Perché gli adolescenti hanno smesso di inviare email? E dovremmo tutti noi?

Questa è una domanda facile a cui rispondere. L'email non è divertente . Quindici anni fa, quando molte persone iniziarono a scrivere per la prima volta, fu incredibilmente divertente e rese la vita più semplice in molti modi. C'era un modo più semplice per rimanere in contatto con gli altri. Questo ha alleviato il senso di colpa e il tempo risparmiato (buona lettera di scrittura e lunghe conversazioni telefoniche). È stato emozionante avviarlo e vedere che avevi posta nella tua casella di posta, soprattutto perché le e-mail erano positive.

I 15 anni in avanti e il ragazzo hanno sicuramente cambiato le cose. Molti dei miei pazienti discutono dello stress continuo e dell'ansia aumentata causata dalla loro e-mail. Dovendo controllare e rispondere alle e-mail di lavoro e personali di sera è spesso usato come una scusa sul motivo per cui non stanno facendo esercizio fisico, passano più tempo con amici e familiari, dormono 8 ore o si divertono molto nella vita. A causa di questi fenomeni nella mia pratica ho interrogato gli individui. Ho fatto una semplice domanda, "Ti piace l'e-mail?" Non una sola risposta affermativa.

Ecco alcuni dei reclami:

• L'e-mail è un momento divertente e divertente. Trascorro ore a recuperare le email ogni sera.

• Lavoro a casa per ore e non sono ricompensato per questo.

• Sembra che il 90% delle mie e-mail sia negativo. Qualche problema che devo risolvere.

• Le persone erano abituate a darti qualche giorno per rispondere, ma ora se non hai risposto entro la fine della giornata è probabile che segua un'e-mail infastidita.

• Le persone interpretano male il mio tono nelle e-mail e non in modo positivo.

• Un chirurgo ha dichiarato di ricevere in media 200 email al giorno a cui non è possibile rispondere al lavoro perché lavora e risponde alle 21:00 di sera, quando dovrebbe passare il tempo con la famiglia o rilassarsi. Se gli manca un paio di giorni diventa impossibile raggiungerlo così ogni tanto deve richiedere il fallimento della posta elettronica e pulire la lavagna.

• Un quindicenne ha detto, "email. chi ha l'email? "

All'inizio, sono rimasto sorpreso dal fatto che così tanti adolescenti non abbiano nulla a che fare con l'e-mail, ma poi psicologicamente ha perfettamente senso. Agli adolescenti non piace sentire la pressione di dover fare qualsiasi cosa. Quando qualcosa diventa stressante per loro, sono esperti nel trovare una via d'uscita.

Per quanto riguarda il chirurgo menzionato sopra, è affascinante che sia stato detto così tanto riguardo agli impiegati che non controllano la loro posta elettronica personale al lavoro. Ci sono filtri e modi in cui le aziende hanno impedito che ciò accadesse. È interessante notare che c'è stato molto meno dialogo sul contrario, cioè sul lavoro che si intromette nella vita del dipendente. Questo sembra essere al confine con un problema di lavoro. Generalmente i dipendenti non ricevono più tempo nel loro giorno per rispondere alle e-mail di lavoro e non sono certamente compensati per le 8-20 ore a casa che stanno lavorando via e-mail. È giunto il momento per le aziende di sviluppare un programma di posta elettronica più amichevole per i dipendenti e per essere chiaramente indicato nelle politiche e nelle procedure dell'azienda. Senza dubbio, l'e-mail può essere uno straordinario strumento per il posto di lavoro, ma solo all'interno di un sistema di aspettative realistiche e di riconoscimento dello stress che può verificarsi, nonché un adeguato risarcimento per il tempo impiegato.

L'anno scorso una mia amica, insieme alla sua famiglia, ha trascorso un anno vivendo in Italia. Prima di andarsene aveva deciso che la loro modalità di comunicazione sarebbe stata la scrittura di lettere e non le e-mail. Si sedevano insieme come famiglia e scrivevano lettere. Avendone scritte alcune io stesso avevo dimenticato la pensosità che entra in una lettera. Su cosa scrivi, cosa includi o non includo, per qualche ragione l'atto di sedermi su una comoda sedia vicino alla finestra mentre scrivevo mi spingeva ad essere più personale allora sarei stato in una email. Inoltre, ci si prende il tempo di scrivere frasi complete che sono grammaticalmente corrette. L'email sembra essere una scusa per scrivere come un bambino di 6 anni. Alla fine dell'anno tutte le lettere che la famiglia ha ricevuto sono state inserite in un album per suscitare ricordi in futuro.

Ci sono due persone nella mia vita che scrivono ancora lettere a me, mia nonna in Arkansas e mia cognata a Manhattan. Entrambi scrivono magnificamente e non vedo l'ora di andare a letto la sera e di leggere lentamente quello che sta succedendo nelle loro vite. Mi vergogno di ammettere che raramente ricambio probabilmente perché sono troppo occupato a rispondere alle 100 e-mail che ricevo ogni giorno. Prometto di fare meglio. Lo prometto perché l'email è diventata malsana. Prevalentemente, provoca stress, ansia, senso di colpa e raramente gioia. Limita l'autentico coinvolgimento da persona a persona.

Mi piacerebbe trovare un modo per limitare le conseguenze negative delle e-mail mantenendo le comodità. È sicuramente più facile pianificare un incontro o comunicare con i soci del club di un libro tramite e-mail. Ho una fantasia di unirmi a quegli adolescenti con cui ho parlato e chiudere i miei account di posta elettronica, ma probabilmente non sono abbastanza coraggioso da farlo. Nel frattempo, prometterò di non rispondere "rispondi a tutti" e di aggiungere la posta in arrivo degli altri. Terminerò le comunicazioni via email con diverse persone e inizierò invece a scrivere lettere. Forse sarò così audace per avere una risposta che dice che controllo la mia posta solo una volta alla settimana e che potrei non arrivare alla tua email. Se hai bisogno di contattarmi, per favore chiama o scrivi o fermati.

Solutions Collecting From Web of "Perché gli adolescenti hanno smesso di inviare email? E dovremmo tutti noi?"