Perché la gratitudine nei rapporti è così utile?

panajoitis/Pixabay
Fonte: panajoitis / Pixabay

Non è un segreto che la gratitudine sia un bene per noi, sia che ci si trovi a dare o ricevere. Numerosi studi di ricerca hanno confermato che la pratica della gratitudine aumenta la soddisfazione della vita e porta a relazioni forti. Non è difficile capire perché essere ringraziato ti dia una spinta, perché tutti vorremmo sentirci apprezzati. Ma perché è utile essere grati e quali pratiche di gratitudine portano a maggiori benefici?

Un team di ricercatori dell'Università di Limerick si è proposto di rispondere ad alcune di queste domande e ha pubblicato i loro risultati sul Journal of Clinical Psychology. Hanno condotto uno studio rigoroso che includeva una discreta dimensione del campione (192 partecipanti, 91 dei quali hanno completato lo studio) e un design forte. I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a uno dei tre gruppi, ognuno dei quali ha scritto su riviste tre volte alla settimana per tre settimane (e sono stati inviati promemoria per i messaggi di testo):

  1. Gratitudine riflessiva: al primo gruppo di gratitudine è stato detto di ripensare al loro giorno e scrivere di "persone con cui … interagite e di cui siete grati".
  2. Riflessione + gratitudine espressiva: oltre alle istruzioni impartite al primo gruppo di gratitudine, a questo gruppo è stato detto di "esprimere questa gratitudine a una persona di tua scelta" attraverso qualsiasi mezzo desiderato dal partecipante (ad esempio, faccia a faccia, email, social media).
  3. Controllo attivo: al gruppo finale è stato detto semplicemente di scrivere degli eventi della loro giornata. Sono stati considerati un "controllo attivo" perché hanno fatto quello che hanno fatto gli altri gruppi, meno la componente di gratitudine. È importante sottolineare che è stato detto che la scrittura sarebbe stata utile, e successivamente si aspettava tanto beneficio dall'esercizio come hanno fatto gli altri gruppi. Quindi non possiamo attribuire alcuna differenza nei risultati a diversi livelli di aspettativa.

I ricercatori erano interessati agli effetti di questi interventi sulla gratitudine dei partecipanti (ovviamente), sulla soddisfazione della vita, sull'emozione positiva o negativa (quello che chiamavano "equilibrio affettivo"), sulla soddisfazione delle relazioni e sui punteggi della depressione. Un altro punto di forza dello studio è stato il suo disegno longitudinale, con partecipanti che hanno completato queste misure al basale (prima di qualsiasi esercizio di scrittura), dopo le tre settimane di scrittura, nonché un mese e tre mesi dopo.

Sono emersi diversi risultati interessanti. Al termine dell'intervento, il gruppo Riflessione + gratitudine espressiva ha presentato i cambiamenti più positivi nell'equilibrio degli affetti, più positivo rispetto all'emozione negativa, oltre a un punteggio di depressione significativamente ridotto. Questi effetti sembravano affievolirsi nel tempo ai follow-up di uno e tre mesi, il che non è sorprendente considerando che la maggior parte dei partecipanti probabilmente ha smesso di fare gli esercizi.

Le analisi di follow-up hanno rivelato che esprimere gratitudine ha guidato il miglioramento del bilanciamento emotivo per il gruppo Reflective + Expressive. In altre parole, è probabile che ci sentiamo meglio e più esprimiamo la nostra gratitudine; solo pensare e scrivere sulla nostra gratitudine è meno efficace.

C'era un'ulteriore accenno a questo risultato: coloro che erano più depressi ottenevano il massimo beneficio dall'esprimere la loro gratitudine. Quindi, quando ci sentiamo giù, è probabilmente tanto più importante notare e ringraziare le persone di cui siamo grati.

Gli autori dello studio non hanno fornito molte discussioni sul perché esprimere gratitudine possa essere così importante. Immagino che dire a qualcuno che li apprezziamo o qualcosa che hanno rafforzato le nostre relazioni, e probabilmente inviti reciproci di gratitudine. Man mano che le nostre relazioni migliorano, proviamo emozioni più positive e un umore migliore. Il collegamento tra più forti connessioni interpersonali e benessere supporta questa spiegazione, anche se ovviamente è necessario più lavoro per capire meglio questi risultati.

chrystalizabeth/Pixabay
Fonte: chrystalizabeth / Pixabay

Nel frattempo, ci sono molti motivi per notare le persone della tua vita per le quali sei grato e per farglielo sapere. Vi invito a provare uno di questi oggi (tratto dalle istruzioni dello studio):

  • Grazie a qualcuno faccia a faccia per qualcosa di specifico che hanno fatto.
  • Invia un'email ad un amico per esprimere la tua gratitudine.
  • Scrivi un messaggio di ringraziamento su Facebook o altri social media.
  • Mano scrivi una nota personale di gratitudine e consegnala al tuo amico o altro significativo.
  • Invia un breve messaggio a qualcuno nella tua vita esprimendo la tua gratitudine.

Per qualsiasi cosa tu provi, nota la reazione dell'altra persona e i tuoi sentimenti. E come suggerisce lo studio, con la continua pratica della gratitudine possiamo continuare a raccogliere i benefici, sia per noi stessi che per le nostre relazioni.

  • Trovami sul sito Think Act Be e su Twitter.
  • Iscriviti alla pagina del gruppo Facebook ufficiale per CBT in 7 settimane.
  • Iscriviti alla newsletter Think Act Be per ricevere aggiornamenti sui post futuri.

Solutions Collecting From Web of "Perché la gratitudine nei rapporti è così utile?"