Perché così tanti americani effettivamente sono disposti a pagare le tasse?

Flying, Taxes by Nick Lee Flickr Licensed Under CC BY 2.0
Fonte: Flying, Tasse di Nick Lee Flickr Con licenza CC BY 2.0

È un ritornello ricorrente durante la stagione delle tasse ogni anno. Una serie di sondaggi commissionati da varie aziende e università rivelano i loro risultati. Ognuno escogita modi sempre più creativi per mostrare quanto gli americani odiano pagare le tasse. Nel 2016, ad esempio, un sondaggio di 1.000 contribuenti condotto da WalletHub ha rilevato che il 27% degli intervistati preferirebbe brandarsi con un tatuaggio che recita "IRS", e l'11% sarebbe disposto a guidare Chipotle ogni giorno per tre anni per pulire il suo servizi igienici se non hanno mai dovuto pagare di nuovo le imposte sul reddito. Sembra un'avversione piuttosto estrema al pagamento delle tasse.

Sono sempre stato sconcertato da tali rapporti perché non riflettono affatto i miei sentimenti sul pagamento delle tasse. Come immigrato negli Stati Uniti nei primi anni '90, ho sempre visto l'atto di pagare le imposte sul reddito come un modo per dare un contributo concreto in dollari e centesimi, come un modo per restituire gratitudine al mio paese d'origine scelto. Rispetto ad altri paesi in cui ho vissuto, vedo i dollari delle tasse messi a frutto qui in America. In poche parole, mi piace molto pagare le tasse.

Si scopre che non sono solo. Sebbene i sondaggi popolari si concentrino sugli odiatori delle tasse, la verità è che a molti americani piace davvero pagare le tasse.

E c'è una ricerca interessante per sostenere questo.

Qual è la prova?

Dato il rischio relativamente basso di essere controllati se si imbrogliano le tasse (meno dell'1% nel 2014, se non si è proprietari di un'impresa), molte più persone pagano le tasse rispetto ai modelli economici del processo decisionale. (Gli economisti comportamentali chiamano questo fenomeno il "puzzle della conformità fiscale"). Per di più, la ricerca sperimentale mostra che le persone riportano redditi molto più elevati di quelli che dovrebbero logicamente se volessero agire in base al loro presunto odio nei confronti delle tasse. Dopotutto, mentire e riportare redditi più bassi significherebbe che dovrebbero pagare meno tasse.

Coerentemente, nei sondaggi, quasi l'80% degli americani indica che è moralmente sbagliato imbrogliare le tasse, e il 96% è d'accordo sul fatto che "è dovere civico di tutti gli americani pagare la loro giusta quota di tasse".

Uno studio del 2006 degli economisti James Alm e Benno Torgler ha rilevato che, rispetto ai cittadini di 14 nazioni europee, gli americani avevano la più alta motivazione intrinseca a pagare le tasse (chiamavano questa motivazione "morale fiscale"). Tutti questi risultati indicano che c'è un divario significativo tra ciò che vediamo nei media su come gli americani odiano le tasse e le reali convinzioni e comportamenti degli americani sul pagamento delle tasse, che è abbastanza positivo.

Come possiamo spiegare queste scoperte sorprendenti e contro-intuitive?

Pagare le tasse è un comportamento prosociale ed è spinto da tre motivazioni

Tax by Phillip Ingham Flickr Licensed Under CC BY 2.0
Fonte: imposta da Phillip Ingham Flickr con licenza Under CC BY 2.0

Al suo centro, pagare le imposte sul reddito è un comportamento prosociale – agire per aiutare gli altri senza un chiaro beneficio tangibile per se stessi, e molte persone si divertono a farlo. Gli economisti Iwan Djanali e Damien Sheehan-Connor chiamano questa idea "l'ipotesi dell'affinità fiscale". In un certo senso (ma non in tutti), le conseguenze psicologiche del pagamento delle tasse sono simili a quelle di dare soldi a una causa caritatevole. La "causa" sostenuta nel caso delle tasse è il continuo funzionamento del governo e il progresso dei suoi progetti che servono il bene comune.

Ricerche di economia sociale psicologica e comportamentale indicano che ci sono almeno tre motivazioni per dare prosociale che spiegano perché alla gente piace pagare le tasse.

