Per Med o non per Med

Come qualcuno che ha lottato con l'insonnia per tutta la mia vita, affronta questa domanda ogni notte, se è meglio raggiungere un sonno med o farlo fuori senza dormire. La pubblicità ci assicura che c'è poco pericolo dai medici del sonno, ma le storie spaventose di Michael Jackson e Heath Ledger suggeriscono il contrario. Come ordinare attraverso l'hype e l'isteria?

Come autore di Insomniac, un resoconto in prima persona della convivenza con l'insonnia, ho trascorso sei anni a cercare medicine per il sonno e ho concluso che non si tratta di droghe demoniache, ma nemmeno di innocue. Richiedono pensiero e attenzione. Nessun sonno med sul mercato oggi è senza problemi. Nessuno dà sonno profondo e naturale durante la notte e continua a lavorare indefinitamente. Tutti interferiscono con la struttura del sonno, così che se li prendiamo continuamente, potremmo essere derubati dei benefici ristoratori del sonno. La maggior parte ha effetti negativi sulla memoria e sulla coordinazione. Alcuni possono creare dipendenza.

Dico, passare ai farmaci come ultima risorsa, dopo aver provato tutto il resto, come ultima linea di azione piuttosto che come prima. Ma dal momento che trovo che vivere nelle 2-4 ore del sonno è il mio solito destino è semplicemente terribile, mi rivolgo a loro – un bel po '.

Se decidi di seguire questa strada, trova un dottore che lavorerà con te – non è un'impresa da poco, visto che i medici sono presi dallo stesso hype e hype che infetta così tanto il pensiero sui farmaci. C'è il dottore che ha la pillola felice, da un lato, che tira fuori un blocco di prescrizione prima che tu abbia smesso di parlare e ti mandi fuori dall'ufficio con un farmaco che può o non può essere giusto per te; e c'è il dottore censuroso, all'estremo opposto, che ti fa sentire come un ciarlatano per chiedere un aiuto per dormire. Può essere d'aiuto sapere che gli ipnotici, come vengono chiamati i farmaci del sonno approvati dalla FDA, sono regolati in modo tale da allontanare molti medici da loro; se il medico sembra irritato con la tua richiesta, potrebbe avere più a che fare con questi regolamenti che con te. Gli ipnotici sono regolati dalla legge sulle sostanze controllate, che classifica le sostanze in base ai loro usi medici e al loro potenziale di abuso e dipendenza. Si tratta di farmaci "pianificazione IV", che sono meno ristretti di I, II o III, ma sono comunque sostanze controllate, sotto la giurisdizione del Dipartimento di Giustizia e della Drug Enforcement Administration. Le linee guida della FDA suggeriscono di limitare l'uso della maggior parte degli ipnotici da sette a dieci giorni fino a un massimo di un mese, tuttavia molti di noi li prendono ancora per molto. Prescriverli per più di un mese potrebbe mettere il medico a rischio legale.

Gli antidepressivi – che includono i farmaci più vecchi come Elavil, Deseryl (trazodone) e gli SSRI più recenti, Paxil, Zoloft – non sono "sostanze controllate", che possono essere una ragione per cui sono così spesso prescritti per il sonno. Non funzionano per me: mi annebbiano il cervello, accelerano il mio cuore e non aiutano il mio sonno. Ma funzionano per molte persone. Non esistono due persone che reagiscono a un farmaco allo stesso modo – anche gli antistaminici, la base della maggior parte dei rimedi per il sonno e di medicine fredde come Benedryl, sono imprevedibili, agiscono come un soporifero per alcune persone e come la velocità per gli altri. Un giorno, forse, un medico sarà in grado di fare un esame del sangue, valutare il tuo DNA e, con queste informazioni, essere in grado di adattare una prescrizione proprio a te. Ma per ora, nessun medico può immaginare come funzionerà una droga per te, solo tu puoi essere il giudice di ciò. Devi essere disposto a tornare e dire, posso provare qualcos'altro? E per questo, hai bisogno di un dottore che sia disposto a scocciare.

