Pillola rossa o pillola blu? Quello che non sai potrebbe ferirti!

Se sei uno dei milioni di persone che hanno visto The Matrix , allora ricorderai che a Neo è stata data una scelta per prendere la pillola rossa – che avrebbe aperto gli occhi alla realtà, o la pillola blu – che lo avrebbe tenuto in vita dietro lenti rosa. Cosa avresti scelto? Vivere nell'ignoranza eterna o nella consapevolezza costante? Diamo peso ai pro e ai contro.

Vivere nell'ignoranza può proteggerti da gran parte della bruttezza del mondo. Non dovrai conoscere la realtà per quello che è veramente. Puoi evitare di provare preoccupazione e ansia. In sostanza, non avresti paura, perché non ne saprai di meglio. Tuttavia, questo significa anche che non sarai a conoscenza di tutti i potenziali pericoli che potrebbero danneggiarti. Prendi i bambini piccoli per esempio. Sono liste vuote con pochissime esperienze dei loro ambienti. In altre parole, sono innocenti eppure ignoranti. I bambini che devono ancora sperimentare una stufa non sapranno che toccarlo farà male. Non hanno la consapevolezza finché non sperimentano i limiti della realtà. Quindi, l'ignoranza può essere più dannosa che beata.

D'altra parte, vivere nella consapevolezza ti informerà di tutte le sofferenze nel mondo. Conoscerai la realtà per quello che è veramente, il che può scatenare preoccupazione e paura. Sperimenterai disagio e ansia, perché sei consapevole dei limiti che esistono. Tuttavia, avrai anche la consapevolezza di intraprendere le azioni appropriate quando necessario per minimizzare i potenziali danni. Prendi la tua salute per esempio. Sappiamo tutti che cibi sani + esercizio = vita sana. Sebbene questa consapevolezza possa innescare ansia e senso di colpa per alcuni di voi, per gli altri, apprendere ciò che costituisce un alimento sano e l'esercizio fisico vi dà la direzione per intraprendere le azioni appropriate.

La verità è che la consapevolezza senza un'azione appropriata equivale all'ansia, che è un crimine che tutti abbiamo commesso in un punto o in un altro. Abbiamo inventato tutte le scuse per evitare di agire – "Ma non ho tempo" o "Questo piccolo dessert non mi farà veramente male". Se siete consapevoli e accettate le vostre scuse e le loro potenziali conseguenze, allora avete tentato di agire per ridurre al minimo l'ansia da esperienza. Se la tua consapevolezza e azione (o mancanza di) contraddittori, allora non stai facendo quello che serve per ridurre l'ansia e la sofferenza. Meglio ancora, se hai la consapevolezza e intraprendi azioni appropriate per ridurre i potenziali rischi, allora stai eliminando la preoccupazione e l'ansia. In definitiva, la conoscenza è potere! E tu hai il potere di essere consapevole e apportare miglioramenti quando necessario.

In realtà, la paura e l'evitamento della consapevolezza creano ansia. Cosa pensi che succeda quando eviti certe situazioni, emozioni o sensazioni di paura o di disagio? In realtà stai valutando la situazione, le emozioni o le sensazioni con più significato di quello che merita. Stai dando alle tue paure più credenza di ciò che è necessario. E stai valutando le conseguenze percepite con più valore di ciò che è razionale. In sostanza, stai creando un mostro ansioso. E più eviti il ​​mostro dell'ansia, più diventa grande.

Prendiamo ad esempio gli attacchi di panico. Il segno distintivo del disturbo di panico è una paura della paura. Ciò significa che hai paura di provare le sensazioni fisiologiche della tua risposta biologica di lotta o fuga – palpitazioni cardiache, mancanza di respiro, brividi, sudorazione, nausea, ecc. I malati di solito evitano di provare queste sensazioni a tutti i costi, che li tengono al sicuro e comodo in una scatola. O così pensano. Rifiutando di uscire da questa scatola, si diventa effettivamente più deboli mentre il mostro dell'ansia prende il potere in attesa di attaccare alla prossima occasione. Riprendere questo potere significa che dovrai uscire dalla tua zona di comfort, affrontare la tua temuta paura e combattere il mostro dell'ansia.

Per diventare più forti significa che dovrai comportarti in modo che sia controintuitivo alle tue paure diventando molto familiare con quelle sensazioni di panico. Essere resilienti significa che devi esporsi a quelle sensazioni spiacevoli, in modo da apprendere che sono innocue. Se sei disposto a sopportare queste sfide, allora supererai l'ansia e le paure irrazionali.

Ricorda che la consapevolezza genera sollievo e potere, mentre l'evitamento porta all'ansia e alla sofferenza. Neo ha scelto la pillola rossa, perché alla fine quello che non sai potrebbe farti del male. Cosa sceglierai?

Solutions Collecting From Web of "Pillola rossa o pillola blu? Quello che non sai potrebbe ferirti!"