Perché è così difficile superare la rottura s

Max kegfire/Shutterstock
Fonte: Max kegfire / Shutterstock

Quando una relazione finisce, uno degli aspetti più tormentanti della perdita è che pensi di stare bene, e che hai superato la tempesta, ma poi, apparentemente inaspettatamente, ti tuffi di nuovo nella confusione, nel disgusto, e paura. Le probabilità sono, più la relazione è tumultuosa mentre eri in essa, più la tua risposta sarà tumultuosa all'indomani della sua rottura.

Quando sei in una relazione tumultuosa, il tuo cervello è in uno stato perenne di stimolazione e intensità. Ciò significa che quando si verifica la rottura, potresti attraversare periodi di sollievo, anche di calma, e poi un giorno ti sembrerà di essere colpito da una tonnellata di mattoni. Il grilletto potrebbe essere qualcosa di cui sei coscientemente consapevole, o forse sembra solo casuale.

Il tuo disagio per la perdita potrebbe iniziare subito, o fino a un anno dopo. Potresti non sapere cosa provi da un minuto all'altro. Potresti sentirti arroccato nel nulla e allo stesso tempo intrappolato nella rabbia e nella vergogna, senza alcuna idea di come scappare. Potresti sentire che esploderai se non ti allontani da te stesso. È un'esperienza tossica e squilibrante, che può costringerti a isolarti.

Com'è possibile avere la sensazione che "niente" sia ancora sul punto di "esplodere" allo stesso tempo? È un disordine disorientante e scoraggiante quando reazioni emozionali e fisiologiche estreme si verificano in stretta vicinanza l'una all'altra. Può essere così stridente che non ti rendi conto di quanto tu sia traumatizzato dall'essere nella relazione in primo luogo.

Per una relazione tumultuosa, intendo quella in cui ci sono stati molti combattimenti, litigi, cecchini, esche e bullismo l'uno dell'altro. La sua tumultuosità significa che potrebbe anche essere stato pieno di intensità, risentimento, ansia, gelosia – e sì, passione spesso intensa. Ma per trovare un equilibrio, probabilmente rimanevi pronto a fare il controllo dei danni per la maggior parte del tempo, o stavi cercando di calmare te stesso o il tuo ex. La relazione ha costretto uno stato di attività, una risposta e una stimolazione intensificati nel cervello a causa della sua natura.

È incredibilmente disorientante andare da uno stato in cui i tuoi neuroni sparano su tutti i cilindri per non avere più questo stimolo; ti rimane la sensazione di aspettare che l'altra scarpa cada. Il tuo cervello non è abituato alla diminuzione della stimolazione che viene quando inizi a disimpegnarti dal tuo ex, e il combattimento tra te diminuisce. Non sei ancora abituato alla relativa calma di essere solo.

Anche quando la relazione è finita abbastanza a lungo da permetterti di riconoscere che stai meglio, potresti comunque passare dei periodi in cui ti fissi sulle cose sconvolgenti che sono accadute nella relazione perché rimangono irrisolte. Il disagio di essere rinchiuso tra le grinfie di una relazione dolorosa che pensavi di aver lasciato andare e fatto pace crea frustrazione, che, se non monitorata, può riversare su tutte le persone sbagliate, in tutti i modi sbagliati. Puoi sentirti così cieco da essere risucchiato di nuovo che puoi persino sentirti fuori controllo. Ma tu non lo sei: i tuoi sentimenti sono normali.

I sentimenti che hai sulla relazione ora possono sembrare ancora più fuori controllo di quello che facevano quando eri dentro e quei sentimenti avevano un posto dove essere diretto. Ora, quei sentimenti non hanno più un posto dove andare e, poiché riconosci che la relazione è più inquietante che salutare, senti e agisci come un trauma, in un modo che non puoi durante la relazione. Non potevi agire in modo caotico come pensavi, stavi facendo del tuo meglio per gestire il tumulto.

Ora che è finita, e il tuo cervello sta capendo come ridurre tutta la stimolazione a cui si era abituato, può sembrare che cose nella tua vita che dovrebbero essere familiari sembrano senza fondo, vuote, non identificabili. È dolorosamente disorientante e può immergerti in questo luogo di confusione, caos, frustrazione e rabbia.

Ecco la cosa: non hai modo di sapere dove sei nel processo, nessun marker per identificare quando arriverai alla fine di questo periodo di disorientamento. Perché sei infuriato con il tuo ex 18 mesi dopo? Perché ora, e non prima? Perché stai soffocando l'agonia per la perdita ora, quando la perdita in molti modi sembra molto tempo fa?

È difficile sapere quali potrebbero essere i tuoi trigger: forse il tuo ex è con qualcuno di nuovo. Forse sei con qualcuno di nuovo. O forse è un motivo non identificabile. Sappi solo che non sei solo. Questa è un'esperienza estremamente comune. Le circostanze all'interno della relazione, i sentimenti che ha evocato e la sua rottura non sono ancora risolti per te. Va bene che non hai finito di soffrire o di elaborare la perdita.

Le tue reazioni, indipendentemente da quando le hai, fanno parte del processo. Invece di sentirti arrabbiato per te stesso per cadere all'indietro o "regredire", prova a provare compassione per il fatto che gli aspetti del tuo trauma che si stanno scatenando non hanno un modo di esprimere se stessi fino ad ora, quindi li stai tirando fuori .

Tieni presente che, pur consentendo al tuo processo di svolgersi lungo il suo percorso naturale e normale, devi esercitare cautela se il tuo tuffo ti porta alla rabbia o alla voglia di distruggere se stessi o altro. Quando ti scavi in ​​una buca o ti ritrovi in ​​un angolo perché sei arrabbiato con ciò che rimane irrisolto, ricorda che anche se la tua ex è la fonte della tua rabbia, non spetta al tuo ex renderlo migliore, solo tu puoi ottenere te stesso fuori

Fai del tuo meglio per prenderti cura di te stesso senza agire in modi distruttivi che scavino più a fondo nel tuo trauma. Con il tempo, passerà. Con la conoscenza di sé e l'auto-compassione, troverai la fine della tua confusione. La responsabilità è nel riconoscere il tuo comportamento e darti una pausa su dove è venuto. Identificare cosa sta succedendo e perché può aiutarti a sentirti più in controllo. L'atto stesso di riconoscere la connessione ti consente di superare questa battuta d'arresto.

Solutions Collecting From Web of "Perché è così difficile superare la rottura s"