Perdere dieci sterline entro marzo? Perché non è una buona idea

La nostra buona amica Marlene (non il suo vero nome), ha recentemente annunciato che lei e tutte le altre donne nel suo ufficio si sono impegnate a perdere dieci sterline entro marzo, con l'obiettivo di perdere una sterlina a settimana. Questa non è la prima volta che ha fatto un tale patto, ma uno dei tanti, e ogni volta che dieci sterline indesiderate sono sparite brevemente, ma poi è tornato indietro di solito portando con sé uno o due chili in più. La perseveranza e la volontà di lei e dei suoi amici di provare e riprovare è impressionante. Sfortunatamente, è destinato a fallire ancora una volta perché ostenta la saggezza incorporata dei loro corpi. Ecco perché.

Marlene è abbastanza nella media e, secondo le indagini annuali del governo, le donne americane medie assumono 1860 calorie al giorno; ma andiamo fino al 2000. Un chilo di grasso equivale a 3500 calorie, quindi perdere una sterlina a settimana significherà tagliare la sua assunzione di 500 calorie al giorno. Potrebbe non sembrare molto, ma è una riduzione di appena tre quarti di ciò che mangia di solito. Marlene non vuole parlare di quanto pesa, ma diciamo le sue 150 sterline. In base alla sua età e al suo peso, possiamo stimare che circa 50 chili di quel 150 siano grassi. Quindi, per raggiungere il suo obiettivo di perdere dieci chili di grasso, avrebbe dovuto perdere il 20% del suo grasso immagazzinato, una porzione piuttosto significativa.

Consideriamo ora questa situazione dal punto di vista della parte del cervello di Marlene che controlla il suo peso, il suo ipotalamo. Questo è nel nucleo antico del cervello che non è direttamente collegato ai centri cerebrali superiori, più recentemente evoluti, quindi il suo ipotalamo non "sa" che Marlene vuole perdere peso. Questo è importante perché l'ipotalamo di Marlene ha un bersaglio per il suo peso chiamato il suo punto di riferimento, e fa aggiustamenti costanti per mantenere il suo peso sullo stesso di settimana in settimana. Controlla costantemente quanto grasso Marlene ha e regola il suo appetito in modo che mangi abbastanza da mantenere il suo peso al punto stabilito.

Il punto di forza di Marlene è determinato dai geni che ha ereditato dai suoi genitori, dalla sua esperienza nel grembo di sua madre e dal fatto che abbia avuto due figli. Alcuni alimenti possono anche aumentare il punto di riferimento e, come stiamo imparando, anche la dieta. L'ipotalamo di Marlene ha determinato che ha bisogno di avere 50 chili di grasso, e può dire esattamente quanto ha da ormoni prodotti dalle sue cellule di grasso.

Ora Marlene sta scoppiando seguendo l'attenta guida del suo ipotalamo su quanto dovrebbe mangiare quando, all'improvviso, il suo apporto calorico cala di un quarto! Il suo ipotalamo le sta dicendo di mangiare, ma lei non risponde, e sta iniziando a perdere parte del suo grasso immagazzinato. Il suo ipotalmo non può che concludere che Marlene non ha più abbastanza cibo a disposizione per tenerla dove dovrebbe essere, quindi richiede una serie di passaggi fisiologici per proteggere il suo grasso. Il risultato di queste risposte è che tagliare 500 calorie non è più sufficiente per perdere un chilo alla settimana, quindi Marlene taglia ancora di più. Ma questo rende il suo ipotalamo ancora più determinato a proteggere il suo grasso. E così diventa sempre più difficile per Marlene perdere, e dopo un po 'deciderà che ha perso abbastanza e interromperà la sua dieta anche se non ha lasciato cadere dieci sterline.

Ora, il gaurdiano del suo punto di forza, il suo ipotalamo la spingerà a mangiare più di 2000 calorie al giorno in modo che possa recuperare il grasso che ha perso. Senza esserne consapevole, riacquisterà il suo peso anche se sente che sta mangiando nello stesso modo in cui era prima della sua dieta. Ma il suo ipotalamo continuerà a incoraggiarla ad ingrassare anche dopo aver riguadagnato il peso perso, e gli studi dimostrano che questi effetti possono continuare per un anno o più. Di conseguenza, Marlene probabilmente finirà il suo ciclo di dieta un chilo o due più pesante di quello in cui l'ha iniziato.

Marlene è solo una delle 45 milioni di donne americane in sovrappeso che cercano di perdere peso con la dieta ogni anno, e in media hanno guadagnato 20 sterline negli ultimi 10 anni; quindi i loro sforzi per perdere peso con la dieta non hanno funzionato. La dieta alla sterlina alla settimana non solo non riesce ad abbassare i setpoint di peso; in realtà li alza.

Allora perché il nostro cervello fa questo? Una ragione è che una donna ha bisogno di quantità eccessivamente grandi di grasso, circa sei volte più degli altri animali, per fornire i grassi essenziali necessari per la crescita e lo sviluppo dei suoi figli. Quindi il suo cervello è determinato a proteggere questo grasso. L'altra ragione è che i nostri antenati dell'età della pietra spesso avevano tempi in cui il cibo era abbondante e le volte in cui scarseggiava, quindi avere un cuscino di grasso immagazzinato era essenziale se fossero sopravvissuti ai brutti momenti. Quando facciamo la dieta, il nostro cervello pensa che i tempi cattivi siano tornati, quindi ci spinge a mangiare di più anche dopo aver riguadagnato il peso che abbiamo perso, perché non è sicuro ora quanto dureranno i bei tempi. Più spesso ci nutriamo, più conviniamo il nostro cervello che viviamo in un posto dove la fornitura di cibo è inaffidabile e più ci vuole mangiare quando il mangiare è buono e più alti sono i nostri punti di riferimento.

Una dieta frequente è probabilmente una delle ragioni per cui il numero di donne americane è aumentato di una media di venti sterline negli ultimi quarant'anni, ma i cambiamenti nella dieta americana hanno probabilmente svolto un ruolo ancora più importante; quindi quello che mangi può anche influenzare il tuo setpoint. C'è di più su questi problemi nel nostro libro, Perché le donne hanno bisogno di grasso .

Scritto da Will Lassek e Steve Gaulin

Solutions Collecting From Web of "Perdere dieci sterline entro marzo? Perché non è una buona idea"