Perfezionismo: ereditato o una soluzione psicologica?

In un certo senso, sono un perfezionista. Il lato positivo, posso contare su me stesso per ottenere un lavoro, e in generale in tempo. Conosco abbastanza bene i miei schemi per sapere che anche quando procrastino, soprattutto se ho una scadenza, di solito lo incontrerò. Quindi, ho smesso di preoccuparmi quando procrastinare. Ho fiducia che il mio perfezionismo prevarrà quando ho bisogno di esibirmi, produrre o fornire. Sono anche spinto e confido di affrontare la sfida con entusiasmo, almeno se non di successo. Posso facilmente spiegare il mio perfezionismo sia come difesa contro i problemi dell'infanzia che mi ha fatto sentire demoralizzato e svalutato, ma forse il mio perfezionismo è stato ereditato. Anche mia sorella ce l'aveva. Aveva esperienze e ricordi d'infanzia molto diversi, e, per la maggior parte, piacevoli; tuttavia, era, quasi del tutto, se non in tutti i sensi delle parole, "praticamente perfetta". Come, Mary Poppins. Io, d'altra parte, non avevo nessuna delle manifestazioni esteriori socialmente o familiarmente accettabili del perfezionismo, ma ero piuttosto remoto, accademico e socialmente scomodo. Tuttavia, vorrei descriverci entrambi come perfezionisti. Forse, stava affrontando la propria lotta psicologica interna e il perfezionismo era la sua soluzione. Forse, entrambi avevamo "semplicemente" ereditato le nostre tendenze.

Il perfezionismo può essere tanto costruttivo quanto distruttivo.

Un articolo del 2014 su "Science of Us", scrive Melissa Dahl, "[A] studio britannico di studenti che si sono suicidati, 11 dei 20 studenti che sono morti sono stati descritti da coloro che li conoscevano come timorosi del fallimento. In un altro studio, pubblicato lo scorso anno, oltre il 70% di 33 ragazzi e giovani uomini che si erano suicidati hanno detto ai loro genitori di aver posto "eccessivamente alte" richieste e aspettative su se stessi – tratti associati al perfezionismo ".

La questione del perfezionismo rispetto ai disturbi alimentari è una questione delicata. La ricerca sembra sostenere il perfezionismo come una caratteristica ereditaria, tuttavia, devo ancora imparare come è noto che effettivamente è ereditato. So che ci sono studi che mostrano il legame tra disturbi alimentari e perfezionismo, ma come fai a sapere con certezza che l'eredità è da dove è nato il perfezionismo? D'altra parte, trovo una ricerca che esamina il perfezionismo come una risposta o una difesa contro problemi psicologici o relazionali – il materiale che la psicoanalisi descrive, è ugualmente assente dalla "prova".

Tre spiegazioni, almeno, sono necessarie per articolare il mio punto:
Cos'è il perfezionismo?
Che cos'è il "pensiero / teoria / prova / ricerca" che il perfezionismo è ereditato?
Che cos'è il "pensiero / teoria / prova / ricerca" che il perfezionismo è la conseguenza di disordini psicologici?

Definito il perfezionismo

Cercando una definizione (preferibile?) Di perfezionismo di Wikipedia, affronta gli aspetti psicologici, pur facendo affermazioni esagerate alla sua origine:

"Il perfezionismo, in psicologia, è un tratto della personalità caratterizzato dalla ricerca di una persona per l'impeccabilità e l'impostazione di standard di prestazione eccessivamente elevati, accompagnata da autovalutazioni eccessivamente critiche e preoccupazioni riguardo alle valutazioni altrui. È meglio concettualizzato come una caratteristica multidimensionale, poiché gli psicologi concordano sul fatto che ci sono molti aspetti positivi e negativi. Nella sua forma disadattativa, il perfezionismo spinge le persone a tentare di raggiungere un ideale irraggiungibile, e il loro perfezionismo adattivo a volte può motivarle a raggiungere i loro obiettivi. Alla fine, traggono piacere dal farlo. Quando i perfezionisti non raggiungono i loro obiettivi, spesso cadono in depressione ".

