Peter Breggin nel complesso psicofarmaceutico

Eric Maisel
Fonte: Eric Maisel

La seguente intervista fa parte di una serie di interviste sul "futuro della salute mentale" che durerà per oltre 100 giorni. Questa serie presenta diversi punti di vista su ciò che aiuta una persona in difficoltà. Ho mirato ad essere ecumenico e ho incluso molti punti di vista diversi dal mio. Spero che vi piaccia. Come per ogni servizio e risorsa nel campo della salute mentale, si prega di fare la dovuta diligenza. Se desideri saperne di più su queste filosofie, servizi e organizzazioni menzionati, segui i link forniti.

**

Intervista a Peter Breggin

EM: Esegui un sito web su "fatti di droga psichiatrici". Quali sono le tue intenzioni con quel sito web?

PB: Nel corso della mia carriera di psichiatra, ho trovato, su base clinica e scientifica, che gli psicofarmaci fanno molto più male che bene. Il mio sito web professionale (www.breggin.com) è iniziato come un tentativo di presentare al pubblico i miei libri di ricerca scientifica e articoli peer-reviewed, e di tenere aggiornati i riformatori interessati sugli ultimi problemi della riforma psichiatrica. Il sito Web mette a disposizione informazioni sui miei oltre venti libri e oltre cinquanta articoli scientifici, oltre al mio programma radiofonico, newsletter, video educativi, interviste ai media e altre attività di riforma.

Nel momento in cui ho iniziato i miei sforzi di riforma nei primi anni '70, ero quasi solo tra gli psichiatri o altri professionisti nel difendere l'industria farmaceutica, l'industria degli elettroshock, l'American Psychiatric Association, l'AMA e altri membri di quello che definito come il "complesso psicofarmaceutico". Il mio sito web e le conferenze che teniamo, fin dall'inizio erano destinati a fornire un supporto reciproco a me e ad altri professionisti e cittadini che volevano opporsi agli abusi della psichiatria organizzata e dell'industria farmaceutica .

Poiché sono diventato sempre più attivo come esperto medico in casi legali, anche questo è diventato una parte significativa del mio sito web. Descrivo le recenti vittorie della corte in merito ai danni causati da farmaci psichiatrici, elettroshock, psicochirurgia, trattamenti involontari e altri aspetti della psichiatria moderna. Sono orgoglioso di essere stato l'esperto medico o psichiatrico nelle primissime vittorie di trial sull'improbabile elettroshock (ECT) e psicochirurgia e, più recentemente, in molti casi che hanno coinvolto gli effetti avversi di psicofarmaci come la discinesia tardiva (un disturbo del movimento causato dall'antipsicotico droga), e omicidio e suicidio causati da antidepressivi, stimolanti e benzodiazepine.

Diversi anni fa, mia moglie ed io abbiamo iniziato un'organizzazione senza fini di lucro 501c3 volta a promuovere forme di terapia più premurose, empatiche ed efficaci. L'organizzazione, denominata Centro per lo studio della terapia empatica, dell'educazione e della vita, si trova in un altro sito web, www.empathictherapy.org. Quel sito web fornisce un centro di risorse per le persone in cerca di aiuto. Presenta anche il mio concetto di ciò che comporta un approccio terapeutico ideale. Manteniamo o sponsorizziamo conferenze con professionisti all'avanguardia e altri individui riformisti.

EM: hai scritto un libro intitolato Ritiro di farmaci psichiatrici. Puoi condividere con noi alcuni titoli di quel libro?

PB: La prima metà del libro presenta una panoramica degli effetti dannosi degli psicofarmaci che dovrebbero indurre le persone a non prenderli o a ritirarsi non appena possibile in modo sicuro. Esamina ogni categoria di farmaci inclusi antipsicotici, antidepressivi, stimolanti per l'ADHD, stabilizzatori dell'umore e sedativi come le benzodiazepine per trattare l'ansia e l'insonnia.

