Perché scegliamo partner che spingono i nostri pulsanti

LuckyImages/Shutterstock
Fonte: LuckyImages / Shutterstock

Di recente ho scritto sul motivo per cui potresti aver scelto un partner che è qualificato in modo univoco per spingere i tuoi pulsanti. Ora voglio iniziare a descrivere cosa puoi fare al riguardo. Lascia che ti risparmi un po 'di suspense: questo ti coinvolgerà cambiando atteggiamento, non cambiando i comportamenti del tuo partner.

Spesso sceglieremo di collaborare con qualcuno i cui comportamenti o presenza determineranno problemi difficili dal nostro passato, di solito dalla nostra infanzia. Il motivo per cui lo facciamo non è perché siamo masochisti, ma perché siamo alla ricerca della totalità . Finché portiamo il dolore e i limiti del nostro passato, non possiamo essere i nostri migliori e completi sé. Credo che non esista un metodo migliore per la liberazione e la completezza del calderone di una relazione impegnata ea lungo termine.

Prendi in considerazione Carol e John, una coppia inventata ma archetipica che all'inizio si erano innamorati perdutamente. Carol amava la spontaneità di John, il suo pensiero creativo fuori dagli schemi e il suo temperamento artistico. John amava la solidità e la praticità di Carol. Carol si sentiva viva quando era con John; la vita aveva colori vivaci ed eccitazione. John si sentiva al sicuro e al sicuro con Carol; in sua presenza sentiva di poter raggiungere le stelle.

Avanti veloce di 10 anni e due bambini. La fase romantica dell'amore è finita da un pezzo e la coppia ha otto anni in una lotta di potere: Carol si risente per l'irruenza e l'irresponsabilità di John e lo vede più come un terzo figlio che come un partner adulto. John si sente soffocato dall'interminabile preoccupazione di Carol per il denaro e le responsabilità; è diventata la proverbiale coperta umida sulle loro vite. La loro famiglia si è riempita di sparring tesi e ogni tanto cerca di arruolare i bambini nei loro conflitti.

Cosa è andato storto qui? Come può questa triste ma così comune storia avere qualcosa a che fare con l'interezza? (Per una bella descrizione di Hollywood di questo, dai un'occhiata a The Story of Us con Michelle Pfeiffer e Bruce Willis.)

Ho un'insegnante a cui piace dire "Assumiamo i nostri partner per fare un lavoro e poi vogliamo licenziarli quando iniziano a farlo". Carol scelse inconsciamente John perché era allevata da un donnaiolo, irresponsabile, ma affascinante padre e madre responsabile ma martirizzata. Nella lotta per il potere dei suoi genitori si schierò con sua madre. Si è identificata con il senso di preoccupazione di sua madre e ha adottato il suo sistema di credenze secondo cui la vita è un affare serio e se sei troppo simile a papà, le fatture non vengono pagate e le cose brutte accadono.

John è stato allevato da due genitori felici ma frivoli che sapevano divertirsi ma non riuscivano a capire come guadagnarsi da vivere. Si spostavano costantemente da un posto all'altro; la vita domestica era caotica e le regole erano minime. Tutti i suoi amici adoravano venire perché i suoi genitori erano così "cool". John era cresciuto senza molte restrizioni, uno "spirito libero". Interiormente, tuttavia, desiderava la struttura e la routine che vedeva nelle case dei suoi amici, per sapere cosa poteva aspettarsi quando tornava a casa da scuola ogni giorno.

Da bambini vediamo la vita in termini più in bianco e nero e prendiamo decisioni concrete basate su questo tipo di pensiero. Carol ha deciso che era troppo pericoloso per essere come suo padre: fai del male ad altre persone quando sei troppo libero, quindi è meglio optare per il percorso responsabile come sua madre. Eppure cosa è successo al lato creativo innato di Carol? Dove potrebbe trovare espressione? Ovviamente sarebbe stata presa da John quando lo incontrò: ha dato nuova vita a lei "finisco sempre i miei compiti prima di uscire a giocare".

E che mi dici di John? Non importa quanto sia divertente la sua infanzia, si sente insicuro in un mondo senza regole, e con l'instabilità del suo stile di vita. Incontrò Carol e sembrò la perfetta incarnazione di tutto ciò che non aveva mai avuto: ordine, sicurezza e una casa che è un rifugio dal caos del mondo esterno.

Tutto ciò ha senso. Allora perché non vissero felici e contenti? Perché non potrebbero complementare perfettamente ciò che manca all'altro?

La risposta è che non possiamo esternalizzare il nostro sviluppo al nostro partner. Carol deve recuperare la propria vivacità e spontaneità, altrimenti è semplicemente sposata con suo padre, qualcuno che si diverte a divertirsi mentre fa tutto il lavoro. John deve sviluppare la propria capacità di strutturare e ordinare e interiorizzarlo. Altrimenti Carol appare come il suo carceriere, non come sua moglie.

Fonte: da Barry Badcock

Un'ulteriore accenno a questa dinamica è che reclamare queste parti perdute di noi stessi implica incontrare il dolore che sentivamo da bambino quando originariamente perdevamo quelle parti. Ma non ci piace farlo, e così quando un partner innesca quei ricordi, anche se inconsciamente, tiriamo fuori piuttosto che sederci nel disagio della nostra stessa infanzia riportata a noi.

So che questo può sembrare un po 'troppo accurato di uno schema per adattarsi al caos della vita reale, ma posso prometterti che lo vedo in azione di volta in volta. Quando una coppia ottiene veramente di essere intrappolata in questa drammatica rievocazione della loro infanzia, allora sono nella posizione di assumersi la responsabilità della propria totalità. Possono finalmente iniziare una relazione più consapevole e reciproca con il loro coniuge.

Solutions Collecting From Web of "Perché scegliamo partner che spingono i nostri pulsanti"