Perché una vescica vuota potrebbe significare un portafoglio vuoto

Scusami se ti faccio una domanda davvero personale.

Quanto è piena la tua vescica?

Ti ritrovi, forse perché ho appena sollevato la questione, che ha bisogno di una visita al bagno?

Se è così allora ti suggerisco di andare subito a fare shopping, aggiornare il tuo portafoglio azionario o, in effetti, prendere qualsiasi altra decisione importante. È probabile che tu abbia meno probabilità di agire impulsivamente con una vescica piena rispetto a una vuota.

Spiegherò il collegamento tra un momento. Ma prima, diamo un'occhiata al concetto di autocontrollo, che in genere descriviamo come forza di volontà.

"L'autocontrollo è una delle caratteristiche che definiscono l'animale umano", affermano Michael Inzlicht dell'Università di Toronto e Brandon Schmeichel della Texas A & M University. "(Si riferisce) alla capacità mentale gli individui devono ignorare o modificare i propri pensieri, emozioni e comportamenti. Si basa su processi controllati per regolare gli stimoli, per destreggiarsi tra obiettivi in ​​competizione e per mantenere l'attenzione. Il suo fallimento è uno dei problemi centrali della società umana, essendo implicato in fenomeni che vanno dalla criminalità all'obesità, dal debito personale all'abuso di droghe. "(1)

Ogni giorno, ad esempio, le persone resistono agli impulsi per tornare a dormire, mangiare cibi ingrassanti o proibiti, dire o fare cose offensive ai loro partner, giocare piuttosto che andare al lavoro, impegnarsi in atti sessuali o violenti inappropriati, e per eseguire una miriade di altri comportamenti che, mentre facile e / o piacevole portano costi a lungo termine o violano le regole e le linee guida di comportamento accettabile.

Misurare l'autocontrollo nelle caramelle gommosa e molle

Secondo alcuni psicologi la cartina di tornasole di quanto autocontrollo un bambino può essere determinata da quanto tempo è in grado di resistere a mangiare un marshmallow! Questa fu la base di uno studio classico condotto a Stanford nei primi anni '70 da Walter Mischel. (2) In una versione del suo esperimento, i bambini di quattro anni sono stati lasciati in una stanza con una campana, con la quale potevano convocare uno sperimentatore che, a loro era stato promesso, avrebbe dato loro un marshmallow singolo.

Fu anche detto loro che se potevano resistere e aspettare che lo sperimentatore tornasse di sua spontanea volontà avrebbero ricevuto due marshmallows.

Alcuni bambini sono riusciti ad aspettare fino a 20 minuti per ottenere due marshmallows ma la maggior parte ha ceduto al loro desiderio di gratificazione immediata. Il principio alla base della sfida affrontata da quei bambini di quattro anni viene talvolta chiamato sconto temporale.

Per un bambino piccolo, un singolo marshmallow mangiato subito può sembrare più prezioso di due marshmallows in un futuro indefinito.

Trasposto al comportamento adulto, è facile vedere come lo sconto temporale spinga le persone altrimenti razionali a compromettere la loro salute e felicità a lungo termine per ottenere guadagni a breve termine. Quella TV in grande schermo in vendita potrebbe sembrare più gratificante mentre la osservi rispetto a un futuro vagamente libero da debiti. Oppure il dessert speciale di stasera, il Black Forest Gateau, può sembrare più importante (come si osserva un altro fortunato commensale che lo gusta) rispetto a una vita più snella in fondo alla strada.

L'autocontrollo migliora il benessere

Un singolo marshmallow, come una singola azione impulsiva, può sembrare banale. Ma nel corso della vita, la capacità di esercitare l'autocontrollo può fare la differenza tra successo e fallimento. La ricerca ha dimostrato che le persone con un alto livello di autocontrollo sono più sane, godono di migliori relazioni e hanno più successo a scuola e nel lavoro rispetto a quelle a bassa forza di volontà.

I bambini nello studio Marshallow di Mischel, ad esempio, sono stati rintracciati durante l'adolescenza. I ricercatori hanno scoperto che i bambini di quattro anni che hanno ritardato con successo la gratificazione sono stati meglio adattati in età avanzata e hanno fatto meglio nei loro esami rispetto a quelli che avevano ceduto alla tentazione.

Esercitare l'autocontrollo indebolisce l'autocontrollo

Uno dei limiti principali del nostro autocontrollo si rivela, paradossalmente, l'autocontrollo stesso! Numerosi studi hanno dimostrato che i processi esecutivi mediante i quali controlliamo i nostri impulsi si comportano molto come i muscoli che si stancano durante l'uso. Esercitare l'autocontrollo in un'area della vita – una condizione che lo psicologo Roy Baumeister definiva "depletamento dell'ego" – rende più difficile esercitare l'autocontrollo in un'altra, almeno immediatamente.