Quindi, scopri cosa stai mettendo nel tuo corpo. Leggi il foglietto illustrativo, entra nel web e scopri tutto quello che puoi su di esso. Conoscere a quale categoria di farmaci appartiene il farmaco, gli effetti che probabilmente avrà. (Esistono siti Web affidabili e di facile utilizzo che contengono informazioni sui farmaci, elencati di seguito, e anche siti come Sleepnet e TalkaboutSleep e Sleepstarved.org – il mio stesso sito – in cui le persone parlano delle loro esperienze con i farmaci).

Le droghe ad azione prolungata, le benzodiazepine (Ativan, Valium, Restoril), hanno più probabilità di farti passare la notte, ma possono anche lasciarti i postumi di una sbornia il giorno successivo, dal momento che rimangono in giro per il sistema più a lungo e possono anche essere più avvincenti. Le non-benzodiazepine ad azione più breve (Ambien, Lunesta, Sonata) potrebbero essere fuori dal tuo sistema così velocemente da non farti passare la notte. Ma a basse dosi, questi possono aiutarti a riaddormentarti quando ti svegli dopo poche ore. (È così che uso Ambien, ma se usi un med nel bel mezzo della notte, assicurati di aver lasciato il tempo per l'effetto di svanire prima di entrare in azione il giorno successivo.)

Quindi, se continui a prendere un med per un certo periodo di tempo, tieni d'occhio te stesso. Assicurati che non influenzi la tua personalità o il tuo umore. Se inizi a non sentire te stesso, considera che potrebbe essere il med. Ambien, anche se è d'accordo con me, può avere degli effetti piuttosto strani: la gente si sveglia e trova involucri e briciole di caramelle nel loro letto, avendo conversazioni telefoniche che non ricordano, guidando senza alcun ricordo. A volte questo accade perché hanno preso troppo del farmaco, o lo hanno preso troppo a lungo, o l'hanno mescolato con l'alcol, o perché lo hanno preso prima che lasciassero l'ufficio o la festa e tornassero a casa. (Non prendere mai un med nel sonno, ma a letto, quando stai per andare a dormire!) A volte succede semplicemente perché hanno una bizzarra reazione a questo farmaco. "Questi farmaci fanno cose che non capiamo", come dice Daniel Kripke, il cui sito web, The Dark Side of Sleeping Pills, potrebbe farti perdere per sempre.

Quindi prova in giro per scoprire cosa funziona, quindi monitorati, quindi gestisci il farmaco. Prendi il meno possibile per cavartela, anche se la bottiglia ti dice di prenderne di più. La dose più piccola è sempre la dose migliore. I farmaci perdono il loro effetto nel tempo e se inizi a dosi elevate, ti abituerai più velocemente e avrai maggiori probabilità di diventare dipendente. Prova a fare una pausa dal medico; considera l'alternanza con un altro tipo di farmaco, ad esempio un non-benzo a breve durata d'azione con un antistaminico. Assicurati che la dose non aumenti. Attenzione alle combinazioni creative: questo è ciò che ha fatto in Jackson e Ledger.

La buona notizia è che esiste una scelta più ampia di farmaci rispetto a un tempo: i diversi tipi di antidepressivi, i più vecchi e nuovi benzoli e non benzoli, gli antistaminici da banco – e questo aumenta la probabilità di trovare qualcosa che funzioni . La cattiva notizia è che nessuno sa cosa faccia nel tempo il sonno med: nessuno di questi farmaci è stato testato per effetti a lungo termine. Solo due mediatori del sonno approvati dalla FDA, Lunesta e Rozerem, sono stati approvati per uso indefinito, e anche questi non sono stati testati per niente come la durata che molti di noi li prendono.

Siamo tra un duro e un duro, quando si tratta di medicine. La mancanza di sonno fa male all'umore, alla salute e alla memoria; I farmaci per il sonno possono essere dannosi per la memoria, la salute e, a volte, per l'umore. Solo tu puoi eseguire i calcoli del rischio-beneficio per decidere se il rischio è vantaggioso per te. Ma se stai attento e fortunato, potresti trovare un medico che trasforma alcune ore sprecate e svegli nel sonno.

Siti Web consigliati:

WebMD http://www.webmd.com

PDRhealth http://www.pdrhealth.com/home/home.aspx

Rapporti sui consumatori http: // www.ConsumerReports.org/cro/health-fitness/index.htm

Mayo Clinic http://www.mayoclinic.com/index.cfm

Associazione medica americana http://www.medem.com

Solutions Collecting From Web of "Per Med o non per Med"