Il lettore sarà scioccato di quanto siano dannose le droghe e di quante prove ci siano per la loro efficacia. Quando vengono presi per mesi o anni, tutti gli psicofarmaci possono danneggiare seriamente il cervello, prevenire il recupero e rovinare la qualità della vita dell'individuo. La prima metà del libro rivede anche migliori approcci psicologici, sociali ed educativi per aiutare persone e famiglie.

La seconda metà del ritiro dei farmaci psichiatrici mira ad aiutare i medici prescrittori, i terapeuti, i pazienti e le loro famiglie nel processo di sospensione del farmaco. Si tratta di un approccio centrato sul cliente o sul paziente con enfasi sulla creazione di un gruppo di sostegno forte, con un ritiro graduale guidato da un processo collaborativo con enfasi sulla valutazione dell'individuo su come procede il ritiro.

EM: Recentemente hai scritto un libro intitolato Guilt, Shame and Anxiety: Understanding and Overcoming Emotion Negative. Puoi parlarci un po 'delle tue intenzioni con quel libro?

PB: Alcune persone ben intenzionate credono che la colpa o la vergogna forniscano una "bussola morale" per vivere le nostre vite. Molti anni di esperienza clinica e personale mi hanno convinto che la colpa e la vergogna in effetti non hanno alcun ruolo positivo nel vivere una vita matura e di successo. Insieme all'ansia, alla colpa e alla vergogna ci sono le emozioni primitive costruite dentro di noi dall'evoluzione biologica. Quando gli umani si sono evoluti con una combinazione di tendenze violente e amorevoli contrastanti, la colpa, la vergogna e l'ansia si sono evolute per inibire l'espressione di violenza, aggressività e ostinazione nelle nostre relazioni più intime o personali. Quando le persone entrano in conflitto, queste emozioni tendono a interrompere pensieri, sentimenti e azioni pericolosamente assertivi, ma nella vita moderna finiscono per diventare autodistruttivi.

Sfortunatamente, queste emozioni sono indiscriminate e tendono a sopprimere le azioni liberamente scelte, anche quando sono costruttive e amorevoli. Poiché l'evoluzione ha costruito questa capacità nella nostra genetica e biologia, è molto primitiva e grossolana. Inoltre, le esperienze della prima infanzia, nel bene e nel male, suscitano e plasmano l'espressione di colpa, vergogna e ansia. Quindi, queste emozioni non sono solo primitive, sono preistoriche – quasi completamente formate prima ancora che possiamo ricordare e molto prima che potessimo capire ciò che ci stava accadendo emotivamente.

Il mio libro Guilt, Shame and Anxiety fornisce utili tabelle e tabelle per imparare a identificare queste emozioni legacy negative dal passato primitivo e dalla prima infanzia. Fornisce quindi indicazioni su come controllare queste emozioni e invece guidare le nostre vite con la ragione, i principi e l'amore.

EM: Quali sono i tuoi pensieri sull'attuale paradigma dominante di diagnosi e trattamento dei disturbi mentali e sull'uso del cosiddetto farmaco psichiatrico per trattare i disturbi mentali nei bambini, negli adolescenti e negli adulti?

PB: Ho iniziato ad attaccare il modello medico, comprese diagnosi e trattamenti fisici, decenni fa. Molte persone continuano a trarre beneficio da uno dei miei libri precedenti su di esso, chiamato Psichiatria Tossica: Perché la Terapia, l'Empatia e l'Amore devono Sostituire la Droga, l'Elettroshock e le Teorie Biochimiche della "Nuova Psichiatria".

Il modello psichiatrico della sofferenza umana ha causato danni non quantificati a centinaia di milioni di vittime di trattamenti involontari, ospedali psichiatrici, droghe ed elettroshock. Ha anche rallentato la civiltà minando le tradizioni occidentali di individualità, responsabilità personale e amore. Ha convinto la società moderna che la sofferenza emotiva si basa sui cosiddetti squilibri biochimici quando in realtà è radicata in una complessa combinazione di natura umana, esperienza individuale e processo decisionale, e influenze sociali.

