Perché la vita fuori dal tempo ci rende impotenti

La storia di Deborah Wearing è così potente che la mia pelle d'oca ha pianto quando l'ho letto. Suo marito, Clive, perse la memoria dopo aver contratto un virus che distruggeva parti del suo cervello. Vive sempre e solo nel presente senza una memoria di lavoro di tutto ciò che è accaduto prima di lui. Non diversamente dai malati di Alzheimer il cui ippocampo è responsabile dell'apprendimento e dei malfunzionamenti della memoria a lungo termine, non riesce a ricordare cosa sia successo solo tre minuti prima. Miracolosamente, si ricorda di sua moglie e delizia ogni volta che la vede. Dal 1985 ha vissuto in questo modo. Deborah divorziò da lui, poi lo risposò circa un decennio dopo. Dopo venticinque anni, è stato in grado di condizionarsi per capire la sua situazione. La sua vita è un esempio di quanto possa essere impotente essere sempre nell'ora.

Mentre Eckhart Tolle suggerisce giustamente di abbracciare il Potere di Adesso, si basa sul presupposto che abbiamo un passato e, molto probabilmente, un futuro a cui possiamo riferirci mentre navighiamo attraverso la vita. Siamo esseri umani con una storia. È ciò che ci fa diventare parte di questa cosa chiamata tempo.

Immagina di non avere tempo come amico? Immagina di vivere in uno stato sempre senza tempo! Sono storie come queste che ci ricordano quanto tempo possa essere potente per noi. Ci dà una parvenza di struttura. È la rete di sicurezza che ci consente di sapere dove siamo, anche se ci sentiamo persi.

Il tempo è al nostro fianco. La moglie di Clive è dalla sua. È una storia di vero amore e di cosa significhi essere un traduttore del tempo per coloro ai quali il tempo non significa nulla.

Solutions Collecting From Web of "Perché la vita fuori dal tempo ci rende impotenti"