Perché alcune donne sono cattive con altre donne?

DONNE DOLCE ALLE DONNE?

Perché alcune donne sono così cattive con altre donne, specialmente sul lavoro in cui verrebbero pagati per raggiungere gli stessi obiettivi organizzativi?

Essenzialmente ci sono tre ragioni principali per cui le donne sono cattive con altre donne:

• Perché proiettano le loro parti indesiderate sulle altre donne (in particolare la loro paura, invidia, gelosia, sospetto, risentimento, rabbia, ansia o mancanza di autostima e fiducia)

• Perché possono farla franca (come uno sport, divertimento, panacea alla noia, deliziare nel dispetto, e la loro mancanza di curiosità / tolleranza di differenza suggerisce che probabilmente non gli piacciono comunque le persone)

• Perché non hanno le abilità comunicative interpersonali e intrapersonali per riconoscere o alterare il loro comportamento.

Con le donne cattive, di solito è la loro paura inconscia o la necessità che il controllo venga attivato dal nuovo membro dello staff o dalla diversa donna al lavoro che li minaccia.

Se non siamo predisposti – o non abbiamo il tempo e l'inclinazione nelle nostre vite stressanti di lavoro – per essere curiosi riguardo l '"altro", è molto meno probabile che tolleriamo la differenza o modifichiamo il nostro comportamento nei confronti di qualcuno che può irritare, infastidire, disgusto o perplesso.

Siamo creature sociali e viviamo in villaggi di lavoro o "famiglie" di lavoro in cui le donne vivono una tensione tra i loro sé positivi e negativi – la dualità che ci anima quando riconosciuta, ma può danneggiare le relazioni quando non è integrata nella nostra personalità. È più facile sopprimere l'introspezione sui nostri motivi, sulle parti non viventi, sulla nostra malevolenza o sulle emozioni primitive che possono esplodere.

Abbiamo un archetipo DARK SIDE – il "più bello" che intendiamo essere, più oscura è l'ombra che abbiamo lanciato. Trapelano nella nostra ricerca manipolatrice di potere, controllo o soddisfazione nello spruzzare la cattiveria verso un'altra donna. Quanto più "potenti" intendiamo – o vogliamo – essere, tanto più siamo infestati dai dubbi su noi stessi o dalla potenziale esposizione dei nostri deficit.

I miti sono proiezioni metaforiche di ciò che sta accadendo nelle nostre vite; le nostre ombre sono le nostre parti nascoste o non vivute che possono trapelare in giochi di potere viziosi o crudeltà verso altre donne. I miti contemporanei possono includere "ce ne può essere uno solo", "Ho ucciso il drago e ora sono nel castello Non abbasserò il ponte levatoio per i nuovi arrivati", "La nostra squadra ama la mediocrità, quindi", "essere il nel gruppo abbiamo bisogno di qualcuno che è fuori "o qualsiasi altra cosa.

Quando siamo disconnessi da noi stessi, dalle nostre emozioni e dai nostri veri bisogni, possiamo diventare narcisistici e ignari del nostro impatto sugli altri; non entra nella nostra coscienza per considerare anche che dobbiamo essere adulti, ragionevoli, curiosi e celebrare la differenza.

In ufficio – la nostra "famiglia del villaggio" – la maggior parte di noi si rispecchia l'un l'altro per comodità e facilità. Ci piacciono le cose come ci piacciono e abbiamo modi per superare potenziali sfide che potremmo aver perfezionato nella nostra famiglia di origine o nel cortile della scuola. Le NASTY WOMEN si proteggono dalle proprie paure, ferite o cicatrici e diventano l'aggressore o il manipolatore bifronte.

Se sei preso di mira da una donna Nasty (di solito per non essere la stessa o non indovinare i protocolli non detti su come mimetizzarti) allora il resto dell'ordine gerarchico del villaggio probabilmente imiterà inconsciamente il comportamento della donna cattiva nei tuoi confronti come bene. Di solito, la sopravvivenza significa stare al sicuro e la maggior parte dei membri del villaggio si allinea con, piuttosto che cercare di parlare contro, l'autore di qualcosa di insidioso, complesso e confuso. Le culture possono rivolgersi contro i whistle-blowers, i "dobbers", i soccorritori degli obiettivi.

La paura dell'ostracismo o dell'attacco se altri affrontano la donna cattiva a nome della sua vittima potrebbero renderli ignari della situazione.

Se chiedi a donne cattive che lo fanno per lo sport, di solito lo scontano: "Oh, è il mio senso dell'umorismo, perché non si illumina!" O "la mia natura impertinente, è troppo sensibile!" O incolpare l'altro e in realtà "altre donne dovrebbero essere abbastanza forti da farcela o da incazzare". Non confessano la loro gioia per la crudeltà.

Date le complesse ragioni per comportamenti cattivi, ho studiato le esperienze delle donne in dettaglio. Ho identificato 8 tipi comuni, facilmente riconoscibili, diversi dalle esperienze in feltro di duemila donne e strategie di protezione su misura per le donne più sensibili che potrebbero essere prese di mira.

Le donne sensibili – in realtà, le donne che sono più consapevoli di se stessi, i loro sentimenti, le emozioni e il loro corpo – ricevono la ferita più profondamente rispetto alle donne meno consapevoli che sono più propense a spazzare via o a scrollarsi di dosso il significato dell'incontro crudele.

Il primo passo fondamentale è parlare con qualcuno che può aiutare – non c'è vergogna nel cercare supporto. Leggi blog, libri di autoaiuto, media digitali; guarda film, dvd di formazione; e acquisire sicurezza.

Solutions Collecting From Web of "Perché alcune donne sono cattive con altre donne?"