Perché le donne si sforzano per la perfezione addominale?

"Perché la regione addominale è la più popolare e ricercata in termini di perfezione per le donne?" Mi chiede un giornalista nella sua e-mail. Una rapida occhiata ad alcuni dei più recenti copertine di riviste verifica che gli "allenamenti Ab" abbiano un ruolo di primo piano. Ad esempio, la rivista Shape aiuta i lettori a "Up Your Ab Game", Fitness offre una guida in quattro fasi per "Sculpt Sexy Abs" per la "sezione centrale definitiva" e Women's Health offre un veloce "piano sano" per "Tight Butt" , Braccia tonica e addominali. " Perché, in effetti, gli allenamenti addominali sono così interessanti?

Le donne possono, naturalmente, esercitare i loro addominali per vari motivi, ma un modo per pensare alla popolarità degli esercizi ab è considerare la biologia del corpo (gli addominali), la psicologia delle scelte di esercizio e il nostro contesto culturale per gli ideali corporei come co-contributori nella ricerca della perfezione addominale. Diamo prima un'occhiata al corpo biologico.

Da un punto di vista anatomico, abbiamo tre strati di muscoli addominali. Solo lo strato superficiale, rectus addominale, è visibile e viene spesso definito "il six-pack". Come tutti i muscoli, il retto addominale muove le ossa per permettere ai nostri corpi di muoversi nello spazio. L'estremità superiore di questo muscolo è attaccata alla gabbia toracica e il livello inferiore all'osso pelvico. Quando il retto addominale si contrae, inclina in avanti sia la gabbia toracica che l'osso pelvico. Diverse forme di "sit-up" o "scricchiolii" sono esercizi tipici che rafforzano il retto dell'addome. Per esercitare questo muscolo in modo più efficace, sia la parte superiore del corpo (come in un sit-up) che il bacino (e le gambe) devono essere sollevati dal pavimento: questa azione coinvolge entrambe le estremità del muscolo retto dell'addome.

Gli altri due strati addominali svolgono funzioni diverse e fungono anche da "stabilizzatori" – sono quelli che, oltre al retto addominale, dovrebbero essere inclusi in qualsiasi programma di allenamento "core" (come il Pilates). Tuttavia, non sono così visibili come il retto dell'addome. Gli obliqui esterni si trovano sul lato e davanti all'addome e al di sotto di questi ci sono gli obliqui interni. Sono attaccati al lato della gabbia toracica e sul lato dell'osso pelvico. Questi muscoli inclinano la parte superiore del corpo lateralmente (lateralmente) e aiutano anche a ruotare la parte superiore del corpo quando si inclina in avanti. Sit-up in cui si attraversa il corpo di lato o verso il ginocchio opposto in genere rafforzare gli obliqui.

Il livello più profondo degli addominali è il trasverso dell'addome. È quasi come un 'corsetto' che abbraccia la parte centrale del corpo dalla parte posteriore (l'aponeurosi – un tipo di fascia) alla fronte (la guaina del retto dell'addome) e dalle costole inferiori all'osso pelvico. Il trasverso è spesso considerato un muscolo che stabilizza il corpo invece di spostare certe ossa per creare movimento visibile. Il più delle volte, impegnare il trasverso significa dover usare anche gli altri strati di addominali. Ad esempio, un esercizio di Pilates chiamato "il 100" che include "ancorare" il bacino sul terreno (premendo le ossa del bacino e la spina dorsale inferiore sul tappeto), sollevando le ginocchia ei piedi e la parte superiore del corpo da terra dovrebbe impegnarsi tutti e tre gli strati di addominali. Come il trasverso (e tutti gli addominali) è attaccato alla gabbia toracica, spostandolo respirando aiuterà ulteriormente a farlo funzionare.

È chiaro che tutti i nostri addominali hanno una funzione anatomica specifica, ma gli allenamenti della rivista raramente indicano queste funzioni (inclinazione, stabilizzazione) sulle loro coperture. Diamo un'occhiata ad alcuni allenamenti ab online per vedere cosa serve per ottenere la 'midsection finale' promessa.

La rivista Shape specializzata nell'addestramento femminile offre numerose opzioni per gli esercizi addominali. Questi allenamenti si sono spostati oltre semplici scricchiolii per favorire esercizi multi-articolari complessi come vari tipi di tavole, burpees, variazioni di teaser ispirati al Pilates o alzarsi in piedi sugli esercizi addominali. Molti di questi esercizi richiedono una notevole quantità di forza, mobilità e abilità. Molti enfatizzano l'uso del core e dei diversi muscoli addominali. Tutti promettono uno stomaco piatto e sexy, molti lo promettono velocemente, alcuni promettono specificamente 'di sciogliere il grasso della pancia'.

