Perché professori di ricerca? Parte 1

Sono di umore reattivo. Nel mio blog più pubblico, di recente ho pubblicato uno dei motivi per cui dovremmo essere sospettosi riguardo alle accuse americane contro la Siria. Qui, però, voglio reagire a un articolo di Inside Higher Ed, che suggeriva che le istruzioni insegnano meglio della facoltà della linea di possesso. (L'articolo è stato divulgato dal mio collaboratore, Nicholas Rowland, attraverso il blog di teoria organizzativa di cui fa parte, e l'originale può essere trovato qui.) Va bene, basta un lead-in …

Alcune appendici certamente insegnano meglio della maggior parte dei membri di facoltà della linea di possesso, ma qualsiasi ricerca su chi è nel complesso migliore deve essere vista con sospetto a causa di due potenziali grandi fonti di confusione. La prima fonte di confusione è causata dal modo in cui l'aggiunta si è spostata da un lavoro part-time che è una parte totalmente legittima, ma minuscola, della maggior parte degli elenchi di insegnanti delle università, a un lavoro a tempo pieno che è probabilmente illegittimo e di grandi dimensioni , parte degli elenchi di insegnanti di molte università. Questo è un problema per una discussione successiva. La seconda fonte di confusione è che poche persone sembrano capire perché potremmo desiderare di avere ricercatori che insegnano ruoli. Questa è la confusione di cui voglio parlare, anche se è troppo grande per essere affrontata in un singolo post, quindi ne parlerò solo nel contesto del recente articolo.

Lo studio in questione si trova a capofitto nella seconda confusione perché: se ci fosse una giustificazione per avere ricercatori attivi in ​​classe, sarebbe esattamente perché le loro classi erano in qualche modo diverse da quelle insegnate dai non ricercatori. Ci sono anche buone ragioni per ritenere che tali corsi sarebbero diversi in esattamente i modi che renderebbero difficile confrontare l'apprendimento tra le classi.

Per dirla in un altro modo: se le migliori opzioni per i corsi di un'università di ricerca sono corsi tenuti da docenti non di ricerca, qualcosa è andato seriamente male.

Per iniziare dando credito agli autori, lo studio in questione è stato fatto molto bene e merita di essere affrontato molto seriamente. Il loro metodo di valutazione dell'apprendimento degli studenti, in particolare, era abbastanza intelligente. Per confrontare la qualità dei tipi di istruttore, gli autori hanno esaminato gli otto anni di classi di matricole della Northwestern. Hanno iniziato con gli studenti del primo semestre, prendendo qualsiasi corso che hanno concluso, e poi misurato la percentuale di studenti che probabilmente si iscrivono a un secondo corso nello stesso campo e quanto bene lo studente ha fatto in quel secondo corso . Questo è un ottimo metodo e neutralizza molte delle critiche al ginocchio che si potrebbero mettere contro lo studio. In particolare, non si basa sui voti dati dal primo gruppo di istruttori. Hanno anche permesso a ogni studente di agire come il proprio controllo, il che è molto bello – per ogni studente hanno scelto due soggetti, un soggetto con un primo corso tenuto da un istruttore di tenure-track, l'altro con un primo corso insegnato da un istruttore non di ruolo. Poi hanno visto se ogni studente ha seguito un secondo corso in entrambe le materie e ha misurato il rendimento degli studenti.

