Perché gli esperti sono sbagliati su Clinton Vincere il dibattito

Staticflickr
Fonte: Staticflickr

La stragrande maggioranza degli esperti ha dichiarato Hillary Clinton il vincitore decisivo del dibattito di questa settimana. Ciò include sia esperti conservatori che liberali. Ad esempio, Douglas Schoen di Fox News ha scritto: "Era pronta per tutte le sue battute con una litania di dettagli che può aver annoiato lo spettatore nei punti, ma ha dimostrato perché sta vincendo su qualifiche, esperienza e temperamento in ogni sondaggio. ”

Tuttavia, la maggior parte dei sondaggi online post-dibattito si sta rompendo per Donald Trump come il vincitore. Questi sondaggi non sono rigorosi, in quanto chiunque può votarli più volte, indipendentemente dal fatto che votino nelle elezioni effettive. Tuttavia, alcuni di questi sondaggi hanno centinaia di migliaia di voti. Forniscono prove significative di entusiasmo per l'interpretazione del dibattito di Trump e suggeriscono che gli esperti hanno torto su Clinton che domina il dibattito.

Quindi cosa spiega questa differenza tra i sondaggi e gli esperti?

Come esperto del ruolo dell'intelligenza emotiva nella vita pubblica, anche nei dibattiti, ho osservato da tempo che i commentatori dei media tradizionali non danno credito sufficiente al ruolo delle emozioni nel plasmare le percezioni pubbliche. Comprendere l'impatto delle emozioni in politica è la chiave per fare una previsione accurata di come i dibattiti avranno un impatto sul voto.

Esperti contro il pubblico

Gli esperti tendono a concentrarsi sulla sostanza del dibattito analizzando il contenuto delle dichiarazioni di ciascun candidato. La citazione di Schoen sopra è tipica di ciò che vale il valore degli esperti: i dettagli delle politiche che esprimono le qualifiche e l'esperienza appropriate.

Questa attenzione al contenuto non riesce a riflettere pienamente ciò che effettivamente influenza la visione del pubblico – linguaggio del corpo e tono della voce.

Il primo dibattito presidenziale, tra Richard Nixon e John F. Kennedy, fu apparentemente visto come un pareggio da parte di coloro che ascoltavano alla radio. Eppure, quelli che guardavano in televisione e paragonavano l'energica e salutare Kennedy con il pallido Nixon dagli occhi sfuggenti, vedevano il primo come il vincitore.

Nei dibattiti presidenziali la maggior parte degli americani si concentra più sui segnali non verbali del linguaggio del corpo, e li ricorda dopo la discussione è finita, rispetto al contenuto di ciò che viene detto, secondo David Givens, direttore del Center for Nonverbal Studies, una ricerca privata senza scopo di lucro centro. Questi non verbali sono di fondamentale importanza per la comunicazione e spesso significano qualcosa di più di ciò che viene effettivamente detto.

Questo è qualcosa che i sapientoni tradizionali non riescono a dare il dovuto credito. Questo fallimento può essere visto nei precedenti dibattiti in cui Trump ha partecipato alla nomina presidenziale repubblicana. Nella maggior parte dei casi, gli esperti hanno dichiarato che Trump è stato sconfitto dai suoi concorrenti, ma ha vinto in sondaggi post-dibattito online e si è concluso con la nomina.

La ricerca sull'intelligenza emotiva fornisce indizi chiave sul motivo per cui Trump è finito in cima. L'intelligenza emotiva è la capacità di percepire e influenzare le emozioni degli altri. Mentre noi percepiamo noi stessi come esseri razionali, in realtà gli studi dimostrano che le nostre emozioni dominano la maggior parte dei nostri processi mentali.

L'intelligenza emotiva è particolarmente importante per i leader a causa del fenomeno del contagio emotivo – la capacità di "infettare" un gran numero di persone con le tue emozioni. La ricerca mostra che i leader emotivamente intelligenti sono particolarmente abili nel contagio emotivo. Questa è una componente fondamentale di ciò che gli studiosi chiamano carisma, l'intero complemento di fattori che consente a un leader di influenzare gli altri attraverso la personalità del leader.

Nel mio lavoro sul ruolo dell'intelligenza emotiva nella vita pubblica, ho a lungo sottolineato la forza di Trump nel giocare alle emozioni del suo pubblico. È riuscito a essere percepito dal pubblico come più onesto e autentico, nonostante i dama infatti dicessero il contrario.

