Passione per il possibile

Joey è una seconda elementare che può scoppiare a volte, strappando le foto dalla parete della classe. Altre volte, si fa pagare per la porta se si sente frustrato dai compiti scolastici e poi si annida nel corridoio. Una volta, quando è stato reindirizzato all'ufficio del preside per "cattivo comportamento", ha morso la mano dell'insegnante.

Come psicologo consulente per le scuole pubbliche di Cambridge, incontro sempre studenti come Joey. Gli insegnanti possono spesso sentire che stanno combattendo una battaglia persa quando lavorano con un bambino stimolante. È difficile insegnare – e difficile da imparare – quando la lezione viene ripetutamente interrotta giorno dopo giorno. Gli insegnanti possono persino tirare un sospiro di sollievo quando uno studente turbolento viene trasferito in un'aula autonoma, rimosso dal contesto di istruzione generale e isolato dai suoi coetanei in via di sviluppo.

Un nuovo studio mette in evidenza il destino di bambini come Joey, osservando che un numero sproporzionato di studenti a basso reddito e di minoranza finisce in classi sostanzialmente separate. Il rapporto, di Thomas Hehir della Graduate School of Education dell'Università di Harvard, ha rilevato che gli studenti a basso reddito del Massachusetts hanno quasi il doppio delle probabilità di ricevere etichette di "educazione speciale" ampiamente definite rispetto agli studenti provenienti da ambienti più ricchi. Ha anche scoperto che i bambini che sono isolati in aule autonome hanno punteggi più bassi sul MCAS rispetto agli studenti nelle aule tradizionali.

La ricerca ha dimostrato che molti studenti che finiscono in aule autonome, in un quartiere ricco o povero, soffrono di difficoltà di attenzione e di apprendimento e hanno una storia familiare di trauma. Spesso non hanno un'adeguata valutazione diagnostica e un trattamento prolungato; al contrario, di solito hanno solo farmaci intermittenti e terapia sporadica.

Gli insegnanti spesso riconoscono che gli studenti possono avere una bassa tolleranza alla frustrazione e hanno bisogno di aiuto per imparare a cambiare il loro comportamento quando sono sopraffatti. Ma gli insegnanti non sono addestrati per identificare o insegnare le abilità necessarie. Troppo spesso, gli studenti sono disciplinati da detenzioni e sospensioni, che non cambiano il comportamento degli studenti ostili o li aiutano a imparare come comunicare il loro disagio senza creare scompiglio.

Alcuni studenti hanno bisogno di classi autonome per una serie di motivi; per esempio, possono essere insicuri o avere condizioni mediche / di apprendimento con bisogni che non possono essere soddisfatti nell'insegnamento generale. Un'aula autonoma ben gestita con personale adeguatamente formato può fare una grande differenza. Ma diciamo che abbiamo sbattuto Joey in una stanza con altri studenti che lottano con scarso controllo degli impulsi. Questo ambiente può incoraggiare comportamenti scorretti, dal momento che gli studenti si alimentano a vicenda. Troppo spesso gli studenti perdono la speranza, si sentono emarginati e non vedono un percorso per il rientro nella classe di educazione generale.

Le cose hanno funzionato diversamente per Joey. Cambridge è uno dei pochi distretti che impiegano uno psichiatra infantile per fornire una valutazione diagnostica approfondita e per lavorare con il team educativo per mobilitare le risorse in anticipo. Ho avuto la fortuna di essere chiamato ad aiutare questo giovane ragazzo a cambiare direzione. Studenti come Joey richiedono uno sforzo sostenuto, combinato con un investimento di diagnosi qualificata e interventi mirati. Ho eseguito una valutazione diagnostica completa, intervistando Joey, la sua famiglia e il personale scolastico.

Dopo aver esaminato tutti i record, divenne evidente che il suo comportamento dirompente stava segnalando l'ansia sottostante e l'elusione del compito. Ho facilitato l'accesso ai servizi di avvolgimento e uno psichiatra infantile. La sua famiglia ha ricevuto sostegno e consigli su come evitare punizioni severe e fornire elogi e disciplina coerente. Il suo assistente sociale scolastico lo ha aiutato a imparare strategie auto-calmanti. Il suo insegnante ha previsto in anticipo le lezioni e incorporato la tecnologia assistiva, che ha ridotto le sue esplosioni e la sua avversione alla scrittura. È passato dall'essere un bambino che è stato descritto come "che va da zero a cento in una frazione di secondo" a un ragazzo che potrebbe rimanere in attività e fare progressi accademici. Era in grado di stare nella sua classe normale, risparmiando i soldi del distretto e, cosa più importante, evitando lo stigma della separazione e instillando la convinzione che lui può e avrà successo.

Il recente studio raccomanda che lo stato esamini il numero sproporzionato di studenti a basso reddito in programmi di educazione speciale e riduca il numero di studenti in aule autonome. Questi sono obiettivi degni. Ma abbiamo anche bisogno di ricordare che ogni studente è un individuo che ha bisogno di una relazione premurosa e di sostegno con l'insegnante e che gli viene data l'opportunità di essere "preso di essere buono". È necessario dare maggiore enfasi all'espansione degli strumenti e delle risorse disponibili per ogni studente e fortificando la famiglia con la terapia e, se necessario, i farmaci. Definisco questo approccio una "passione per il possibile", una convinzione che ci sia speranza – e aiuto – per tutte le Joey che lottano nelle aule in tutto lo stato.

Solutions Collecting From Web of "Passione per il possibile"