Perché l'esercizio stimola sia il corpo che la mente

Di Angela J. Grippo, Ph.D.

Una risoluzione comune del nuovo anno è quella di iniziare, o migliorare, una routine di esercizi. Naturalmente, questo è un obiettivo meraviglioso perché l'esercizio fisico ha molti vantaggi, come aumentare la forza muscolare, mantenere i nostri cuori in buona salute, allontanare le malattie croniche e aiutarci a versare alcuni chili indesiderati.

Ma lo sapevi che anche l'esercizio fisico è molto buono per il nostro cervello?

Infatti, oltre ai molti benefici fisici dell'esercizio, un'altra grande ragione per intensificare la nostra routine di esercizi è quella di migliorare il nostro umore e la capacità di far fronte allo stress.

Un moderato esercizio aerobico può essere di grande aiuto per l'umore. Per esempio, i pazienti con depressione da lieve a moderata si sono impegnati in un programma di esercizi di 12 settimane che coinvolgono una delle tre routine di allenamento. La routine consisteva in un esercizio moderato, a bassa intensità o con placebo (regime di flessibilità) a frequenze di cinque o tre giorni alla settimana (Dunn et al., 2005). I pazienti con la routine a intensità moderata hanno mostrato miglioramenti maggiori nel loro umore rispetto ai gruppi a bassa intensità e placebo. È interessante notare che non vi era alcuna differenza nel miglioramento dell'umore tra quelle persone che esercitavano tre giorni alla settimana contro cinque giorni alla settimana.

La ricerca da studi sugli animali, come con i roditori, fornisce anche la prova che l'esercizio fisico può cambiare l'umore e il comportamento. Per esempio, topi stressati mostreranno segni comportamentali di "depressione" consumando meno di una bevanda zuccherata rispetto ai topi non stressati. Questo consumo ridotto di una bevanda zuccherina è indicativo degli animali che derivano meno piacere da un'esperienza che era piacevole (bere la bevanda dolce), che è un segno comune di stress e depressione. Ma se i topi sono autorizzati ad allenarsi in una ruota da corsa per tre settimane, non si mostrano come pronunciati di un cambiamento nel consumo della bevanda zuccherata – indicando miglioramenti nel comportamento, emozione e capacità di far fronte allo stress (Solberg et al. , 1999).

L'esercizio fisico può persino migliorare le risposte comportamentali ed emotive allo stress sociale. Ad esempio, un roditore unico che viene utilizzato per studiare lo stress sociale e le emozioni è l'arvicola della prateria. Prairie voles vivono su prairieelands in gruppi familiari, con madri e padri che crescono insieme i loro piccoli. Gli animali formano anche legami sociali molto forti, proprio come gli umani. Lo stress sociale, come separare le arvicole della prateria dalla loro famiglia o dai loro amici, porta a cambiamenti nel comportamento e nelle emozioni che assomigliano alla depressione. Ad esempio, questi roditori traggono anche meno piacere dal bere una bevanda zuccherata a causa dello stress sociale. (Grippo et al., 2011).

Tuttavia, se le arvicole delle praterie sono autorizzate ad allenarsi in una ruota da corsa per quattro settimane mentre sono separate da familiari o amici, mostrano miglioramenti nel comportamento e nelle emozioni e possono gestire meglio lo stress lieve (Ihm et al., 2013). Perché le arvicole mostrano molti tratti sociali unici che rispecchiano gli esseri umani (come formare legami sociali duraturi), e mostrano anche molte somiglianze biologiche con gli umani (come le somiglianze nel modo in cui il cervello regola gli ormoni, i vasi sanguigni e il cuore) , questa ricerca che coinvolge roditori può essere applicata agli esseri umani. Suggerisce che anche noi possiamo beneficiare degli effetti di stress-stress dell'esercizio.

Perché l'esercizio fisico ha effetti tampone-stressanti ed elevatori dell'umore? Una ragione potrebbe essere il modo in cui l'esercizio cambia la comunicazione nel cervello. L'esercizio regolare può incoraggiare una nuova crescita cellulare nel cervello (Olson et al., 2006 discutono molti studi che hanno dimostrato questo effetto) – che è fondamentale per un'adeguata comunicazione cerebrale, reattività emotiva e la nostra capacità di far fronte allo stress.

Quindi, inizia una nuova routine di esercizi nel 2014 (dopo aver parlato con il tuo medico per essere sicuro che questa sia la scelta giusta per te). Non solo vedrai miglioramenti nella forza muscolare e nella forma fisica cardiaca, ma anche il tuo cervello ti ringrazierà! Una routine regolare e moderata può avere immensi benefici sul nostro umore e sulla nostra capacità di gestire lo stress.

Angela Grippo è professore associato di psicologia presso la Northern Illinois University. Insegna corsi di neuroscienza e cervello. La sua ricerca si concentra sulle interazioni tra emozioni, interazioni sociali e cuore, comprese le basi psicologiche e biologiche del legame tra disturbi dell'umore e malattie cardiovascolari. Usa le arvicole come modello animale.

Riferimenti

Dunn, AL, Trivedi, MH, Kampert, JB, Clark, CG, e Chambliss, HO (2005). Esercizio di trattamento per la depressione: efficacia e dose-risposta. American Journal of Preventive Medicine, 28, 1-8.

Grippo, AJ, Carter, CS, McNeal, N., Chandler, DL, LaRocca, MA, Bates, SL, e Porges, SW (2011). Disfunzione autonomica 24 ore e comportamenti depressivi in ​​un modello animale di isolamento sociale: implicazioni per lo studio della depressione e delle malattie cardiovascolari. Medicina psicosomatica, 73, 59-66.

Ihm, E., Dotson, A., Jadia, N., McNeal, N., Murphy, R., Schultz, R., Wardwell, J., Wegner, A., & Grippo, AJ (2013). Invertire gli effetti dello stress sociale attraverso l'arricchimento e l'esercizio ambientale: un modello animale. Conferenza sul comportamento animale, Bloomington, IN.

Olson, AK, Eadie, BD, Ernst, C., e Christie, BR (2006). L'arricchimento ambientale e l'esercizio volontario aumentano in modo massiccio la neurogenesi nell'ippocampo adulto attraverso vie dissociabili. Ippocampo, 16, 250-260.

Solberg, LC, Horton, TH, e Turek, FW (1999). Ritmo circadiano e depressione: effetti dell'esercizio in un modello animale. American Journal of Physiology – Fisiologia normativa, integrativa e comparativa, 45, R152-R161.

Solutions Collecting From Web of "Perché l'esercizio stimola sia il corpo che la mente"