La WebMD afferma: "I ricercatori dicono che il perfezionismo è uno stile di personalità in cui una persona è eccessivamente critica nei confronti delle proprie prestazioni. I perfezionisti tendono anche ad avere un eccessivo bisogno di approvazione e sono molto preoccupati di commettere errori. Si differenziano dagli alti livelli di successo che sono guidati da un obiettivo da raggiungere, mentre i perfezionisti sono guidati dalla paura del fallimento ".

Quali prove abbiamo che il perfezionismo è ereditato?

In un articolo pubblicato sull'International Journal of Eating Disorders (maggio 2013), l'autore (Keel) presume che il perfezionismo sia un fattore di personalità. Lei basa le sue conclusioni su questa ipotesi. "I fattori di personalità come l'emotività e il perfezionismo negativi contribuiscono allo sviluppo di disordini alimentari." Prosegue dicendo, "Tuttavia, questi fattori (emotività e perfezionismo negativi) possono essere influenzati indirettamente aumentando la suscettibilità all'internalizzazione [del] magro ideale … "

Cynthia Bulik, Università di NC, un'attesa molto attenta nel campo dei disturbi alimentari, ha condotto ricerche approfondite sulle influenze genetiche nei disordini alimentari. Il Dr. Bulik afferma: "La maggior parte dei pazienti e dei loro pazienti afferma che il perfezionismo risale a prima che sviluppassero un disturbo alimentare", continua, "Le ragazze che sono altamente perfezioniste e si puniscono indebitamente per i fallimenti percepiti possono essere aiutate a imparare come dare stessi una pausa e impostare obiettivi più realistici. Ciò potrebbe anche aiutarli a sviluppare standard di immagine corporea più realistici e forse a prevenirli nello sviluppo di comportamenti di perdita di peso così estremi. "(American Journal of Psychiatry, febbraio 2003.) Il dott. Bulik sembra presumere che il perfezionismo sia una caratteristica ereditaria, come il colore degli occhi? Ulteriori esplorazioni e spiegazioni vengono fermate quando qualcosa viene ereditato.

Carrie Paulus della Vanderbilt University non solo mette in relazione il perfezionismo con i fattori sociali, ma afferma che il perfezionismo è il risultato di una pressione sociale.
"Gran parte della ricerca conferma le ipotesi che tratti di personalità rigidi e controllanti come il perfezionismo sono altamente correlati con le persone affette da disturbi alimentari. Queste dimensioni della personalità come il perfezionismo e i tratti ossessivo-compulsivi sono spesso il risultato di intense pressioni socioculturali che guidano la nostra società moderna e veloce ".

Questa affermazione, anche con una correlazione positiva tra perfezionismo e pressione sociale, non può ancora affermare che l'una causa l'altra. È vero, quelli che sono perfezionisti sono probabilmente preoccupati di ciò che pensano gli altri; pertanto, la pressione sociale, compresi i media, avrebbe probabilmente un effetto di rinforzo sulle persone che tendono al perfezionismo. Ma la causalità è una questione diversa e ciò ha causato ciò che diventa rapidamente la discussione, piuttosto che concentrarsi sulla causa principale del perfezionismo.

Sono ancora lasciato perplesso circa l'origine del perfezionismo. Può essere ragionevole affermare che il perfezionismo è ereditato, ma questa affermazione è corretta? Se un nonno, un genitore e un bambino possono avere tendenze perfezioniste, non garantisce che il tratto sia stato ereditato. Potrebbe essere. Ma i "tratti" possono essere modellati e appresi nel tempo (le cose su cui si basa la CBT) o tutte e tre le generazioni hanno a che fare con un problema psicologico ripetitivo. Traumi e abusi, ad esempio, sono spesso un dono che continua a dare. Quindi, il perfezionismo può essere una risposta al controllo, o alla manifestazione o un tentativo di dominare la ricaduta di eventi traumatici o di abuso che si sono verificati a livello transgenerazionale.

