Perché sto raccomandando un film per bambini agli adulti

Quando è stata l'ultima volta che ti è piaciuto lo stesso film fino a cinque anni?

Era passato molto tempo da me, ma quello è cambiato ieri quando io e mio figlio siamo andati a vedere Inside Out , il nuovo film della Disney Pixar. Siamo entrambi assolutamente adorabili!

The Walt Disney Company
Fonte: The Walt Disney Company

Sapevo che sarebbe stato proprio il mio vicolo perché riguarda le emozioni e ho scritto un intero libro sulle emozioni.

Ma quello che non ho realizzato fino a quando l'ho visto, è che Inside Out fa più che toccare le basi delle emozioni – insegna alcuni concetti molto sofisticati sull'intelligenza emotiva che anche gli adulti hanno bisogno di capire meglio.

Ecco perché sto raccomandando Inside Out a tutti i miei pazienti, e anche a te:

Tutte le emozioni sono importanti, non solo quelle che si sentono bene.

Il film presenta cinque emozioni, ciascuna rappresentata antropomorficamente come personaggi che vivono nel centro di comando della mente di Riley, il protagonista di 11 anni. Sono Gioia, Tristezza, Paura, Disgusto e Rabbia.

Gran parte del film è incentrato su un conflitto tra Gioia e Tristezza, mentre Riley lotta per adattarsi al trasferimento della sua famiglia in una nuova città.

Joy, che è abituata ad avere il controllo, continua a cercare di spingere Sadness da parte per tutto il film. Alla fine impari la lezione di vita che la gioia non è l'unica emozione di cui hai bisogno per avere una vita appagante e piena di significato.

Attraverso il viaggio di Riley per far fronte alla perdita delle sue amiche e della sua vita a casa, vedi che è Sadness che la tiene legata a ciò che è importante per lei nella vita. Impari anche che la rabbia motiva, mentre Paura e Disgusto ti tengono al sicuro.

Non avrei potuto dirlo meglio anch'io.

Le emozioni devono essere riconosciute e convalidate per impedir loro di correre alla deriva.

Mentre la Gioia e la Tristezza cercano disperatamente di tornare al centro di comando nella mente di Riley, scoprono che non solo tutte le emozioni sono importanti, ma ognuna deve essere espressa e convalidata.

Quando un personaggio dall'immaginazione di Riley si sente triste, Joy cerca di convincerlo che ha torto sul suo punto di vista e cerca di fargli vedere il lato positivo della situazione. Ma in realtà questo lo fa sentire peggio.

Non è fino a quando Sadness si unisce a lui nella sua miseria, riconoscendo e convalidando quanto male sente, che in realtà inizia a sentirsi meglio.

Avete mai notato come più si tenta di spingere via un'emozione angosciante più grande sembra ottenere? O quanto può provare fastidio quando una persona amata cerca di parlarti per sentire quello che provi?

Potrebbe sembrare controintuitivo, ma permetterti di provare le tue emozioni è il primo passo per poter fare qualcosa su di loro.

I ricordi non sono necessariamente precisi.

Mentre Riley sperimenta eventi della vita, i suoi ricordi sono formati e memorizzati come piccoli globi di neve che interpretano le scene all'interno. Il film illustra in modo molto creativo l'impatto che le emozioni possono avere sui tuoi ricordi.

Quando la Tristezza tocca un globo di neve, inavvertitamente cambia la scena all'interno, sottolineando gli aspetti negativi di un evento.

Essere consapevoli dell'impatto che il tuo stato d'animo ha delle tue esperienze è un'opportunità per te di sfidare il tuo punto di vista e cogliere te stesso che distorce le cose quando ti senti angosciato.

Se dovessi offrire una critica al film, è che le emozioni di amore, vergogna e gelosia sono state tralasciate. Potrebbero averlo fatto per semplificare la narrazione, ma insegno ai miei pazienti riguardo alle otto grandi famiglie emotive e puoi leggerle qui.

Inside Out è così dettagliato nelle sue intuizioni creative sulle emozioni che vedrò di nuovo. L'hai già visto? Mi piacerebbe sapere cosa hai pensato nella sezione comune qui sotto.

consapevolmente,

Erin

Per rimanere aggiornato su Wise Mind Living visita erinolivo.com

Segui Erin su Twitter

Come Erin su Facebook

© 2015, Erin Olivo, PhD

Solutions Collecting From Web of "Perché sto raccomandando un film per bambini agli adulti"