Questo modello biologico imperfetto ignora tutte le realtà importanti della vita umana dagli spaventosi effetti del trauma infantile e della delusione e della perdita degli adulti rispetto all'importanza di vivere secondo principi e ideali degni di nota. Innanzitutto, abbiamo bisogno di estirpare l'influenza della moderna psichiatria biologica, dove strangola le nostre vite individuali e i nostri valori culturali. Quindi dobbiamo sostituirlo con valori come indipendenza, mutualità, responsabilità e amore.

EM: Se tu avessi una persona amata in un disagio emotivo o mentale, cosa suggeriresti che lui o lei faccia o provi?

PB: Pochissimi psichiatri offriranno a un individuo in difficoltà l'aiuto psicoterapeutico necessario attraverso la terapia individuale, di coppia o familiare. Invece, gli psichiatri ora drogano e scioccano in modo riflessivo quasi tutti quelli che passano attraverso i loro uffici. Di conseguenza, quando tu o una persona cara si sentono emotivamente vulnerabili e angosciati, è più sicuro evitare gli psichiatri.

Invece, se desideri un aiuto professionale, cerca un terapeuta che offra terapia sia individuale che familiare. Questi terapeuti includono consulenti, terapisti del matrimonio e della famiglia, assistenti sociali clinici e psicologi clinici. E prima di vedere un terapeuta, controlla in anticipo se accetteranno di trattarti senza farti riferimento da uno psichiatra o da un altro medico per la terapia psichiatrica. I migliori terapeuti sanno che gli psicofarmaci fanno più male che bene.

Se hai un bambino in preadolescenza angosciato, la terapia dovrebbe concentrarsi sugli adulti in famiglia e non sul ragazzo. Quando i bambini sono piccoli, e prima che la pressione tra pari e la droga diventino un grosso problema, i genitori devono concentrarsi quasi interamente su come stanno crescendo e prendendosi cura di un bambino turbato. Se hai un adolescente che sta avendo problemi, allora la terapia dovrebbe includere sia l'adolescente che i genitori, sia insieme che separatamente, o entrambi.

Ricorda che la terapia è solo uno dei tanti modi per guarire la sofferenza emotiva. In un certo senso, tutta la vita è la fonte della nostra guarigione, compresa la spiritualità, Dio, la natura, la creatività, il lavoro produttivo, le attività significative e, soprattutto, le relazioni responsabili e amorevoli.

**

Peter R. Breggin, MD, è stato chiamato "The Conscience of Psychiatry" per i suoi numerosi decenni di sforzi riusciti a riformare il campo della salute mentale. Il suo lavoro scientifico ed educativo ha fornito le basi per la critica moderna di farmaci psichiatrici e ECT, e apre la strada a promuovere terapie più premurose ed efficaci. Ha scritto dozzine di articoli scientifici e più di venti libri tra cui il bestseller Talking Back to Prozac (1994, con Ginger Breggin), Medication Madness: Il ruolo dei farmaci psichiatrici in casi di violenza, suicidio e criminalità (2008), Ritiro di farmaci psichiatrici : Una guida per i prescrittori, i terapisti, i pazienti e le loro famiglie (2013) e senso di colpa, vergogna e ansia: comprensione e superamento delle emozioni negative.

www.breggin.com

**

Eric Maisel, Ph.D., è l'autore di oltre 40 libri, tra cui The Future of Mental Health, Ripensare la depressione, Padroneggiare l'ansia creativa, Boot Boot per la vita e The Van Gogh Blues. Scrivi Dr. Maisel a ericmaisel@hotmail.com, visitalo su http://www.ericmaisel.com e scopri di più sul futuro del movimento per la salute mentale su http://www.thefutureofmentalhealth.com

Per saperne di più e / o per acquistare The Future of Mental Health visita qui

Per vedere il roster completo di 100 ospiti intervistati, visita qui:

Interview Series

Solutions Collecting From Web of "Peter Breggin nel complesso psicofarmaceutico"