Per favore non rispondere alle domande degli studenti

Sto insegnando un seminario del primo anno intitolato "Come pensare come uno psicologo". È solo la quinta settimana, ma ho imparato molto! All'inizio del semestre ho trasmesso agli studenti che avrebbero voluto trattare il college come un lavoro (vedi la mia lettera agli studenti), e ho notato due situazioni in cui sto imparando ad aiutare gli studenti a sviluppare competenze lavorative, compresa la responsabilità , anticipazione e iniziativa – NON rispondendo alle loro domande.

Questa è una nuova abilità per me, perché non rispondere alle domande è incoerente con (a) i miei valori di aiutare gli studenti ad apprendere informazioni e (b) la mia immagine di me come persona calda, generosa, generosa (e consapevole di sé). Tuttavia, quello che cerco di fare quando rifiuto di rispondere a una domanda è di spiegare perché non sto rispondendo. In questo modo, mi concentro sull'insegnare agli studenti il processo di apprendimento e attualizzo il valore della trasparenza.

La prima situazione è quando gli studenti fanno domande sulle informazioni che sono trattate nel programma. "Dov'è il tuo ufficio?" "Quando è il primo lavoro?" "Quanti punti ho per incontrarti?" Quando gli studenti mi fanno queste domande, sorrido e dico qualcosa del tipo "Dai un'occhiata al tuo programma . È importante che tu sappia cosa c'è nel programma e che sia in grado di trovare quell'informazione. "Se avrò ancora un po 'di tempo, spiegherò che, come ho detto nella mia lettera iniziale, sto insegnando loro le capacità che i datori di lavoro pagare per. I capi, che danno un aumento di stipendio, e i professori, che scrivono lettere di raccomandazione, potrebbero non apprezzare di dover rispondere alle domande due volte. Quindi, fare domande del genere può sembrare una mancanza di attenzione ai dettagli o a questioni veramente importanti.

Questo approccio rischia di sembrare accondiscendente o indifferente, ma credo che possa funzionare se chiarisco fin dall'inizio che uno dei miei obiettivi nel corso è quello di aiutare gli studenti a imparare le abilità del mondo reale. Mi assicuro inoltre di elogiare gli studenti quando li vedo prendere l'iniziativa, rispondere alle loro domande e, in altri modi, dimostrare le loro capacità.

La seconda situazione in cui ho iniziato a non rispondere alle domande è quando gli studenti sono impegnati nell'apprendimento attivo. Il mio fondamento logico deriva da una ricerca che dimostra che (a) valutare la propria conoscenza è un modo efficace per imparare e (b) un apprendimento più attivo in cui gli studenti creano e utilizzano strutture in cui collocare nuove informazioni possono essere più efficaci.

Proprio l'altro giorno ho messo i miei studenti in gruppi e li ho fatti lavorare per progettare un esperimento per testare il vecchio slogan pubblicitario che "i blonds sono più divertenti". Per strutturare l'esercizio ho fornito l'ipotesi specifica: " Diventare biondi porterà ad avere più divertimento in situazioni sociali. "Ho anche distribuito un foglio di lavoro con una serie di domande, come" Quali sono le tue definizioni operative delle variabili indipendenti e dipendenti? "Ho chiesto agli studenti di lavorare individualmente per cinque minuti prima di collaborare in modo che potessero valutare la loro proprio livello di conoscenza. "Hai letto di tutto questo, e puoi dire se hai letto in modo efficace da quanto puoi rispondere a queste domande."

Subito dopo aver distribuito i fogli di lavoro uno studente mi ha chiesto: "Qual è una definizione operativa?" Di solito, avrei semplicemente risposto alla domanda. Ma l'altro giorno, ecco cosa ho detto: "Non ho intenzione di rispondere a questa domanda. Il motivo per cui non ho intenzione di rispondere è che avrai la stessa reazione alla mia risposta come hai dovuto leggere: "Capisco". Ma hai davvero bisogno di vedere se lo sai, ed ecco come: Fai credere che questo è un midterm e devi rispondere. Bluff. Inventa qualcosa. Se risulta essere giusto, sarai sicuro di saperlo. Se la tua risposta è sbagliata, sarai in grado di costruire informazioni migliori e metterle in relazione con la tua risposta composta per ricordartelo meglio. "

Se avete domande su questo post, sentitevi liberi di rispondere!

————–

Mitch Handelsman è professore di psicologia all'Università del Colorado Denver e coautore (con Sharon Anderson) di Etica per psicoterapeuti e consulenti: un approccio proattivo (Wiley-Blackwell, 2010). È anche redattore associato del manuale in due volumi dell'APA Handbook of Ethics in Psychology (American Psychological Association, 2012).

© 2012 Mitchell M. Handelsman. Tutti i diritti riservati

Solutions Collecting From Web of "Per favore non rispondere alle domande degli studenti"