È qui che le conoscenze culturali si intrecciano con il corpo biologico per orientare le nostre scelte di esercizio. Sebbene da questi allenamenti addominali possano derivare una maggiore resistenza e un miglior funzionamento del corpo, le riviste promettono principalmente cambiamenti visibili verso il corpo dall'aspetto "sexy": tonificare, appianare o sciogliere il grasso in eccesso nell'area addominale. Mentre lo strato superiore visibile, il rectus addominale, è necessario per l'aspetto sexy "da sei pacchi", gli altri due strati, nascosti sotto il retto, sono spesso coinvolti in "esercizi di base" abbastanza complessi necessari per fornire la trasformazione visibile del corpo – la migliore "compressione" per lo stomaco piatto.

Esercitare per un corpo più bello non è esattamente una novità. Dalla fine degli anni '80, le ricercatrici femministe hanno sostenuto che l'ideale corpo femminile vende riviste femminili. Nel loro fondamentale lavoro da oltre vent'anni fa, Sandra Barky (1988) e Susan Bordo (1992) hanno esposto il corpo ideale femminile (molto) sottile, tonico (non muscoloso) e giovanile definito in modo restrittivo. La maggior parte delle donne, hanno continuato, non sono nate con tali corpi, ma lavorano continuamente verso questo ideale impossibile. Paradossalmente, le aree in cui immagazziniamo il grasso in modo naturale (sotto le braccia, addominali, bacino, cosce) sono le aree destinate alla magra. Per le donne, gli addominali sono tra i muscoli più difficili da modellare alla giusta forma magra e tonica. Bordo (1992) ha anche affermato che le donne crescono disprezzando la loro forma femminile, perché la forma femminile ideale in questa società assomiglia a quella di un ragazzo: spalle larghe, muscoli contratti, fianchi stretti.

Le mie prime ricerche (Markula, 1995) hanno anche dimostrato che le donne si esercitavano principalmente sul corpo sottile e tonico. Pur non volendo sembrare muscolosi, desideravano la forma ideale dei modelli di rivista che, paradossalmente, trovavano anche non realistici e persino malsani. Hanno elencato gli addominali tra i punti "problematici" in cui si accumula grasso extra. Analogamente agli attuali allenamenti online, presumevano che gli esercizi ab riducessero il grasso immagazzinato nell'area addominale. Anche in questo caso, la ricerca culturale per il corpo dall'aspetto sexy interferisce con il corpo biologico: fisiologicamente, tale "riduzione spot" non è possibile perché il grasso viene metabolizzato in modo generale, non in un punto particolare, durante l'esercizio (vedi anche il mio precedente " Spot Reduction 'agosto 2014). Ciò significa che un attrezzo ginnico deve anche perdere grasso a dieta per scoprire il tono muscolare.

Ricerche più recenti hanno scoperto che lo stesso corpo ideale con gli stessi problemi pone le donne nelle lezioni di ginnastica. Mentre i partecipanti, prima di tutto, vogliono perdere peso; lo "stomaco" continua ad essere l'area problematica numero uno che deve essere ridotta alla giusta piattezza esercitandosi (Chikinda, 2014).

Con tutto questo in mente, suggerisco al giornalista che, poiché ottenere il corpo ideale, mostrato nelle riviste, è così impossibile, sembra che ci siano sempre più bisogno di esercizi addominali e consigli dietetici da parte delle riviste. Lei non è convinta.

È un termine improprio comune, sostiene, che le riviste modellano l'ideale del corpo. Hanno semplicemente rispecchiato gli ideali dei loro lettori, ha continuato. Gli editori e lo staff della rivista non credono che le donne debbano essere magre o avere degli addominali, sono le donne che sembrano voler comprare sei pacchetti. Inoltre, è andata a dire che le ricerche di mercato mostrano che sono i lettori che vogliono esercitazioni sulle copertine e le riviste vogliono semplicemente servire i loro lettori.

È qui che i fattori psicologici che guidano le scelte di esercizio entrano nella ricerca della perfezione addominale. È chiaro che abbiamo un sacco di scelte di esercizio, ma perché scegliere di lavorare gli addominali? Quando le donne hanno un sacco di diversi esercizi addominali per scopi diversi tra cui scegliere, perché scelgono quelli che promettono uno stomaco piatto e sexy veloce invece di quelli progettati per migliorare la nostra inclinazione laterale?

Al livello più elementare, gli psicologi chiamano la nostra volontà di agire verso un obiettivo, una motivazione. La motivazione è ulteriormente caratterizzata dalla scelta, dallo sforzo e dalla persistenza. Per essere motivati ​​ad esercitare i nostri addominali, dobbiamo ovviamente scegliere di farlo diventare un obiettivo particolare (ad esempio, per una sezione centrale dall'aspetto sexy), quindi fare uno sforzo per eseguire quegli esercizi, e infine dobbiamo continuare o persistere facendo quegli esercizi per un periodo di tempo significativo come settimane e mesi.

