Perché i bambini hanno bisogno anche di papà

Il cervello è modellato dalla prima esperienza, in particolare, la maternità (cura che nutre la risposta) che riceviamo da madri e padri.

Padri e madri e altri adulti forniscono esperienza sociale per i bambini per tutta la vita. Queste esperienze nella prima infanzia stabiliscono quanto bene si sviluppa il cervello, non solo per la salute e l'intelligenza, ma anche per la socialità. * I bambini autistici (l'autismo si riferisce alle difficoltà sociali, che sembrano avere una varietà di cause) hanno difficoltà a imitare le dinamiche di vitalità negli altri ( il "come" della segnalazione interpersonale), sebbene possano imitare i mezzi e gli obiettivi con precisione (il "cosa").

Quali sono le dinamiche di vitalità? Ecco cosa ha detto nel suo libro del 2010, Forms of Vitality, il defunto Daniel Stern, un noto psicoterapeuta specializzato in uno sviluppo precoce:

"Sperimentiamo naturalmente le persone in termini di vitalità. Valutiamo intuitivamente le loro emozioni, stati d'animo, cosa pensano e cosa significano realmente, la loro autenticità, ciò che sono suscettibili di fare dopo, così come la loro salute e malattia sulla base della vitalità espressa nei loro movimenti quasi costanti "(Pagina 3)

Cinque eventi dinamici sono collegati tra loro nella nostra esperienza di vitalità: "movimento, tempo, forza, spazio e intenzione / direzionalità …. La vitalità è una gestalt, un tutto che emerge da queste componenti. "Non è analizzato in alcun modo cosciente pezzo per pezzo, più di quanto non sia un volto familiare, anche se ogni elemento separato potrebbe essere preso da parte e studiato isolatamente." (Stern, 2010, p 5)

Quali sono i processi dinamici che modellano il cervello nelle prime fasi della vita?

Colwyn Trevarthen (1999) ha coniato il termine, musicalità comunicativa , per descrivere le dinamiche interpersonali di motivi sincronizzanti, stati intenzionali e comportamenti con l'altro – la formazione di un duetto di "essere con" l'altra persona condividendo il flusso dinamico.

La prima vita sociale del bambino forma le capacità per il movimento dinamico della vitalità.

Da 2,5 a circa 6 mesi di età, il comportamento del bambino è altamente reattivo al comportamento dei suoi genitori attraverso espressioni facciali e vocalizzazioni. Le interazioni diventano ricche e reciproche. "Il gioco faccia a faccia diventa il principale" gioco ". Gli occhi, le vocalizzazioni facciali, i gesti e il tono del corpo sono al centro dell'attenzione." (Stern, 2010, P. 106)

Successivamente, poiché il bambino è in grado di controllare maggiormente i movimenti, rispecchia più facilmente il loro partner sociale. I papà sono particolarmente bravi a giocare con i loro figli e attraverso questo gioco il bambino sta imparando degli script per le relazioni sociali.

"Le forme dinamiche di vitalità fanno parte dei ricordi episodici e danno vita alle storie che creiamo sulla nostra vita. Di conseguenza, le forme dinamiche di vitalità forniscono un altro percorso alla psicoterapia per accedere all'esperienza passata non conscia "che include" conoscenza relazionale implicita (come implicitamente sappiamo come "stare con" un altro specifico "(Stern, 2010, 11).

I papà, come le mamme, aiutano i bambini a imparare modi per "stare con" gli altri. Ogni relazione è un modo per apprendere un modello alternativo: "Papà e io ci raccontiamo in questo modo; La mamma e io parliamo in quel modo ". L'apprendimento di modelli alternativi affidabili prepara il bambino a una vita sociale varia.

I bambini sono eccitati in modo ottimale a giocare e ad essere felici in una particolare zona di eccitazione. Una stimolazione parentale troppo piccola o eccessiva sposta il bambino fuori dalla zona ottimale. Ci vuole pratica per gli adulti per imparare la zona ottimale se non hanno avuto molta esperienza "conversando" con i bambini.

L'autocontrollo dell'eccitazione (attraverso la corteccia in via di sviluppo successiva) non è in vigore fino a dopo la maggior parte del primo anno, quindi mantenere il bambino da sopra o sotto l'eccitazione dipende in gran parte dal genitore. Naturalmente, il bambino può fare cose semplici come voltarsi o chiudere gli occhi, ma il bambino ha capacità limitate di auto-calmarsi. Se questi non hanno successo, il bambino non può auto-calmarsi.

I papà possono aiutare il bambino a stare calmo con il trasporto pelle a pelle (uno straordinario strumento calmante), dondolo e battitura e altri comportamenti touch-plus-movimento.

Il gioco faccia a faccia tra bambino e genitore diventa una finestra clinica su come sta andando la relazione genitore-figlio: "Rivela quando la genitorialità è facile o difficile, naturale o forzata, invadente, controllante, disorganizzata, passiva, aggressiva, rifiutante, ecc. "I terapeuti che frequentano questi segnali relazionali possono usarli per guidare il trattamento della diade. (Stern, 2010, pp. 106-7)

Che cosa è un bambino preparato per imparare socialmente nei primi 18 mesi?

