Placebo: anche quando sai che è falso

Quasi tutti hanno sentito parlare dell'effetto placebo: la scoperta che trattamenti che non hanno effetti particolarmente rilevanti (come una pillola di zucchero o di vitamine o un equivalente comportamentale) possono far sentire meglio i pazienti. L'effetto placebo è in realtà la ragione per cui tutti i farmaci approvati dalla FDA devono passare attraverso uno studio clinico controllato in doppio cieco con placebo prima di essere approvati per l'uso – Deve essere dimostrato che l'uso di un farmaco specifico è più vantaggioso di un placebo non attivo anche quando lo sperimentatore (oi medici) e il paziente non hanno idea del trattamento che i pazienti stanno ricevendo. Altrimenti, le aziende potrebbero semplicemente creare continuamente placebo, mostrare che producono miglioramenti nei pazienti e portare i dollari.

E alcune aziende stanno facendo proprio questo, dai trattamenti olistici casuali alla rivelazione più recente (ovvio a me ma apparentemente sorprendente ad alcuni) della compagnia che produce braccialetti Power Balance che non c'è assolutamente alcuna ragione scientifica che quelle bande dovrebbero aiutare qualcuno a esibirsi meglio su qualsiasi attività. Apparentemente qualunque effetto sembrassero avere era puro placebo.

Fino ad ora, è stato ipotizzato che, per consentire ai placebo di lavorare, i pazienti devono essere informati che sono farmaci efficaci, equivalenti a una menzogna non etica da parte dei medici che li prescrivono. Questo è il motivo per cui pochissimi medici usano placebo puri, anche se in una recente indagine più del 50% dei medici ha riferito di aver usato prescrizioni lievi (come i farmaci antidolorifici da banco) che non credono siano realmente rilevanti per la condizione "Placebo impuri". Dato l'ampio effetto placebo, possiamo aspettarci che questi trattamenti, anche se non etici, abbiano portato a miglioramenti significativi nelle condizioni che quegli stessi medici non erano in grado di trattare usando metodi convenzionali. Tuttavia, non è bello sapere che i tuoi dottori devono mentirti per farti sentire meglio, giusto? Beh, potrebbero non doverlo fare.

Questa pillola placebo finta potrebbe farti sentire meglio

Uno studio molto recente condotto ad Harvard e pubblicato sulla rivista PLoS One ha esaminato se i placebo funzionassero ancora per i pazienti con sindrome dell'intestino irritabile (IBS), anche se fosse stato loro esplicitamente detto che le pillole erano inattive. Gli 80 pazienti con IBS sono stati scelti a caso per non ricevere alcun trattamento (la condizione di controllo) o una pillola a cui è stato detto che era inattiva "come una pillola di zucchero" senza alcun farmaco. Ai pazienti nella condizione di placebo è stato anche detto dell'effetto placebo e che tali pillole zuccherine inattive hanno dimostrato di produrre significativi processi di auto-guarigione mente-corpo. Le pillole placebo erano contrassegnate da etichette chiare che dicevano "pillole placebo" in modo che non ci fosse confusione e in modo che ai pazienti venisse costantemente ricordato che le pillole che stavano assumendo erano pillole di placebo 2 volte al giorno. Sorprendentemente, l'effetto placebo è stato trovato ancora presente.

Alla fine delle 3 settimane di trattamento, i partecipanti al gruppo placebo hanno riportato un miglioramento significativamente maggiore dei loro sintomi su un numero di scale diverse utilizzate per l'IBS, nonché una misura generale della qualità della vita. Ancora più sorprendente, quasi il doppio dei pazienti nella condizione placebo (59% contro 35%) ha riferito che il trattamento ha dato loro "un sollievo adeguato" dai loro sintomi IBS !!! I pazienti prendevano meglio le pillole che non facevano nulla anche se sapevano che le pillole erano completamente inattive . In effetti, l'effetto era così grande che era simile agli effetti comunemente visti con i farmaci approvati reali per IBS.

Conclusione e implicazioni

Nel complesso, questi risultati sono incoraggianti su diversi fronti: se confermati da studi futuri e utilizzando altre condizioni, questi risultati suggeriscono che i medici non devono mentire ai loro pazienti poiché l'effetto placebo è abbastanza forte da funzionare anche quando i pazienti sono consapevoli di esso fino a quando la persona che dà il trattamento è affidabile. In effetti, anche questo ultimo pezzo dovrebbe probabilmente essere messo alla prova in quanto, per quanto ne so, non è mai stato messo alla prova stessa. Tuttavia, c'è un intero corpo di letteratura in psicologia che ci dice che quando le persone di autorità, le persone che rispettiamo, ci dicono di fare qualcosa che reagiamo favorevolmente.

Sfortunatamente, questo ha portato a risultati piuttosto inquietanti tra cui gli studi degli anni '60 di Stanley Milgram che hanno rivelato il potere dell'autorità nel dirigere le persone a danneggiare gli altri (se non hai mai esaminato questi esperimenti dovresti davvero – ecco un link video per iniziare) . Tuttavia, questa volta i risultati suggeriscono che i medici possono essere in grado di aiutare i pazienti per i quali non esiste un trattamento specifico approvato. Ovviamente questo mi interessa per il successo relativamente basso nel trattamento della dipendenza clinica. In realtà, potrebbe anche suggerire che un certo numero di trattamenti che stiamo usando ora, specialmente quelli che non sono mai stati sottoposti a una sperimentazione clinica randomizzata controllata con placebo, potrebbe in effetti essere semplicemente placebo. Ho i miei propri sospetti su alcuni trattamenti specifici …

Come ogni altro studio, questo non è senza limiti. Prima di tutto, questi risultati devono essere replicati con altre condizioni e in altri ospedali con altri pazienti prima che i medici si sentano a loro agio semplicemente prescrivendo placebo. Potrebbero esserci aspetti specifici di questo campione che hanno reso i risultati così convincenti. In effetti, anche le condizioni di non trattamento hanno tratto beneficio dalla loro interazione con il personale medico e di ricerca coinvolto nello studio (o forse solo a causa del passare del tempo). È come se stessimo confrontando l'effetto placebo con l'effetto tempo / interazione umana, gradualmente avanzando verso una condizione di "non-effetto". Vogliamo anche vedere questo tipo di risultati con un campione più ampio, e anche se condurre uno studio in doppio cieco non è possibile (un gruppo prende le pillole e l'altro no, quindi tutti sanno chi è in quali condizioni), io sono certo che l'esperimento futuro comprenderà controlli più sottili.

Tuttavia, questo studio indica sicuramente che dare placebo in modo aperto può funzionare per i pazienti che sono aperti ad esso. Dovrebbe anche far capire a tutti che solo perché qualcuno ti dice che un trattamento è oggettivamente utile non significa che lo sia. Alla fine però, se l'effetto placebo psicologico comporta un reale miglioramento dei sintomi, non dovremmo considerarlo efficace?

Citazione:

TJ Kaptchuk, E. Friedlander, JM Kelley, MN Sanchez, E. Kokkotou, JP Singer, M. Kowalczykowski, FG Miller, I. Kirsch, AJ Lembo (2010) Placebos senza inganno: uno studio controllato randomizzato nella sindrome dell'intestino irritabile. PLoS One, 5.

© 2010 Adi Jaffe, Tutti i diritti riservati

Mailing List di Adi | E-mail di Adi | Segui Adi su Twitter

Diventa un fan su Facebook | Connettiti con Adi su LinkedIn

Solutions Collecting From Web of "Placebo: anche quando sai che è falso"