Perdono e salute

Dobbiamo sviluppare e mantenere la capacità di perdonare. Colui che è privo del potere di perdonare è privo del potere di amare. C'è del buono nel peggiore di noi e del male nel migliore di noi. Quando scopriamo questo, siamo meno inclini a odiare i nostri nemici. Martin Luther King Jr.

Cos'è il perdono?

Anche se può essere definito in modi diversi, il perdono viene solitamente descritto come "il processo intenzionale e volontario attraverso il quale una vittima subisce un cambiamento nei sentimenti e nell'atteggiamento riguardo a un'offesa, lascia andare le emozioni negative come la vendità, con una maggiore capacità di desiderare il colpevole bene ". Nonostante sia un tema comune in teologia, sociologia e diritto, c'è stato anche un gran numero di studi di ricerca che guardano al valore psicologico del perdono. Che questo implichi il perdonare noi stessi, perdonare qualcun altro o essere perdonato, l'impatto che il perdono può avere sui rapporti personali e sulla salute emotiva può essere profondo.

Secondo uno studio del 2012, esaminando un campione nazionale di oltre 1200 americani anziani, il perdono condizionale degli altri è emerso come un significativo fattore predittivo di longevità. In altre parole, non riuscire a perdonare altre persone può essere considerato un rischio per la salute. Il perdono può anche svolgere un ruolo importante nelle relazioni familiari e nella salute fisica dei membri della famiglia.

Ma possono esserci anche diversi livelli di perdono. Il perdono del tratto , per esempio, si manifesta attraverso diverse relazioni, reati e circostanze mentre il perdono episodico comporta un singolo atto di perdono per un reato specifico. C'è anche il perdono diadico che implica il perdonare un partner (come un marito o una moglie) per gravi infrazioni. La maggior parte degli studi che esaminano il perdono e la salute di solito si concentrano sul tratto o sul perdono diadico poiché l'impatto sulla salute a lungo termine è più facile da misurare.

Negli ultimi dieci anni, i ricercatori hanno identificato diversi effetti fisiologici che il tratto e il perdono episodico possono avere sul corpo umano. In uno studio del 2001 che esaminava l'uso delle immagini del perdono per gestire i ricordi dolorosi, i soggetti che immaginavano di perdonare le persone che li offendevano sperimentarono una frequenza cardiaca più bassa e una pressione arteriosa media (MAP) rispetto ai soggetti che si immaginavano in possesso di rancore. I pensieri non perdonanti hanno anche prodotto un aumento della risposta della pelle galvanica e una maggiore risposta EMG. Altri studi hanno rilevato una pressione arteriosa diastolica e sistolica inferiore legata al perdono, in particolare per le donne, nonché un forte legame tra perdono e problemi di salute auto-riportati.

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista Couple and Family Psychology: Research and Practice fornisce ulteriori prove del valore del perdono nell'alleviare le malattie cardiache. Un team di ricercatori guidati da Frank Fincham della Florida State University ha esaminato novanta coppie reclutate dalla zona di Tallahassee, in Florida, per misurare la fisiologia del perdono nel matrimonio. In media, le coppie erano sposate da dodici anni e non avevano precedenti di problemi di salute. Tutti i soggetti del test sono stati testati su diverse misure fisiologiche tra cui la frequenza cardiaca, la pressione arteriosa sistolica e diastolica, il carico di lavoro cardiaco (consumo di ossigeno) e la pressione arteriosa media.

I soggetti di ricerca hanno anche completato test psicometrici che misurano il perdono di carattere diadico e tratto e la soddisfazione della relazione. Il questionario sulle caratteristiche del perdono includeva elementi come "Tendo a superarlo rapidamente quando qualcuno ferisce i miei sentimenti" mentre il perdono diadico veniva misurato con elementi come "Quando il mio partner mi toglie, accetto solo la loro umanità, difetti e insuccessi." Relazione la soddisfazione è stata misurata con articoli che includono "Ho una relazione calda e confortevole con il mio partner".

Come previsto, il perdono dei tratti e il perdono diadico erano forti predittori di diverse misure di salute cardiovascolare sia per i mariti sia per le mogli. Anche quando la soddisfazione coniugale è stata presa in considerazione, le persone che hanno ottenuto punteggi elevati nelle due misure di perdono avevano una frequenza cardiaca più bassa, una pressione sanguigna e una migliore efficienza cardiovascolare rispetto ai soggetti con punteggi di perdono bassi. Quando i mariti e le mogli venivano confrontati direttamente, la relazione tra il perdono e la salute dei tratti tendeva a essere maggiore per i mariti che per le mogli, anche se i risultati erano significativi per entrambi i sessi.

Quindi cosa suggeriscono questi risultati? Come Frank Fincham e i suoi coautori sottolineano nelle loro conclusioni, malattie cardiovascolari come ipertensione, malattie cardiache e ictus sono le principali cause di morte in tutto il mondo. Per questo motivo, è fondamentale imparare a capire in che modo i fattori psicologici possono influenzare la salute cardiovascolare.

Anche se avere una forte tendenza a perdonare sembra essere strettamente correlata al miglioramento del funzionamento del cuore, questo studio ha testato solo i soggetti di ricerca in un dato momento, senza considerare come il perdono possa evolvere nel tempo. Tuttavia, gli effetti del perdono sul funzionamento del cuore appaiono anche maggiori di molte delle procedure mediche preventive raccomandate dai cardiologi per i pazienti cardiopatici. Ciò sopporta sicuramente il seguito di studi di ricerca futuri.

Nel frattempo, considera il valore di salute del perdono semplice invece di lasciare che il risentimento nei confronti di reati passati si offuschi. La vita che salvi potrebbe essere la tua.

Solutions Collecting From Web of "Perdono e salute"