Pensiero critico 101: Perché le bugie viaggiano più velocemente della verità

Al giorno d'oggi i candidati presidenziali diranno qualsiasi cosa per ottenere applausi e retweet. Ad esempio, Donald Trump pubblica linee progettate per un applauso spontaneo e un ampio accordo mormorio. Trascende il banale, quotidiano e noioso discorso politico. Trump trascende la verità. E i suoi seguaci stanno bene con questo. Sono più che bene con questo. Perché?

Perché a loro piace Trump. A loro piacciono le sue versioni incarnite della realtà e "la verità" secondo il Donald. Potrebbero sapere nel loro cuore di cuori e nella loro mente (se esiste, e se lo stanno usando), che Trump lo suona veloce e sciolto con le sue affermazioni, come "Migliaia e migliaia" di musulmani applauditi sul tetto top in una anonima comunità "araba" a Jersey l'11 settembre, o che vedeva la gente cadere dalle torri gemelle dalla finestra del suo appartamento di Midtown, a quattro miglia dal World Trade Center. Trump ha ritwittato una "statistica criminale" da un gruppo inesistente: "Bianchi uccisi dai neri-81%". Tutte queste affermazioni sono totalmente false. Le dichiarazioni, i tweet e i retweet di Trump sono pieni di falsità. Apre la bocca e la verità prende una vacanza. Trump dirà qualsiasi cosa per soddisfare il suo narcisistico bisogno di attenzione, adulazione e applauso. E una volta che rilascia le sue false affermazioni, ci sono applausi e una raffica di retweet. Perché?

A molte persone piace un semplice messaggio. Non vogliono pensare troppo a ciò che viene detto, o verificare le affermazioni di persone che amano, o assumersi la responsabilità per eventuali conseguenze in seguito. Molte persone amano l'infotainment e la bomba, e vanno ai social media, ai film e forse agli eventi della campagna di Trump, per fuggire dalla realtà quotidiana. In questa insolita stagione elettorale, anche i soliti esperti politici critici semplicemente ridono e scuotono la testa, ma non riescono a coinvolgere criticamente le più sciocche e oltraggiose richieste di molti candidati (ad esempio, Ben Carson: "Ho notizie segrete che i cinesi sono in Siria ";" Giuseppe costruì le piramidi egizie per immagazzinare grano "). Alcuni sostenitori potrebbero essere consapevoli che qualcosa suona un po 'fuori da queste affermazioni e ampie generalizzazioni su minoranze, immigranti, rifugiati, musulmani e donne, ma "prenderanno il male con il bene". Ad esempio, un sostenitore di Trump femminile potrebbe non apprezzare le cose sessiste, denigratorie e misogine di cui parla Trump, ma lei lo scaccia e prende il passo. Questo perché i sostenitori di questi candidati non si fidano di giornalisti, giornalisti, giornali e fonti alternative di informazione per fornire un punto di vista valido o una prospettiva diversa ma preziosa sulle loro affermazioni non veritiere. Dal momento che i sostenitori di Trump non si fidano o utilizzano una varietà di fonti di informazioni, si attengono a una sola: Trump. Un candidato alla presidenza può essere il più grande sbruffone, demagogo, alimentatore di odio (ora i conservatori usano "fascista" per descrivere Trump), temono più da quando Joseph McCarthy, ma è il loro fanatico fascista. I demagoghi conquistano il sostegno alimentando con successo e attingendo alla rabbia e alla paura dei collegi elettorali.

Quando Trump dice "dovremo fare certe cose che erano francamente impensabili un anno fa", la gente potrebbe rispondere, "Francamente, quello che era impensabile un anno fa dovrebbe rimanere così , perché fare quelle cose significherebbe che non siamo più l'amante della libertà e la libertà nel rispetto, noi americani siamo stati ". Questa settimana, quando un manifestante di Black Lives Matters ha fatto il pipistrello alle spalle di una campagna della Trump in Alabama, è stato picchiato, preso a calci e calpestato, mentre Trump ha ringhiato "Fallo uscire di qui!" Mentre il manifestante è stato aggredito in video, un sostenitore di Trump ha cantato "Tutte le vite contano! Tutte le vite contano! "L'orribile giustapposizione di quelle immagini e quel canto ironico era agghiacciante, terrificante e vergognoso. Il coup de grance di Trump in seguito fu questo: "Forse avrebbe dovuto essere malmenato per quello che ha fatto" (Leggi: il manifestante dovrebbe essere sconfitto per aver interrotto il Donald). Non è una cosa molto presidenziale da dire, ma è garanzia di applausi, quando hai un pubblico che non usa capacità di pensiero critico, che è pieno di rabbia, paura e disgusto, ed è pronto a consumare qualunque cosa tu stia scontando. Felice giorno della Turchia. La cornucopia politica include statistiche razziste e inventate per il tuo purè di patate e una fetta di demagogia odiosa per dessert. Oppure, sii un pensatore critico e un consumatore, e sii disposto a spezzare il pane con gente che non sempre è d'accordo, e non sempre applaude, al momento giusto.

Kyle D. Killian, PhD è autore di Coppie interrazziali, Intimacy & Therapy: Crossing Racial Borders della Columbia University Press.

Solutions Collecting From Web of "Pensiero critico 101: Perché le bugie viaggiano più velocemente della verità"