  • Pratiche di sguardo reciproco (come, quanto tempo, con chi)
  • Come leggere le posture
  • Come sollecitare gli altri per esigenze come il cibo o il gioco
  • Regole di gioco
  • Girare prendendo
  • Saluti
  • scherzoso
  • Esprimere affetto
  • Fare amicizia
  • E altro ancora

Questa conoscenza è conoscenza relazionale implicita, non conscia e non verbale ed è prevalentemente elaborata nell'emisfero destro, che si sviluppa rapidamente nei primi anni di vita. Parent matching "matching / mismatch di forme di vitalità può modellare ciò che fa il bambino e come si sente a farlo. È come scolpire la sua mente dall'interno. "(Stern, 2010, p 115)

Cosa succede quando i bambini non ricevono una buona maternità?

Accadono due cose: i bambini sperimentano uno stress tossico a causa dell'angoscia che si presenta quando non ottengono ciò di cui hanno bisogno. Ad esempio, mancanza di confortante compagnia di cura: sono lasciati soli o lasciati a piangere (vedi Pericoli di "Crying it Out" e Five Things NOT to do to Babies ) ..

In secondo luogo, i bambini non ricevono la stimolazione appropriata per far crescere ciò che è programmato per crescere in quel momento. Sì, il cervello umano è di plastica, ma non di plastica: i bambini possono essere lasciati con lacune in vari sistemi che comprendono intelligenza, salute fisica, salute mentale, capacità sociali e morali, che potrebbero non apparire immediatamente ma dopo un'ulteriore maturazione che dipende da quelli fondazioni precedenti che mancano. Queste lacune sono difficili se non impossibili da riparare in seguito.

Daniel Stern chiede perché la natura pianificasse che i bambini non parlassero o comprendessero le parole per il primo anno di vita. La sua risposta è che "hanno troppo da imparare sui processi e sulle strutture di base dello scambio interpersonale. In particolare, devono imparare le forme di flusso dinamico che portano il comportamento sociale. Inoltre, devono imparare questo prima che arrivi la lingua a rovinare tutto. Le strutture di base sono tutte gestuali non verbali, analogiche, dinamiche che non sono compatibili con la natura discontinua, digitale e categorica delle parole. "(Stern, 2010, p 110)

Un'illustrazione dei tipi di capacità di esperienza della prima infanzia si sviluppa, quando il cervello dell'emisfero destro si sviluppa più rapidamente, ** è fornito da Jill Bolke Taylor, neuroscienziato. Ha descritto l'improvvisa e inattesa dominanza dell'emisfero destro che ha vissuto dopo aver avuto un ictus nel suo emisfero cerebrale sinistro: "Il nostro emisfero destro è progettato per ricordare le cose in cui si relazionano tra loro. I confini tra entità specifiche sono attenuati e complessi collage mentali possono essere richiamati nella loro interezza come combinazioni di immagini, cinestesia e fisiologia. Per la mente giusta, nessun tempo esiste oltre al momento presente, e ogni momento è vibrante di sensazione. … il momento di oggi è senza tempo e abbondante … Il momento presente è un momento in cui tutto e tutti sono collegati insieme come uno. Di conseguenza, la nostra mente destra percepisce ognuno di noi come membri uguali della famiglia umana. Identifica le nostre somiglianze e riconosce la nostra relazione con questo meraviglioso pianeta, che sostiene la nostra vita. Percepisce il quadro generale, il modo in cui tutto è correlato e come ci uniamo tutti insieme per recuperare il tutto. La nostra capacità di essere empatici, di camminare nei panni di un altro e sentire i loro sentimenti, è un prodotto della nostra corteccia frontale destra. "(2008, pp. 30-31).

Gli esseri umani sono creature complesse le cui capacità si sviluppano soprattutto dopo la nascita, a differenza di praticamente ogni altro animale. Abbiamo bisogno che papà e nonni, insieme a mamme e nonne e altri, forniscano la cura, la maternità , che i bambini hanno bisogno di crescere bene.

* Nota che l'esperienza dell'utero influenza anche lo sviluppo del cervello e possiamo ereditare alcuni tratti a causa delle esperienze vissute dai nostri nonni, come l'ansia.

** L'emisfero destro tende a elaborare, filtrare e agire sul mondo non verbalmente, mentre l'emisfero sinistro tende a ospitare le aree del cervello correlate all'elaborazione e all'espressione verbali.

Post precedente:

In Celebration of Mothering

Altri post sull'importanza dei papà:

Autocontrollo: (a) Innato o (b) dipendente da mamma e papà?

Perché "Talk" di papà è importante

"Sig. Mamma "The New (or Old?) Normal

RIFERIMENTI

Stern, D. (2010). Forme di vitalità: esplorare esperienze dinamiche in psicologia, arti, psicoterapia e sviluppo. New York: Oxford University Press.

Bolke-Taylor, J. (2008). Il mio colpo di intuizione. New York: Viking Press.

Trevarthen, (1999). Musicalità e impulso intrinseco della motivazione: prove della psicobiologia umana e della comunicazione infantile. Musicae Scientiae, numero speciale, 1999, 157-213.

Solutions Collecting From Web of "Perché i bambini hanno bisogno anche di papà"