Perché le notizie sono caricate di violenza

Se sanguina, conduce secondo un aforisma giornalistico. Questa enfasi distorce la realtà e rafforza i crimini macabri. Ma da dove viene la psiche umana?

Un modo per rispondere a questa domanda è guardare il design del cervello come un sistema di attenzione. L'attenzione è controllata nel tronco cerebrale attraverso il sistema di attivazione reticolare (RAS). Funziona come un allarme in modo che un animale si muova rapidamente se rileva un pericoloso predatore.

Il cervello e l'attenzione dei rettili

Il giornalismo ha lo scopo di attirare l'attenzione della gente, che è un altro modo di dire che attiva il loro RAS che invia una scossa di eccitazione elettrica in tutto il cervello. Il modo migliore per stimolare la RAS è quello di rappresentare eventi spaventosi, che si tratti di disastri naturali, attacchi terroristici, incendi, inondazioni, omicidi o macabri incidenti stradali.

Questi fatti della biologia cerebrale di base aiutano a spiegare perché gran parte della copertura delle notizie ruota attorno ai conteggi corporei. Il giornalismo è analogo a un elettrodo che viene permanentemente impiantato nel tronco cerebrale di un coniglio e invia periodici sobbalzi di paura.

Media Violence serve qualche funzione utile?

Qual è il punto di inviare scosse di paura attraverso il pubblico ogni giorno? Una giustificazione ovvia è che il giornalismo ci tiene informati sulle minacce alla nostra vita e sui nostri arti in modo da evitare il traffico, o vestirci calorosamente se c'è un brutto raffreddore che mette in pericolo la vita, o cancellare un viaggio in qualche paese dove una sanguinosa guerra civile è appena scoppiato.

In generale, tuttavia, la copertura di eventi violenti, come le sparatorie a scuola, ha un beneficio pubblico minimo di questo tipo. Invece è puro assillo. È come se quel coniglio dentro di noi si fosse assuefatto alla sua scossa mattutina di elettricità.

La violenza nella copertura delle notizie è potenzialmente dannosa in due modi diversi. Uno è che presenta un'immagine distorta della realtà. La maggior parte delle persone crede che viviamo in un mondo molto violento quando il numero delle morti violente è in realtà molto più basso di quanto non fosse mai stato prima (1). Questo non è solo una questione di confusione fattuale sui tassi di omicidio e sulla mortalità da guerra. Sfortunatamente, crea una grande quantità di ansia non necessaria, per non parlare delle delusioni di pericolo e degli acquisti di armi (2).

L'altro problema pratico con l'ossessione dei media con spargimenti di sangue è che può incoraggiare le persone insicure a farsi un nome eseguendo una sparatoria di massa o un altro atto di brutalità non provocata. Ogni età ha i suoi assassini narcisistici nocciola, ma i media moderni danno loro la celebrità istantanea che bramano.

Indipendentemente dai motivi degli assassini squilibrati, si deve presumere che la violenza faccia qualcosa per il pubblico. Questa impressione è rafforzata dalla quantità di violenza nell'intrattenimento. Cosa sta rafforzando nel testimoniare la violenza fittizia? Questo si applica alla violenza nelle notizie. È collegato alla sessualità nell'intrattenimento?

Sesso e violenza nell'intrattenimento

Il giornalismo e la narrativa si intersecano in intrattenimenti molto popolari dai procedimenti della polizia alla realtà TV. I primi sono spesso estremamente macabri, con numerose vittime di omicidi che si presentano in ogni episodio, spesso con segni di tortura o mutilazione. Perché le persone escono dalla visione di un'aggressione così fittizia. Quali sono le scene di sesso intercettate così frequentemente con episodi violenti?

La ricerca sulle risposte al divertimento violento trova una serie di effetti a breve termine affidabili (3). Aumenta l'eccitazione fisiologica coerente con l'idea che le persone prestino attenzione o che il RAS sia attivo. Le persone che sono esposte a un sacco di intrattenimento violento sviluppano anche un gusto per esso, suggerendo che è in qualche modo piacevole.

Inoltre, le persone che si identificano con i perpetratori di violenza in una storia sperimentano un aumento della produzione di testosterone (sia uomini che donne, 4). In altre parole, rispondono come se fossero (a) in un combattimento reale e (b) vincendo lo scontro.

Questi risultati aiutano a spiegare perché la violenza è così comune in molti tipi di media, tra cui notizie televisive, fiction e videogiochi. Tutti mirano a catturare la nostra attenzione e a tenerci interessati.

Quella violenza fornisce una scossa di eccitazione fisiologica non è certo una sorpresa. Ma perché il sangue e il sangue sono così spesso avvolti nella sessualità, che si tratti di un presentatore di notizie provocatoriamente vestito o di scene d'amore con omicidi nelle procedure della polizia?

Perché il sesso è servito insieme alla violenza?

Se la violenza attira l'attenzione, allora sicuramente le scene del sesso farebbero lo stesso? Anche le scene di sesso attirano l'attenzione e aumentano l'eccitazione autonomica perché imitano gli eventi che i nostri antenati si sono evoluti per prestare attenzione a (5).

Questo suggerisce che la sessualità gioca un ruolo artistico nella narrativa generalmente violenta, Se fosse tutta violenza, per quanto sanguinosa o spaventosa, il pubblico potrebbe essere abituato e iniziare a sintonizzarsi. Ciò è impedito dall'interconnessione di una scena di sesso che ha un tono molto diverso, ma fornisce comunque una scossa al RAS.

Quindi la violenza pervade il giornalismo e altri contenuti video, perché è un modo semplice per attirare la nostra attenzione. Il contenuto sessuale è incluso perché mantiene la nostra attenzione dal vagabondare.

fonti

1 Pinker, S. (2011). I migliori angeli della nostra natura: perché la violenza è diminuita. New York: Viking Penguin.

2 Mueller, J. (2006). Esagerato: in che modo i politici e l'industria del terrorismo gonfiano le minacce alla sicurezza nazionale e perché le crediamo. New York: stampa gratuita.

3 Anderson, CA, et al. (2010). Effetti di videogiochi sull'aggressività, l'empatia e il comportamento prosociale nei paesi orientali e occidentali: una revisione meta-analitica. Bollettino psicologico, 136, 151-173.

4 Wierstall, R., et al. (2014). La reattività e l'identificazione del testosterone con un perpetratore o una vittima in una storia sono associate all'attrazione per gli indizi relativi alla violenza. International Journal of Law e Psychiatry, 37, 304-312.

5 Lull, RB e Bushmann, BJ (2015). Vendono sesso e violenza? Bollettino psicologico, 141, 1022-1048.

Solutions Collecting From Web of "Perché le notizie sono caricate di violenza"