Molti psicologi degli esercizi aggiungono che le nostre scelte di esercizio sono legate all'auto-efficacia dell'individuo: la fiducia che abbiamo nella nostra capacità di eseguire con successo particolari esercizi. Se crediamo di poter completare con successo una serie di esercizi addominali, siamo motivati ​​a scegliere e persistere con questi esercizi. Ciò significa anche che è improbabile che continuiamo con un allenamento troppo impegnativo, difficile o che non possiamo completare. Mentre l'autoefficacia può migliorare la nostra motivazione all'esercizio fisico, non solo spiega perché scegliamo di allenare parti del corpo particolari più di altri.

Diverse teorie psicologiche (ad esempio, la teoria dell'azione ragionata, la teoria del comportamento pianificato) spiegano l'influenza di altri significativi sulle nostre intensità. Ad esempio, se tutte le donne intorno a noi esercitano gli addominali, iniziamo anche a pensare che sia importante. Sulla base di queste teorie, l'aspettativa di esercitare gli addominali, tuttavia, deriva dalle norme sociali che definiscono la femminilità accettabile. I teorici cognitivi sociali aggiungono che il loro ambiente sociale e fisico immediato media le scelte comportamentali degli individui. Ad esempio, la scelta individuale di una donna di esercitare gli addominali può anche essere diretta dal suo ambiente in cui esiste un forte sostegno sociale per tale scelta. Vedere i colleghi imparabili modellare il comportamento desiderato, come in una classe di esercizi, è particolarmente efficace in questo senso. Sulla base di questa teoria, i lettori delle riviste di esercizi e salute delle donne dovrebbero essere in grado di relazionarsi con i modelli delle riviste e con i loro addominali motivati ​​a leggere (e fare) qualsiasi consiglio di esercizio che le riviste vendono.

Teorie psicologiche più recenti, come il modello socio-ecologico, riconoscono che i fattori esterni influenzano il comportamento tanto quanto la scelta individuale. Ad esempio, le influenze sociali come il corpo in forma ideale plasmano le credenze delle singole donne su quale tipo di esercizio conta. Pertanto, i fattori sociali, ambientali e individuali modellano tutti i comportamenti e influenzano la nostra motivazione in un numero di modi dinamici e complessi. Ciò significa che mentre le donne leggono articoli su come ottenere gli addominali perfetti, le loro idee di tale perfezione provengono dal loro ambiente sociale, incluse, ovviamente, le immagini delle cosiddette donne in forma ritratte nei media. Pertanto, le recenti spiegazioni del comportamento degli esercizi da parte degli psicologi hanno iniziato a spiegare l'importanza dei fattori ambientali globali, culturali e sociali oltre alle preferenze individuali (Linke, Robinson e Pekmezi, 2013).

Sembra che i motivi per cui le donne potrebbero cercare la perfezione addominale sono, infatti, a più livelli (scusate il gioco di parole). Le idee biologiche, psicologiche e culturali del corpo si intrecciano per sostenere questa ricerca. Ma questa è una ricerca necessaria per le donne da perseguire? Abbiamo davvero bisogno di addominali tonica come quelli dei modelli di riviste di fitness? La maggior parte di noi non ha bisogno di un addominale o di un forte retto addominale per inclinare ripetutamente la nostra gabbia toracica e l'osso pelvico in avanti, mentre abbiamo bisogno del supporto del trasverso per sedersi dritto. Quindi dovremmo lottare per gli addominali piatti e stretti senza che le immagini delle riviste ci "motivino"? Cosa ne pensi, lettori, quanto fortemente l'immagine del corpo ideale modella il tuo desiderio di perfezione addominale? Se avessimo avuto corpi femminili più diversi rappresentati su queste riviste, definiremmo la perfezione addominale in modo diverso?

Lavori citati:

Bartky, SL (1988). Foucault, femminilità e modernizzazione del patriarcato. In I. Diamond & L. Quinby (Eds.), Femminismo e Foucault: Riflessione sulla resistenza (pp. 61-86). Boston, MA: Northeastern University Press.

Bordo, S. (1992). Peso insopportabile: femminismo, cultura occidentale e corpo . Berkley, CA: University of California Press.

Chikinda, J. (2014). Il corpo, la salute e l'esercizio fisico: un'analisi foucauldiana-femminista delle conoscenze degli istruttori di fitness . Progetto di capping dei master non pubblicati. Università di Alberta, Canada.

Linke, SE, Robinson, CJ, e Pekmezi, D. (2013). Applicando teorie psicologiche per promuovere stili di vita sani. American Journal of Lifestyle Medicine, 1-11.

Markula, P. (1995). Fermo ma ben fatto, in forma ma sexy, forte ma sottile: i corpi femminili postmoderni che si fanno aerobici. Sociologia dello sport ufficiale , 12, 424-453.

Solutions Collecting From Web of "Perché le donne si sforzano per la perfezione addominale?"