Pendolarismo: "Lo stress che non paga"

Il pendolarismo è stato scoperto come una delle attività meno divertenti della vita ed è stato etichettato come "lo stress che non paga". I pendolari più lunghi sono sistematicamente associati a tassi più bassi di benessere.

L'americano medio trascorre 25,4 minuti di pendolarismo. New York ha il tempo medio di spostamento più lungo (36 minuti), seguito da Los Angeles, Boston e Atlanta. I lavoratori nelle aree metropolitane hanno i tassi più alti di "mega-pendolarismo", pendolari di oltre 90 minuti. San Francisco, New York e Washington DC hanno la più alta percentuale di mega-pendolari.

I costi del pendolarismo
I tempi di pendolarismo sono aumentati costantemente negli Stati Uniti e il crescente problema della congestione ha solo aggravato il problema di sprecare tempo, denaro e carburante. Nel 2011, la congestione causò agli americani un viaggio di oltre 5,5 miliardi di ore e acquistò 2,9 miliardi di litri di carburante, portando a 121 miliardi di dollari il prezzo della congestione (per non parlare di 56 miliardi di anidride carbonica rilasciati nell'atmosfera a causa della congestione urbana ). Il ritardo annuale per i pendolari medi è in costante aumento dagli anni '80, più che raddoppiando a 38 ore di ritardi nel 2011 per i pendolari medi e sprecando una settimana in più di carburante per il conducente medio degli Stati Uniti. Nelle aree urbane con oltre 3 milioni di persone, i pendolari hanno avuto in media 52 ore di ritardo all'anno.

Il pendolarismo ha anche notevoli costi psicologici e sociali. Può essere una delle principali cause di stress a causa dell'imprevedibilità e del senso di perdita di controllo. I pendolari possono sperimentare la noia, l'isolamento sociale, la rabbia e la frustrazione da problemi come traffico o ritardi.

Uno studio del 2004 ha rilevato che in un campione di quasi un migliaio di donne impiegate, il pendolarismo era l'attività meno soddisfacente di tutti i tipi di attività quotidiane, cadendo al di sotto delle faccende domestiche e del lavoro, e generato sentimenti di impazienza e stanchezza. La corsa al lavoro è anche associata ad un aumento della pressione sanguigna, problemi muscoloscheletrici, minore tolleranza alla frustrazione e livelli più elevati di ansia e ostilità. Può causare malumori quando si arriva al lavoro e tornare a casa, un aumento del ritardo e del lavoro mancato, e peggiorano le prestazioni cognitive.

Il pendolarismo può anche togliere tempo alle relazioni. Oltre tre quarti degli americani guidano da soli al lavoro. Uno studio ha rilevato che il pendolarismo automobilistico ha portato a ridurre il tempo a disposizione con coniugi, familiari e amici. Per gli uomini, un aumento di un'ora nel tempo di viaggio ha portato ad una diminuzione di 21,8 minuti nel tempo trascorso con il coniuge, 18,6 minuti di diminuzione nel tempo con i bambini e 7,2 minuti di diminuzione nel tempo con gli amici. Per le donne, un aumento di un'ora nel loro tragitto giornaliero ha portato a una diminuzione di 11,9 minuti nel tempo trascorso con gli amici. I pendolari pubblici si sono dimostrati meno vulnerabili a questi costi sociali del pendolarismo rispetto ai conducenti.

Un'ulteriore ora di pendolarismo è stata anche collegata a una riduzione del 6% delle attività relative alla salute, riducendo il tempo per dormire, fare esercizio fisico, preparare cibo e pasti condivisi.

Differenze di genere in pendolarismo
Gli studi dagli anni '80 hanno rilevato che le donne hanno tempi di pendolarismo più brevi rispetto agli uomini. Le teorie per questo includevano differenze nelle opportunità di lavoro tra uomini e donne, l'accessibilità del trasporto pubblico e ruoli di genere a casa. Le donne sono risultate avere un accesso più limitato alle macchine per il pendolarismo rispetto agli uomini e quindi hanno dovuto fare affidamento sul trasporto pubblico. I ricercatori hanno anche suggerito che le donne affrontino il bilanciamento tra le richieste di lavoro retribuito e le responsabilità domestiche (ad esempio, coloro che hanno più responsabilità nelle faccende domestiche e nell'educazione dei figli sono meno capaci di passare il tempo a fare i pendolari).

In uno studio del 1993 su New York e Toronto, le donne hanno avuto tempi di pendolarismo più brevi solo nelle aree suburbane. Nelle regioni urbane, la modalità di trasporto ha avuto la maggiore influenza sul tempo di pendolarismo, indipendentemente dal genere, dal reddito o dall'occupazione. Studi più recenti hanno rilevato che mentre gli uomini percorrono distanze maggiori rispetto alle donne, le donne fanno più viaggi. Le donne effettuano più brevi fermate durante il tragitto da e verso il luogo di lavoro (chiamate "concatenare il viaggio") e sono anche più propense a fermarsi a causa delle necessità del passeggero (ad esempio, abbandonare un bambino a scuola o fare l'infanzia). Di conseguenza, le donne che fanno il pendolare hanno un tempo meno flessibile.

Uno studio condotto in Gran Bretagna nel 2011 ha rilevato che il pendolarismo creava stress psicologico, soprattutto per le donne rispetto agli uomini, anche dopo aver controllato variabili come reddito e soddisfazione lavorativa. Lo stress negativo del pendolarismo è stato riscontrato ai tassi più alti nelle donne con bambini in età prescolare rispetto agli uomini con bambini piccoli o uomini e donne single senza figli.