Che prove abbiamo che il perfezionismo è una risposta psicologica o una conseguenza di problemi psicologici o relazionali?

Jon Frederickson è l'autore di Co-Creating Change, una psicoterapia dinamica intensiva a breve termine basata sul libro, un approccio che sta guadagnando slancio nel trattare problemi generali di salute mentale e disturbi alimentari. La comprensione di Fredericton del perfezionismo è attraverso un obiettivo psicoanalitico.

"Come ricordi, con una difesa del personaggio il paziente fa a se stesso ciò che qualcuno gli ha fatto in passato. Quindi, se il paziente ha un padre critico e perfezionista, può criticare se stesso e mantenersi agli standard perfezionistici. Cioè, piuttosto che provare rabbia nei confronti del suo padre critico, come difesa si identifica con il padre verso il quale provava rabbia. "Oh no, non provo rabbia nei suoi confronti. Io sono lui. "Come mostra la letteratura psicoanalitica, il paziente può identificarsi con il genitore critico per evitare perdite, per scongiurare la rabbia e per mantenere un attaccamento insicuro. Quindi, come dice così bene Lorna Benjamin, la difesa è un "dono dell'amore". "Amo mio padre così tanto che proteggerò lui e il nostro rapporto dalla mia rabbia rivolgendomi a me stesso sotto forma di autocritica e perfezionismo."

Fredericton continua: "La cosa più importante da ricordare sul perfezionismo è che è fondamentalmente una forma di odio verso se stessi. Il paziente perfezionista crede di non poter essere amato per la sua essenza, solo se diventa uguale a un ideale. Crede di non essere incondizionatamente amabile per quello che è; crede di poter essere amato solo condizionatamente, basandosi su quello che fa. Il perfezionismo, nella sua forma nevrotica, è l'amore per il perfetto e l'odio per la persona. "

Questa "argomentazione" fa appello alla mia sensibilità psicoanalitica, tuttavia, quale prova ci sia che il perfezionismo è un compromesso psicologico o tenta di dare un senso alle relazioni e alle esperienze o di trovare una soluzione ai conflitti intra e inter psichici?

Il mio punto è questo. Non sappiamo in modo definitivo e probabile, come nella maggior parte delle situazioni, le persone sono complicate e uniche. Quindi, le tendenze perfezionistiche di una persona possono essere il risultato di un trauma e un'altra potrebbe averla imparata da un genitore che mostrava un comportamento ossessivo / compulsivo. Altri, potrebbero averlo ereditato come un "tratto". Ciò che conta per me è che ci asteniamo, ancora una volta, da tutte o niente da dichiarazioni o affermazioni che fermano la discussione in virtù del fare affermazioni definitive radicali (ommmmm.)

Per dire che i malati di disturbi alimentari sono probabilmente dei perfezionisti è vero; chiedi a molti malati e loro te lo diranno. Affermare che il loro perfezionismo è stato ereditato è probabilmente vero per alcuni, ma non per tutti. Separare ulteriori esplorazioni affermando che qualcosa è ereditato aiuta alcuni, in particolare i malati di disordini alimentari, che possono trarre vantaggio dall'interruzione del discorso negativo nella loro testa. Ma potrebbe non spiegare perché gli altri sono perfezionisti e capire che la motivazione psicologica può rivelarsi utile e curativa, in particolare in situazioni di trauma, senso di colpa ed esperienze durante l'infanzia che lasciano un bambino vergognoso o criticato.

Migliore,

Judy Scheel

Judy Scheel
Judy Scheel, Ph.D, LCSW
Fonte: Judy Scheel

Solutions Collecting From Web of "Perfezionismo: ereditato o una soluzione psicologica?"