1) Bagliore caldo

Per molte persone, l'atto di dare, sia che si tratti di freddo, di denaro contante, del proprio tempo, o competenza, o qualcos'altro, è motivato più che dall'altruismo. È alimentato da una sensazione di "calore". Cos'è esattamente una luce calda? È un senso di soddisfazione aver fatto qualcosa di buono. Per coloro a cui piace pagare le tasse, il desiderio di sperimentare una luce calda è un motivatore significativo e incoraggia la conformità fiscale futura. Questa motivazione è ben illustrata nella ricerca dello scienziato politico Vanessa Williamson (che studia gli atteggiamenti delle persone nei confronti della tassazione). In uno dei suoi studi, riferisce a un intervistato che dice: "È bello poter contribuire e sapere che sei parte del motivo per cui esiste un'infrastruttura". Ragionamento classico e caldo!

2) Reciprocità

Molte persone provano un senso di responsabilità nel restituire al proprio paese e ai concittadini in cambio dei benefici che hanno ottenuto. Vedono pagare le tasse come un modo per ricambiare. (Cado anch'io in questo campo). Tale motivazione si manifesterà anche attraverso espressioni di patriottismo o dovere civico. Ma la reciprocità è un'arma a doppio taglio. Uno studio condotto in Armenia, ad esempio, ha scoperto che la maggior parte degli armeni evadeva le tasse principalmente perché sentivano di non dovere nulla al governo perché non faceva nulla per loro. Al momento, gli atteggiamenti degli americani nei confronti di funzionari governativi eletti sono a livelli veramente bassi. Se si trasferiscono al meccanismo del governo nel suo insieme, e gli americani iniziano a pensare che il governo sia inefficace nel trattare questioni importanti come l'istruzione, l'ambiente, il terrorismo, ecc., La reciprocità farà male piuttosto che aiutare la conformità fiscale.

3) Auto-segnalazione positiva

Una terza ragione per cui le persone si comportano in modo prosociale è quella di fornire un "auto-segnale" a se stessi sulle buone qualità. Nel descrivere la loro teoria degli auto-segnali, gli psicologi Ronit Bodner e Drazen Prelec dicono: "Le azioni forniscono un segnale a noi stessi, cioè le azioni sono auto-segnalanti. Ad esempio, una persona che prende la corsetta quotidiana nonostante la pioggia potrebbe vederlo come un segnale gratificante di forza di volontà, dedizione o futuro benessere. Per qualcuno incerto su dove lui o lei si posizioni rispetto a queste disposizioni, ogni nuova scelta può fornire un po 'di buone o cattive "notizie". "Questa teoria spiega perché molte persone accettino le tasse. Quando le persone pagano le tasse con entusiasmo, in effetti stanno offrendo un forte segnale di auto-segnalazione, indicando il loro impegno nei confronti del loro paese e trasmettendo una serie di caratteristiche positive a se stessi. In parole povere, pagare le tasse fa sentire le persone bene con se stesse e aumenta la loro autostima.

Tax Me, Bro by Martha Soukup Flickr Licensed Under CC BY 2.0
Fonte: Tax Me, Bro di Martha Soukup Flickr Con licenza CC BY 2.0

Ci sono anche altri motivi che possono spiegare perché le persone godono di pagare le tasse. Ad esempio, per quanto strano possa sembrare, per alcune persone pagare le tasse è un simbolo di stato; un modo per mantenere il punteggio e aumentare il proprio gruppo di pari ("Ho pagato più tasse di te"). In India, ad esempio, il governo conferisce effettivamente lo status pubblicamente felicitando cittadini di spicco come magnati e star del cinema per essere i più alti contribuenti di una particolare città o stato.

Nonostante questa discussione sugli americani che amano pagare le tasse, non intendo dire che questa è la posizione della maggioranza. O anche che a qualcuno piaccia davvero il processo di preparazione e presentazione delle dichiarazioni dei redditi. C'è un rovescio della medaglia. Ci sono molte ragioni concrete per cui la gente odia pagare tasse altrettanto forti. E a prescindere dal loro atteggiamento nei confronti della tassazione, a poche persone piace il processo di preparazione e archiviazione fiscale. Lo trovano troppo complicato. Ma alla fine di questa stagione fiscale, siamo grati di vivere in un paese che raccoglie tasse e fa almeno alcune cose buone con i soldi.

Insegno marketing e prezzi agli studenti MBA alla Rice University. Il mio libro di prossima uscita è Come prendere decisioni sui prezzi: una guida per manager e imprenditori . Puoi trovare maggiori informazioni su di me sul mio sito web o seguirmi su LinkedIn, Facebook o Twitter @ud.

Solutions Collecting From Web of "Perché così tanti americani effettivamente sono disposti a pagare le tasse?"