Mentre lavoriamo verso l'uguaglianza di genere sia sul posto di lavoro che a casa, queste differenze di genere possono dissolversi. Ma i costi finanziari e psicologici del pendolarismo per uomini e donne rimangono.

I vantaggi di Active Pendolarismo
Il pendolarismo non deve essere tutte brutte notizie. Aspetti positivi del pendolarismo possono includere la possibilità di avere tempo da solo, leggere, pensare o prendersi del tempo per rilassarsi alla fine della giornata.

Uno studio del 2014 ha rilevato che il benessere psicologico, tra cui la capacità di concentrazione e la felicità, era più alto per le persone che si muovevano facendo viaggi attivi come camminare o il trasporto pubblico rispetto alla guida. Inoltre, il passaggio dalla guida in auto al viaggio attivo ha comportato un miglioramento del benessere. Il tempo di viaggio più lungo per i camminatori in realtà migliorava il benessere mentre il contrario era vero per i conducenti. Al contrario, la guida richiede una concentrazione costante e può provocare una maggiore noia, isolamento sociale e stress.

Esistono anche potenziali benefici per la salute fisica con il pendolarismo attivo, a seconda della modalità di trasporto. Il pendolarismo o il ciclismo hanno dimostrato di ridurre il rischio cardiovascolare dell'11% – un effetto protettivo che ha avuto un impatto più significativo sulle donne rispetto agli uomini.

Come puoi far funzionare il pendolarismo per te?

1. Combatti la noia.
Il pendolarismo irragionevole è una ricetta per la noia, la frustrazione o semplicemente il tempo perso che altrimenti potresti spendere facendo qualcosa di piacevole. Trova un'attività portatile e facilmente integrabile nelle tue abitudini di viaggio, sia che si tratti di ascoltare musica in metropolitana, podcast o audiolibri in auto, sia di leggere sul treno.

2. Non combattere l'imprevedibilità.
La pressione del sangue potrebbe salire alle stelle quando si vedono le massicce quantità di traffico a causa di costruzioni inaspettate, ma combattere con la natura imprevedibile del pendolarismo spreca molta energia mentale e concentrazione. Se la linea del treno è giù o si ottiene una gomma a terra, prova a non combattere con i dettagli del tuo tragitto giornaliero.

3. Riconosci la tua mancanza di controllo nella situazione.
Parte del fatto di essere un pendolare nota che la maggior parte delle volte non hai il controllo dei fattori del tuo ambiente, quando arriva il treno, il tempo o la congestione del traffico.

4. Immagina il tipo di giorno che vuoi sul tuo tragitto giornaliero per andare al lavoro. Rifletti e rilassati sul tuo tragitto verso casa.
La tua permuta probabilmente inizia la tua giornata, quindi è un'occasione per prendere un periodo di tempo regolare per immaginare il tipo di giornata che desideri sperimentare. Puoi impostare la tua intenzione per il giorno? La tua speranza è che la tua giornata possa essere piena di produttività, efficienza, resistenza o abilità? La casa dei pendolari è l'occasione per riflettere se sei stato in grado di vivere la giornata con l'intenzione che hai impostato e ti dà la possibilità di rilassarti.

5. Integrare il pendolarismo attivo come camminare o pedalare il più possibile.
Il tuo pendolarismo potrebbe richiedere una quantità significativa di guida o di seduta, ma se c'è un modo per includere più camminata o attività fisica (anche se si tratta semplicemente di prendere le scale anziché l'ascensore) puoi migliorare le tue condizioni fisiche e il benessere mentale .

Questo fa parte di una serie di articoli sul blog Urban Survival , che esaminano come gestire lo stress della vita in città.

Seguila su Twitter @newyorkpsych

Facebook Marlynn Wei, MD

Sito Web www.weitherapy.com

Iscriviti al suo blog di psicologia oggi Urban Survival.

Copyright Marlynn Wei, MD, PLLC 2015

Riferimenti

Christian TJ. Durata del pendolarismo automobilistico e quantità di tempo trascorso con coniuge, figli e amici. Medicina preventiva. 2012; 55: 215-218.

Delmelle EC, Haslauer E & Prinz T. Soddisfazione sociale, pendolarismo e quartieri. Journal of Transport Geography . 2013; 30: 110-116.

Hamer M, Chida Y. Active pendolarismo e rischio cardiovascolare: una revisione meta-analitica. Medicina preventiva. 2008 gennaio; 46 (1): 9-13.

Kahneman D, et al. Un metodo di indagine per caratterizzare l'esperienza di vita quotidiana: il metodo di ricostruzione del giorno. Scienza . 2004; 306: 1776-1780.

Koslowsky M, et al Commuting Stress: cause, effetti e metodi di coping. 1995. New York: Plenum Press.

Martin A., et al. Il pendolarismo attivo migliora il benessere psicologico? Evidenze longitudinali da diciotto ondate dell'Indagine sul panel delle famiglie britanniche. Medicina preventiva. 2014 dicembre; 69: 296-303.

Roberts J, et al. "La sta facendo impazzire": differenze di genere negli effetti del pendolarismo sulla salute psicologica. Journal of Health Economics. 2011; 30: 1064-1076.

White, MJ, 1986. Differenze di sesso nei modelli di pendolarismo urbano. American Economic Review 1986; 76 (2): 368-372.

 

Solutions Collecting From Web of "Pendolarismo: "Lo stress che non paga""