Intelligenza emotiva e il primo dibattito

Il carisma è stato a lungo un'area debole per Clinton. Ha lottato per superare l'impressione persistente di essere inautentica, fredda e distante, cosa che, secondo lei, è emersa dal suo apprendimento come giovane donna per controllare le sue emozioni. In questo dibattito, Clinton aveva bisogno di dimostrare un migliore senso di connessione emotiva con il pubblico per conquistare importanti dati demografici, come i sostenitori di Bernie Sanders.

Nonostante la sua padronanza della politica e della sostanza, a mio avviso, la Clinton non è riuscita a trasmettere forti emozioni durante il dibattito. Ad esempio, nella parte del dibattito sull'economia, la questione più importante per gli elettori degli Stati Uniti, ha espresso un piano chiaro, con forti prove a sostegno. Nella sua preparazione al dibattito ha probabilmente lavorato per iniettare emozioni nella sua presentazione attraverso raccontare storie, un modo classico di trasmettere emozioni. Ha condiviso alcune potenti storie di persone che soffrono della scarsa economia e di come le sue politiche potrebbero aiutarle.

Ma i suoi segnali non verbali – linguaggio del corpo e tono della voce – hanno mostrato mancanza di espressione emotiva. Per esempio, in questo momento del dibattito, Clinton parla di aiutare le persone che stanno lottando per bilanciare la famiglia e il lavoro e sperimentare vari stress.

Tuttavia il suo tono e il linguaggio del corpo non cambiano per riflettere questi temi emotivi. Non ha fatto alcun gesto o ha cambiato la sua voce per esprimere empatia con coloro che lottano e hanno stress. Sembra la stessa che fa un po 'più tardi o prima quando parla dei dettagli della politica.

I segnali non verbali del linguaggio del corpo e del tono sono particolarmente importanti nei casi in cui il contenuto dell'affermazione verbale è in contrasto con i segnali non verbali. È improbabile che le storie emozionali raccontate con affetto piatto funzionino per convincere gli indecisi e i sostenitori di Bernie che Clinton si preoccupa veramente e in realtà sta combattendo per loro.

La formazione nel trasmettere emozioni attraverso il linguaggio del corpo e il tono della voce potrebbe aiutare Clinton nel dibattito successivo e nel parlare in generale.

Al contrario, Trump sembrava davvero interessato all'economia. Appena uscito dal cancello, ha parlato alle emozioni degli elettori esprimendo preoccupazione per i lavori che lasciano gli Stati Uniti. Nonostante la mancanza di dettagli e la sua difficoltà a rispondere a domande su come risolvere questo problema, il suo linguaggio del corpo era arrabbiato e autoritario.

Sembra essere un forte protettore per quegli elettori, specialmente quelli della classe operaia che stanno soffrendo economicamente. Potrebbe anche aver fatto ricorso a coloro che stanno bene, ma credono che l'economia sia diretta nella direzione sbagliata.

Trump ha anche criticato duramente Clinton su accordi commerciali come il NAFTA, definendolo il "peggiore affare di sempre" in modo forte e aggressivo. La calma risposta di Clinton che Trump è "inaccurata", senza buoni non verbali che indicano la sua fede autentica che stava mentendo, è un esempio di come Trump ha ottenuto il meglio di Clinton sui non verbali.

Nel complesso, direi che mentre Clinton ha vinto il dibattito sul contenuto e la sostanza, Trump ha vinto con stile e carisma. In effetti, credo che il guadagno del 2-4% per Clinton previsto da FiveThirtyEight e altri esperti nella prossima settimana non si realizzeranno. Fino a quando non prenderanno in considerazione l'impegno emotivo, gli esperti continueranno a sbagliare sui risultati del dibattito e dovremmo mettere in discussione le loro previsioni iniziali.

_________________________________________________________________

Bio: Dr. Gleb Tsipursky gestisce una no-profit che ti aiuta a raggiungere i tuoi obiettivi usando la scienza per costruire un mondo altruista e fiorente, Intentional Insights, creato tra gli altri libri, e contributi regolari a luoghi di rilievo; ed è un professore di cattedra a tempo determinato nello stato dell'Ohio. Prendi in considerazione l'iscrizione alla newsletter di Intentional Insights; volontariato; la donazione; comprare la merce Puoi supportarlo personalmente su Patreon. Mettiti in contatto con lui su gleb@intentionalinsights.org.

Solutions Collecting From Web of "Perché gli esperti sono sbagliati su Clinton Vincere il dibattito"