In uno studio, a un gruppo di partecipanti affamati è stato proibito di mangiare dolci appena sfornati, posti su un piatto di fronte a loro e fatti mangiare invece dei ravanelli! (3)

Questi partecipanti hanno rinunciato più velocemente a un compito frustrante rispetto a un gruppo di controllo a cui era stato concesso di sbizzarrirsi. In un altro, i partecipanti sono stati istruiti a sopprimere tutti i pensieri di un orso bianco per cinque minuti. Subito dopo, hanno bevuto più birra in un presunto "test di degustazione", nonostante sapessero che in seguito avrebbero effettuato un esame di guida, rispetto ai membri del gruppo di controllo. (4)

Il che potrebbe significare che astenersi dall'avere litigi con il proprio capo durante il giorno potrebbe rendere più difficile per te resistere al binging sul cibo di comodità quella sera. Il costante sforzo di attenersi a una dieta può farci fare acquisti più impulsivi al centro commerciale.

Le regioni cerebrali che controllano la forza di volontà fanno molto di più che tenere sotto controllo i nostri impulsi. Fanno parte di un insieme più ampio di funzioni esecutive coinvolte nell'autocontrollo, nella gestione di fattori di stress, nella ponderazione delle alternative e nel prendere decisioni, tutte basate sulla stessa fonte di energia limitata. (5)

In uno studio, gli studenti dovevano scegliere tra una varietà di corsi successivamente studiati meno duramente per un test di matematica, scegliendo invece di giocare ai videogiochi o leggere riviste.

Guardare è deprecabile come fare

È persino possibile diventare ego-impoverito semplicemente guardando gli altri esercitando forza di volontà. In un recente studio di Kathleen Vohs e dei suoi colleghi, ai partecipanti è stato chiesto di mettersi nei panni di un finto cameriere affamato o di una cameriera in un ristorante gourmet a cui è proibito mangiare sul posto di lavoro. Hanno quindi visualizzato le foto di vari prodotti come orologi, automobili e elettrodomestici e hanno valutato quanto sarebbero disposti a spendere per loro.

Dovendo esercitare un autocontrollo indiretto, le persone erano disposte a spendere di più per i beni di consumo, rispetto a un gruppo di controllo. (6)

Lo studio Full Bladder

Il che ci riporta ad avere una vescica piena a disagio!

Nell'esperimento, i partecipanti hanno bevuto cinque tazze d'acqua o preso piccoli sorsi d'acqua da cinque tazze separate. Dopo una quarantina di minuti, la quantità di tempo che impiega l'acqua per raggiungere i ricercatori della vescica ha valutato l'autocontrollo dei partecipanti chiedendo loro di fare una serie di scelte.

Questi offrivano una ricompensa piccola, ma immediata, o una ricompensa più grande, ma ritardata. Ad esempio, potrebbero scegliere di ricevere $ 16 il giorno seguente o $ 30 in 35 giorni. I ricercatori hanno scoperto che le persone con vesciche piene erano più brave a resistere più tardi alla ricompensa più grande. Altri esperimenti hanno rinforzato questo collegamento; per esempio, in uno, solo il pensare a parole legate alla minzione ha innescato lo stesso effetto! (7)

Quindi forse dovresti bere una bottiglia d'acqua prima di prendere una decisione circa l'idea di avere un secondo aiuto per quella deliziosa crema éclair o premere impulsivamente il pulsante 'Acquista' sul tuo sito web preferito. O forse i negozi dovrebbero mettere a disposizione dei clienti un bagno. Con una vescica vuota potrebbero essere più disposti a buttare fuori gli acquisti d'impulso.

"Noi siamo le nostre scelte", ha detto il filosofo francese Jean Paul Sartre ed è certamente vero che sono le nostre decisioni – spesso rese impulsivamente e inconsapevolmente – a dare forma al nostro futuro.

Riferimenti

(1) Inzlicht, M & Schmeichel, BJ (2012) Cos'è l'esaurimento dell'Io? Verso una revisione meccanicistica del modello delle risorse delle prospettive di autocontrollo sulle scienze psicologiche 7 (5) 450-463

(2) Mischel, HN & Mischel, W. (1983). Lo sviluppo dei bambini

conoscenza delle strategie di autocontrollo. Sviluppo del bambino 54: 603-19

(3) Baumeister, RF, Bratslavsky, E., Muracen, M. & Tice, DM (1998). 'Impoverimento dell'Io: il sé attivo è una risorsa limitata?' Journal of Personality and Social Psychology 74: 1252-6

(4) Muraven, M., Lorraine, CR & Neinhaus, K. (2002). "Autocontrollo e contenimento dell'alcool: un'applicazione iniziale del modello di forza di autocontrollo". Psychology of Addictive Behaviors 16 (2) 113-120

(5) Vohs, KD, Baumeister, RF, Nelson, NM, Rawn, CD, Twenge, JM,

Schmeichel, BJ, & Tice, DM (2008). Fare scelte compromette il successivo autocontrollo: un conto di risorse limitate del processo decisionale, dell'autoregolamentazione e dell'iniziativa attiva. Journal of Personality and Social Psychology, 94 (5) 883-898

(6) Vohs, KD & Faber, RJ (2007). Risorse esaurite: la disponibilità di risorse autoregolamentate influisce sull'acquisto d'impulso. Journal of Consumer Research 33: 537-47.

(7) Tuk, MA, Trampe, D. & Warlop, L. (2011) Spillover inibitorio: aumento dell'urgenza Urination facilita il controllo dell'impulso nei domini non correlati Psychological Science, 22 (5) 627-633

Solutions Collecting From Web of "Perché una vescica vuota potrebbe significare un portafoglio vuoto"