prevedere eventi futuri come la maggior parte di quelli cosiddetti esperti. L'esperto più accurato era l'editorialista del New York Times Paul Krugman. Non trovo sorprendente questo dato che è un vincitore del premio Nobel in economia le cui previsioni erano previsioni dell'economia. Il peggior esperto era Cal Thomas, l'editorialista di lunga data del Chicago Tribune.

Secondo, credo che dovrei essere un esperto. Secondo la ricerca, le qualità più associate all'accuratezza delle previsioni erano di tipo liberale e senza una laurea in giurisprudenza. Come qualcuno che si sporge dal punto di vista politico e non è in possesso di una laurea in giurisprudenza, rispondo a un T. Quindi dove mi iscrivo?

Certo, ci sono stati alcuni potenziali difetti nello studio che potrebbero mettere in discussione i suoi risultati (e sono sicuro che conservatori e avvocati li hanno indicati fino alla nausea). Innanzitutto, il campione è relativamente piccolo. In secondo luogo, le previsioni relative alle questioni politiche potrebbero essere state notevolmente diverse se lo studio avesse esaminato i pronostici prima e subito dopo le elezioni di medio termine del 2010 anziché le elezioni presidenziali del 2008. Dal momento che le previsioni sia di esperti che di politici tendono a cadere lungo le linee ideologiche, non sembra inverosimile predire che la precisione predittiva sarebbe stata diversa. Ma lo studio ha un notevole sostegno da uno studio molto più ampio condotto dal noto psicologo Philip Tetlock.

Nel suo studio di circa 300 esperti e oltre 80.000 previsioni, Tetlock ha scoperto che né l'educazione né l'esperienza erano correlate all'accuratezza delle previsioni. Il singolo più grande predittore era quale dei due stili cognitivi posseduti dagli esperti, ciò che chiamava ricci e volpi. I ricci hanno una grande idea e la applicano a tutto, esprimono le loro idee con assoluta certezza e fiducia e respingono punti di vista contrastanti. Al contrario, le volpi basano le loro previsioni su prove verificabili, mentalità aperta e sono ricettivi alle opinioni opposte.

Certo, gli esperti fanno molto di più che prevedere (soprattutto in modo impreciso) il futuro. Possono fare domande che devono essere poste. I sapientoni possono offrire prospettive e intuizioni che possono ampliare la nostra comprensione di storie importanti. E possono illuminare i problemi e illuminarci. Ma possono fare tutto questo in circa 10 minuti.

Quindi cosa facciamo di questi studi? Sono interessanti e provocatori e avranno un impatto zero su niente e nessuno. La puditocrazia non avrà improvvisamente un momento di "venire a Gesù", rinuncerà ai suoi modi dissimulatori e si ritirerà in Florida. E l'ottimismo è fin troppo redditizio per quei media che gli danno voce per vedere mai la luce. Forse solo un impulso elettromagnetico che frigge la griglia (ricorda Dark Angel?) Farebbe il trucco (anche se è più un pio desiderio che una previsione).

Ammirevolmente, uno degli obiettivi dello studio dell'Hamilton College è stato quello di aiutare i consumatori dell'onore a prendere decisioni migliori su chi dovrebbero ascoltare. Com'è meravigliosamente ingenuo e idealista! Ma diventiamo reali qui. Le persone ascoltano i sapientoni non per la loro competenza o accuratezza predittiva. Piuttosto, seguono i prognosticatori che confermano le proprie convinzioni e, come sottolinea Tetlock, per dare alle persone un maggiore senso di controllo su un futuro sconosciuto e, di conseguenza, un po 'spaventoso. In altre parole, i sapientoni nutrono semplicemente le nostre debolezze umane del bisogno di avere ragione e di sentirsi al sicuro.

Solutions Collecting From Web of "Politica: per favore licenziare i sapientoni!"