Perché potresti essere un bigotto

Group Conflict

Siamo affascinati da storie di pregiudizi. Che si tratti delle risposte degli elettori al candidato presidenziale Mitt Romney o al tragico caso di Trayvon Martin, un giovane uomo di colore ucciso da un coordinatore non-nero della comunità in Florida, a volte siamo ossessionati dal modo in cui individui e gruppi discriminano gli altri individui e gruppi. E i media, sempre desiderosi di attirare più occhi per vendere più pubblicità, sono felici di accendere le fiamme.

C'è stata una ricerca molto interessante ultimamente sul pregiudizio. Per esempio, il mio precedente post ("Sei facilmente disgustato? Potresti essere un conservatore") sulla ricerca di Kevin Smith riguardo al disgusto e all'ideologia politica richiama una varietà di concetti di pregiudizio. Il recente articolo di Thomas Chadefaux e Dirk Helbing suggerisce che la razionalità del pregiudizio varia a seconda della situazione. E ti piacerebbe metterti alla prova per i pregiudizi relativi a razza, religione, peso, età o sesso? Visita lo studio del Progetto Implicito di Harvard, dove puoi fare una serie di test per i pregiudizi che usano misure di atteggiamenti e convinzioni implicite che le persone non sono disposte o non sono in grado di riferire (no, la maggior parte delle persone non ammette di essere prevenute).

Il mio coautore J. David Schmitz ha anche contribuito a questa ricerca attraverso il suo lavoro sul comportamento politico in-group / out-group. Nel seguito, Dave presenta un argomento evolutivo relativo alla razionalità del pregiudizio.

Dave, sei su …

Più di 30 anni fa, Richard Dawkins posò in The Selfish Gene che tutti gli animali sono veicoli per i geni che cercano l'immortalità attraverso l'idoneità riproduttiva. Poiché i geni "vogliono" vedere se stessi sopravvivere, in un certo senso "programmano" gli organismi per riconoscere e proteggere altri organismi che condividono i loro stessi geni – e diffidare di quelli che non lo sono. Gli umani non sono diversi. Poiché il nostro obiettivo finale è la riproduzione, gli esseri umani hanno una serie adeguata di obiettivi fondamentali come acquisizione dell'acquisizione, raggiungimento dello status sociale, auto-protezione e prevenzione delle malattie. Poiché gli esseri umani sono ultrasuoni, l'acquisizione di questi obiettivi si svolge quotidianamente attraverso meccanismi cognitivi, affettivi e comportamentali. Alcuni di questi sono di natura positiva, come il desiderio di nutrire i nostri giovani; ma altri meccanismi sono un modello per avversione precauzionale a coloro che potrebbero desiderare di farci del male. Il pregiudizio potrebbe non essere qualcosa interamente insegnato attraverso la socializzazione.

Noi siamo, secondo Dawkins, macchine per la sopravvivenza. Gli psicologi evoluzionisti Steven L. Neuberg, Douglas T. Kenrick e Mark Schaller spiegano due dei sistemi di precauzione che si sono probabilmente evoluti per creare una risposta di lotta o fuga a coloro con cui differiamo: l' auto-protezione e l' evitamento della malattia. Allo stesso modo gli umani nascono con la paura dei serpenti, potremmo anche avere un'avversione intrinseca per le persone che guardano, suonano e agiscono in modo diverso da noi. Per esempio, gli umani sono estremamente sintonizzati con la presenza di espressioni facciali arrabbiate e posture dominanti in pubblico. È interessante notare che una faccia arrabbiata o impaurita è riconosciuta molto più rapidamente in una folla se è tenuta in modo specifico da un maschio, e specialmente se quel maschio è di una razza diversa dalla propria. Nel nostro passato ancestrale, la violenza per l'acquisizione di risorse o compagni era comune e coinvolgeva di solito uomini. La percezione di un potenziale aggressore maschile innesca quindi una risposta affettiva, negativa sotto forma di pregiudizio nei confronti di quell'individuo. Tuttavia, non tutti i pregiudizi sono uguali. I recenti lavori di Catherine Cottrell e Steven Neuberg indicano che diverse minacce percepite suscitano risposte diverse. Laddove i pregiudizi nei confronti degli uomini afroamericani e arabi risultano nella paura, i pregiudizi nei confronti degli uomini omosessuali suscitano emozioni di disgusto.

Il disgusto è centrale nella spiegazione di Neuberg, Kenrick e Schaller del sistema di prevenzione delle malattie adattive. La stessa area del cervello di uno che non ama usare un bagno pubblico sporco potrebbe essere la stessa parte del cervello che crea pregiudizi contro determinati dati demografici … o anche la stessa parte che rende i conservatori conservatori (vedi il post precedente). I sentimenti di disgusto hanno più probabilità di essere nutriti contro popoli che storicamente avrebbero portato patogeni più esotici, come stranieri e stranieri. Un meccanismo funzionale nato dal disgusto si sta quindi allontanando da quelli percepiti come potenzialmente portatori di malattie indesiderate. Allo stesso modo la paura raccolta da uno straniero maschio arrabbiato potrebbe suscitare una risposta di fuga, il disgusto raccolto da omosessuali o stranieri come un outgroup potrebbe suscitare caratterizzazioni di evitamento e / o contenimento. Il pregiudizio è quindi una risposta adeguata alla minaccia percepita non solo dal danno fisico, ma anche dalla malattia.

… Grazie, Dave. Quindi, seguendo la revisione della ricerca di Dave, i pregiudizi possono essere motivati ​​dalle forze evolutive e ambientali.

Hai visitato Project Implicit? Se è così, lascia un breve commento per dirci cosa hai scoperto sul tuo livello di pregiudizio … se ne hai il coraggio.

Se ti è piaciuto questo post, si prega di condividerlo via e-mail o su Facebook o Twitter. Per vedere altre ricerche che trovo interessanti, seguimi su Twitter @GreggRMurray.

Per maggiori informazioni: Chadefaux, T. e D. Helbing. 2012. "La razionalità dei pregiudizi". PLoS ONE 7 (2): e30902. doi: 10.1371 / journal.pone.0030902.

Solutions Collecting From Web of "Perché potresti essere un bigotto"