Ci sono due o tre risultati veramente importanti nello studio, a seconda di come vuoi rompere le cose. In primo luogo, è più probabile che gli studenti seguano un secondo corso in una materia se il loro primo corso è stato insegnato da un docente non dipendente. In secondo luogo, è probabile che gli studenti facciano meglio nel loro secondo corso se il loro primo corso è stato insegnato da un docente non a tempo determinato. Terzo, entrambi gli effetti precedenti sono maggiori per gli studenti che sono entrati nell'università meno preparati. Come affermano gli autori:

i docenti non di ruolo sembrano indurre studenti relativamente marginali, che avrebbero potuto comportarsi in modo peggiore nelle classi successive, a prendere comunque quelle classi. (pagina 8)

E piuttosto che mettere a rischio lo studente che si aspetta una performance peggiore, una prima classe con un corpo docente non di ruolo

aumenta il voto guadagnato in quella classe successiva (pagina 9)

Tra tutti gli studenti, l'aumento del tasso di assunzione di una seconda classe è del 7,3% o del 9,3%, a seconda di come lo si conta, e l'aumento di grado è di circa un decimo di un punto (cioè, non molto, ma significativo comunque). L'interazione con gli indicatori pre-universitari dello studente è un po 'più complicata, e non entrerò in tutti i dettagli. L'interazione degna di nota è che gli studenti con indicatori peggiori hanno ottenuto il massimo beneficio dai docenti non di ruolo (in un corso successivo) in materie accademiche che hanno amministrato i gradi più duri.

La storia più facile da trarre dai dati è questa: i docenti che hanno un chiaro obbligo primario di insegnare lo fanno meglio. Non solo ispirano i loro studenti a perseguire ulteriori lezioni nella loro area, ma preparano meglio gli studenti per lo studio futuro. In particolare, i docenti di linea non di ruolo si prendono il tempo necessario per ispirare gli studenti più deboli e per fornire loro gli strumenti necessari per avere successo.

Tuttavia, la storia più facile non è sempre quella corretta. Conosco molte aggiunte straordinarie che si adatterebbero perfettamente alla storia di cui sopra. Ma ho un sentimento fastidioso legato alla fonte di confusione che ho evidenziato sopra: cosa succede se il vantaggio di avere un ricercatore di ruolo in classe è il tipo di beneficio che non si presenterebbe in questo confronto?

Nella mia esperienza, molti professori, a prescindere dal loro grado, sono sotto pressione per insegnare le loro classi in un modo molto standardizzato, concreto, falsamente definitivo. E su quel campo di gioco, mi aspetto che i docenti di linea non di possesso abbiano un vantaggio. Classi standardizzate, concrete, falsamente definitive rendono gli studenti più felici e, in particolare, rendono le cose più facili per gli studenti più deboli. Immaginate, per un momento, una lezione di Intro Organic Chemistry che ha gettato nella ricerca primaria, focalizzata sul pensiero dinamico anziché sulla memorizzazione, e ha esposto gli studenti al numero infinito infinito di fattori che possono influenzare una reazione. Confrontalo con una lezione di Chimica Organica che si attesta su un libro standardizzato altamente focalizzato, prova gli studenti solo su sintesi ben determinate che funzionano nei modi più prevedibili e che in tal modo hanno sorvolato gran parte della complessità. Sicuramente quest'ultima classe si tradurrà in studenti più felici e quindi in più studenti che frequentano un secondo corso di chimica. Questo dovrebbe essere intuitivo per quasi tutti. Tuttavia, mi piacerebbe fare l'affermazione (forse) più controverso che gli studenti del corso standardizzato hanno maggiori probabilità di fare bene nel loro prossimo corso. Questo perché probabilmente arriveranno nel loro prossimo corso con una base più solida in una vasta gamma di materiali un po 'concordati. Arriveranno al loro prossimo corso più preparati esattamente per il prossimo corso, ma meno preparati alla fine a fare chimica organica. I migliori studenti avranno capacità accademiche in grado di compensare questo deficit temporaneo, quindi la differenza sarà più visibile negli studenti più deboli.

