Perché tanta pubblicità da studente e networking?

Un sondaggio sulla MTVU-Associated Press, i cui risultati sono stati pubblicati all'inizio di ottobre, mostra l'apparente ampiezza dell'interconnessione degli studenti universitari attraverso i social media e la tecnologia. Ad esempio, il 13% degli studenti ha stimato di inviare 101-200 messaggi di testo sul proprio cellulare "in un giorno tipico", con un altro 10% che indovina di inviare 201 o più SMS al giorno. Di studenti che riferiscono di aver utilizzato siti di social networking come Facebook, MySpace o Twitter (e il 92% dichiara di avere), il 26% ha affermato di avere tra 500-999 "amici", il 10% da 1.000-1999 amici e 2 %, 2000 o più!

La grande quantità di messaggi è coerente con ciò che vedo mentre insegno le mie lezioni. In una classe universitaria attualmente sto insegnando, sembra che ci siano sempre alcuni studenti che smistano mentre la lezione sta andando avanti. In un modo, in una classe precedente, a quanto pare, ero in grado di ridurre i messaggi durante la lezione programmando una breve pausa a metà strada (questa era una lezione più lunga della mia attuale). Sembrano esserci piccoli messaggi mentre stavo facendo le conferenze, ma una volta che ho annunciato che avremmo iniziato la pausa, praticamente tutti in classe hanno tirato fuori i loro dispositivi di comunicazione!

In risposta al sondaggio, un affiliato di notizie televisive qui a Lubbock, in Texas (Fox 34) ha fatto una storia al Texas Tech per ottenere un angolo locale, per il quale sono stato intervistato (ecco una trascrizione). Quindi, ultimamente, ho riflettuto molto sulle tendenze delle connessioni sociali simili ai centopiedi degli studenti e sulle possibili cause del fenomeno.

Certamente, gli studenti (come chiunque altro) vorrebbero evitare le profondità della solitudine. Quello che vogliono invece è sentirsi connessi. Supponiamo, infatti, che la disponibilità di amici e familiari a portata di mano (anche se senza la ricchezza di incontri faccia a faccia) possa migliorare i sentimenti di connessione sociale. La mia prossima domanda, quindi, sarebbe: Perché così tanti studenti universitari sembrano andare ben oltre, nelle dimensioni della rete e nella frequenza della comunicazione, che presumibilmente sarebbe necessario per avere un senso di connessione significativo e appagante? È davvero necessario inviare 100 o 200 messaggi di testo al giorno o avere 1.000 o più amici di Facebook? Infatti, nell'indagine di cui sopra, gli studenti hanno riferito di impegnarsi in quelle che potrebbero essere considerate le forme di amicizia più vicine (ad esempio, vedere qualcuno di persona, parlare al telefono con lui o lei, condividere dettagli personali) con solo "alcuni" o " molto pochi "dei loro membri della rete. Allora, perché le grandi reti e gli SMS frenetici?

Un ospite che è venuto di recente al Today Show della NBC per discutere i vantaggi delle connessioni sociali ha suggerito, tra le altre cose, che ricevere un messaggio scherzoso ("LOL") da un amico o un parente potrebbe produrre un tipo di contagio di felicità (guarda il video) . Direi anche, dalla mia esperienza personale, che dopo aver postato qualcosa (un commento, un collegamento web, ecc.) Su un sito di networking, blog o forum di discussione, c'è una certa eccitazione nell'attesa di vedere se gli altri rispondono ai tuoi post e , se è così, cosa dicono.

Il libro di Malcolm Gladwell, The Tipping Point , su ciò che rende un oggetto culturale (film, libri, moda, ecc.) Rapidamente aumenta di popolarità, offre un'altra prospettiva. Gladwell scrive di connettori, che sono prolifici nel diffondere il passaparola. I connettori hanno una "capacità di attraversare molti mondi diversi [che] è una funzione di qualcosa di intrinseco alla loro personalità, una combinazione di curiosità, fiducia in se stessi, socievolezza ed energia" (pagina 49). Quindi, gli instancabili texters e networker in mezzo a noi potrebbero semplicemente essere manifestazioni del concetto di connettore di Gladwell. I connettori, tuttavia, sono descritti da Gladwell come abbastanza rari nella popolazione, probabilmente troppo rari per giustificare le proporzioni considerevoli degli studenti citati sopra che inviano volumi di messaggi di testo così alti.

Non essendo completamente soddisfatto delle spiegazioni finora esaminate sul motivo per cui alcuni studenti universitari costruiscono reti così grandi e inviano all'infinito messaggi avanti e indietro, ho consultato la letteratura di ricerca sulle scienze sociali. Ho trovato un articolo sul Journal of Computer-Mediated Communication , che riportava un esperimento di simulazione in cui gli intervistati di studenti universitari hanno visualizzato una delle cinque versioni di una pagina di simulazione di Facebook. Le versioni differivano solo per il numero di amici che l'utente di Facebook raffigurato aveva, circa 100, 300, 500, 700 o 900. Dopo aver visto il profilo di Facebook mock-up, l'intervistato ha valutato l'utente di Facebook su varie misure di attrattiva e personalità

Contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare, l'utente fittizio di Facebook non era necessariamente più gradito quando raffigurato come dotato di una rete più ampia. Su una misura di "attrattiva sociale" (cioè, quanto altri vorrebbero essere amici con te), l'utente di Facebook ha ottenuto punteggi più alti quando visualizzava una dimensione di rete di 300 o 100. Tuttavia, con dimensioni di rete di 500, 700 e 900, i rating di attrattiva sociale del proprietario della rete hanno iniziato a ridiscendere. Gli autori hanno offerto la seguente spiegazione speculativa dei loro risultati:

"Gli individui con troppi amici possono sembrare troppo concentrati su Facebook, amici per disperazione piuttosto che per popolarità, trascorrono molto tempo sui loro computer che cercano apparentemente di connettersi in un ambiente mediato dal computer dove si sentono più a loro agio nell'interazione sociale faccia a faccia … "

Pertanto, sembra che l'aumento delle dimensioni della rete potrebbe anche aumentare il gradimento degli altri. Ma solo fino a un certo punto. A questo punto, sembra che ci siano un sacco di possibili ipotesi per il comportamento degli studenti in rete e in messaggi di testo, ognuno dei quali offre una spiegazione parziale. Grazie per aver dedicato del tempo a leggere questa colonna. Ora puoi tornare al tuo Facebook e inviare messaggi!

Solutions Collecting From Web of "Perché tanta pubblicità da studente e networking?"