Perché abbiamo bisogno di una piccola paura

Come la libertà dal bisogno, la libertà dalla paura suona meglio della realtà. Sappiamo tutti cosa vuol dire sentirsi sopraffatti dalla paura, ma pochi di noi sanno cosa vuol dire essere irrimediati dalla paura. Immaginiamo che ci renderebbe più audaci e coraggiosi. In realtà, ci renderebbe più stupidi. La paura, come si scopre, è una parte fondamentale nel prendere buone decisioni.

Considera il caso di una donna di 24 anni che chiameremo Lucy. Ha iniziato ad avere crisi epilettiche dopo una settimana di febbre. Le convulsioni diventano sempre più frequenti, anche con farmaci anti-sequestro. Entro una settimana, il cervello di Lucy si trovava in uno stato pericoloso chiamato stato epilettico, essenzialmente un continuo attacco. Quando la terapia standard non ha funzionato, i suoi medici hanno eseguito un intervento chirurgico al cervello di emergenza per prevenire ulteriori danni cerebrali o addirittura la morte. L'intervento chirurgico, una lobectomia temporale, ha rimosso la parte del cervello di Lucy che sembrava causare l'80% delle crisi. L'operazione fu considerata un successo: le convulsioni di Lucy erano ora sotto controllo e fu rilasciata dall'ospedale.

Questa non era la fine della storia. Cinque anni dopo, Lucy si presentò di nuovo al pronto soccorso. Ha subito un altro attacco generalizzato. I medici curanti la descrissero come "letargica e insensibile, ma medicalmente stabile". Questo è quando le cose diventano strane. Secondo il case report originale nel Journal of Neurology, Neurosurgery e Psychiatry, "è stata lasciata incustodita in una stanza d'esame. Circa 30 minuti dopo, è stata trovata in una stanza adiacente che eseguiva la fellatio su un anziano paziente cardiaco. "

Hmmmm. Non il solito comportamento del paziente ospedaliero (almeno, non al di fuori dei drammi medici televisivi, nel qual caso il destinatario sarebbe stato almeno un dottore attraente). E anche non il primo segno di guai. Si scopre che Lucy ha continuato ad avere crisi epilettiche dopo l'intervento, di solito quando ha dimenticato di prendere le sue medicine. Per una o due ore dopo ogni crisi, si impegnava in un'ampia varietà di comportamenti sessuali insoliti, come masturbarsi in pubblico e cercare di sedurre familiari e vicini. Ha anche perso il controllo sul cibo nel periodo post-sequestro. La sua famiglia ha riferito episodi di abbuffate estreme che sono scomparse tra le crisi.

Cosa potrebbe spiegare questo comportamento impulsivo che ha volato di fronte al comportamento normale di Lucy e che cosa dice la società è sbagliato? Innanzitutto, aiuta a sapere cosa hanno fatto esattamente i chirurghi al cervello di Lucy. La lobectomia temporale ha rimosso l'amigdala sinistra di Lucy, una regione del cervello associata al rilevamento delle minacce e alla paura. L'amigdala è comunemente pensata come un prim

una regione del cervello che sollecita risposte istintive, come la fuga da una minaccia. Vedi una tigre che ti insegue e corri. Ma l'amigdala è anche una fonte importante della sensazione che qualcosa non sia del tutto giusto. Ricordandoci di potenziali rischi e danni, questo centro primitivo può effettivamente frenare altri impulsi. Potresti sentire l'impulso di sedurre il tuo vicino, ma il fattore paura (o, nel caso di altri impulsi, il fattore "ick") può schiacciare quella tentazione più velocemente di quanto tu possa dire "E se venissi catturato?"

La lobectomia temporale di Lucy era unilaterale. L'amigdala destra è rimasta intatta, il che a quanto pare era abbastanza per aiutare la sua funzione normalmente senza la sua amigdala sinistra. Ma le sue occasionali convulsioni temporaneamente disabilitarono il suo amigdala rimanente. Ogni crisi ha creato una breve finestra temporale in cui ha avuto l'equivalente funzionale di una lobectomia temporale completa. E in questa finestra, il suo comportamento passò da normale a bizzarro. Ha perso l'inibizione sui due appetiti che gli uomini controllano con maggiore attenzione: sesso e cibo.

Qual è la morale di questa storia per noi? In primo luogo, penso che tutti possiamo essere d'accordo sul fatto che le relazioni sui casi medici in riviste scientifiche soffocanti siano più interessanti di quanto ci siamo resi conto.

Secondo, questo caso dimostra che gli istinti di paura primitiva sono tanto importanti per l'autocontrollo quanto il più alto potere di scavalcare gli istinti. Molti di noi lasciano che la paura si intrometta negli obiettivi a lungo termine, e non va bene. Ma è un errore pensare che la soluzione sia superare la paura in generale. Non puoi (almeno, non senza una lobectomia temporale). E anche se tu potessi, non ti piacerebbero i risultati. Abbiamo bisogno del nostro istinto per farci sapere quando qualcosa è semplicemente sbagliato – una valutazione emotiva immediata che è persino più potente di ragionamenti e logiche complesse.

Quando si tratta di autocontrollo, quella sensazione istintiva ti aiuterà a prendere una decisione saggia. Ad esempio, le persone che sperimentano l'attivazione nella regione del dolore del cervello quando pensano di acquistare qualcosa di costoso hanno maggiori probabilità di trattenere i propri soldi. E le persone il cui cervello interpreta i cookie come una minaccia per la loro salute e gli obiettivi sono più propensi ad attenersi alla loro dieta. In molti casi, lo stress è il nemico dell'autocontrollo – ma a volte ci aiuta a vincere la guerra.

Caso citato: Anson, JA, & Kuhlman, DT (1993). Sindrome di Kluver-Bucy post-ictica dopo lobectomia temporale. Journal of Neurology, Neurosurgery, and Psychiatry, 56, 311-313.