Per tornare alla psicologia: se avessi insegnato ai miei druthers nell'Intro Psychology, sembrerebbe che abbia poca somiglianza con il corso standard. Il corso dovrebbe principalmente insegnare agli studenti a pensare al fenomeno psicologico in un modo radicalmente nuovo (cioè, come psicologo professionista, nella vena ecologica), e non sarebbe un sacco di argomenti insieme. Gli studenti che fanno bene in questo corso avranno iniziato a padroneggiare questo nuovo modo di pensare. Tuttavia, non avranno imparato tanto della litania del vocabolario e delle tradizioni comuni che costituiscono la maggior parte delle classi di Intro Psych di oggi. Se la psicologia di classe di livello medio che questi studenti seguono verrà insegnata in un modo più standardizzato, allora quelli che escono dal mio corso probabilmente lotterebbero un po 'di più. La differenza nelle prestazioni future sarebbe probabilmente maggiore per gli studenti "più deboli", vale a dire quelli meno abili con l'astrazione, il pensiero critico e gli incarichi autonomi. Avranno imparato meno nella mia classe rispetto agli studenti "più forti", e avranno meno possibilità di compensare quel deficit con un debole per la memorizzazione smussata di factoidi falsamente definitivi.

Mentre ammetto pienamente questo svantaggio iniziale i miei studenti potrebbero soffrire nella loro prossima lezione, in cambio ottengono una comprensione molto più profonda del campo nel suo complesso e, cosa più importante, ottengono una classe che non avrebbe potuto essere insegnata loro da qualcun altro. In altre parole, gli studenti della mia classe otterrebbero il beneficio di essere istruiti da un ricercatore professionista, qualcuno attivamente lavorando per ripensare il campo, mentre gli studenti della classe standardizzata otterrebbero poco più di quello che potevano leggendo e studiando un libro disponibile per loro per una piccola tassa.

Ovviamente ho anticipato questo dicendo "Se avessi avuto i miei druthers." Il punto di permanenza è quello di permettere alle persone della sicurezza di insegnare a queste nuove classi, e il punto di tenere un corpo docente attivo in ricerca (in senso lato) è che il facoltà hanno la capacità di insegnare tali nuove classi. I docenti non di ruolo presso la maggior parte delle istituzioni sarebbero sciocchi a resistere alle pressioni per insegnare lezioni standardizzate. I docenti non di ruolo sono molto più vulnerabili ai capricci di studenti infelici e sono molto più obbligati a insegnare in un modo che soddisfi le aspettative ristrette degli altri membri del dipartimento e degli amministratori. Inoltre, i docenti che non svolgono attività di ricerca (ampiamente interpretati) non sono in grado di offrire agli studenti una visione nuova e unica della materia. Mentre possono introdurre nuovi metodi pedagogici, per definizione stanno presentando materiali che gli studenti potrebbero ottenere altrove.

Insomma, mentre elogio il Figlio, Schapiro e Soter per il loro studio e i loro metodi intelligenti, sollecito cautela. Penso che ci sia un valore in qualcosa che la facoltà di ruolo di ricerca attiva dovrebbe e dovrebbe offrire, quando insegna corsi, che i docenti non di ricerca non attivi in ​​linea di ricerca non sono in una buona posizione da offrire. Questo è esattamente il tipo di formazione personalizzata, unica per la posizione che dovrebbe rendere l'università meritevole, al contrario dell'opzione molto più economica di restare a casa e leggere libri da solo.

—–

I corsi introduttivi di PS sono stati utilizzati negli esempi sopra riportati perché sono ciò che gli studenti delle matricole nello studio avrebbero probabilmente intrapreso. La differenza tra una facoltà attiva nella ricerca e una facoltà non attiva nella ricerca che insegna il corso di livello superiore dovrebbe essere ancora più drammatica. (E di nuovo, ritarderemo per la discussione successiva il fatto problematico rispetto a un numero crescente di docenti non in possesso di titoli di ruolo che sono attivi nella ricerca).

Figlio, DN, Schapiro, MO, e Soter, KB (2013). I docenti di ruolo sono insegnanti migliori? Documento di lavoro NBER, 19406 . (Estratto il 9/12/13 da http://www.nber.org/papers/w19406)

Solutions Collecting From Web of "Perché professori di ricerca? Parte 1"