Party On, amico

A meno che tu non abbia alienato tutti intorno a te, nei prossimi due mesi potresti essere invitato ad almeno una festa. Se si prende la prospettiva di un visitatore dallo spazio esterno, le feste sono in realtà un po 'strane: "Gli umani si riuniscono in gruppi e consumano cibo e altre sostanze che li rendono vertiginosi. Usando un'attrezzatura speciale progettata per produrre suoni forti, iniziano a saltellare e ad eccitarsi. A volte iniziano anche le loro pratiche di accoppiamento ".

Recentemente sono stato intervistato per un articolo sulle feste e, mentre parlavo, mi sono reso conto di quanto la recente ricerca sull'imitazione possa aiutarci a capire questi strani comportamenti. La sopravvivenza tra i nostri antenati primati non umani era legata a mezzi efficaci per coordinare e sostenere i gruppi sociali con mezzi sempre più flessibili e complessi di adattamento ai loro ambienti. Uno dei mezzi più efficaci per coordinare i gruppi è l'imitazione, perché promuove la solidarietà di gruppo e consente un rapido apprendimento.

Ora sappiamo che esiste un sistema di neuroni specchio, probabilmente presente in tutti i primati, ma altamente sviluppato negli umani. Questi neuroni specializzati sparano sia quando eseguiamo determinati tipi di azioni sia osservando gli altri che li eseguono. Ciò significa, per prima cosa, che automaticamente imitiamo gli altri molto del tempo, e l'unica ragione per cui non andiamo in giro imitando costantemente è che impariamo, crescendo, a inibire molti dei nostri impulsi neuronali da imitare. Tuttavia, e questo è il punto chiave per le feste, continuiamo a imitare sempre gli altri, spesso senza sapere che lo facciamo.

Pertanto, la ricerca ha dimostrato che se sei impegnato in una conversazione vivace con qualcuno, imiterai da vicino le loro espressioni facciali. Ciò avrà due conseguenze più o meno inevitabili: fintanto che sosterrai una conversazione vivace, tu e il tuo partner tenderete a piacervi. (A sostegno di questi punti, vedi gli articoli e i commenti di Ap Dijksterhuis in Perspectives on Imitation) In secondo luogo, tu e il tuo partner comincerete a condividere le emozioni, perché ora è ampiamente accettato che le emozioni siano innescate da espressioni facciali associate. Come sapete, una conversazione vivace può essere molto stimolante, persino eccitante: ecco perché.

Supponiamo che tu sia in un ambiente in cui diversi piccoli gruppi hanno conversazioni vivaci. Queste persone si stanno divertendo e ridendo. Stai imitando quelli con cui stai conversando, divertendoti e provando la felicità anche degli altri gruppi di conversazione. Stai ridendo e parlando con eccitazione, gli altri lo sentono, e a loro volta diventano più eccitati ed eccitati.

Questo contagio emotivo può sembrare strano (non sono le emozioni che si suppone possano scaturire dall'interno del nostro io più profondo?), Ma in realtà è una cosa di ogni giorno. Un esempio che uso a volte per trasmettere questo agli studenti: chiedo loro se sono mai stati con un gruppo di amici a parlare, e hanno riso così forte che sentivano che non potevano fermarsi. Praticamente tutti dicono di aver avuto questa esperienza. Ora, dico, ti sei mai sentito in quel modo seduto da solo, non leggendo o guardando un film, quando pensi a qualcosa di divertente? Nessuno ha mai sostenuto una simile esperienza. Il punto è che di solito siamo capaci di emozioni molto più intense nei gruppi che come individui.

Ora, ovviamente, le feste non riguardano solo le conversazioni. Ci possono essere musica, danze, bevute, ecc. Notate che tutte queste cose possono anche portare a livelli di eccitazione elevati, persino quelli che potrebbero essere chiamati stati di coscienza alterati. I tamburi sono stati usati da tempo immemorabile per stimolare la trance – siamo molto sensibili ai ritmi regolarmente ripetuti. Inoltre, molto di ciò che accade con il ritmo e la danza è il trascinamento fisico, un processo strettamente correlato all'imitazione. Il trascinamento è un altro processo motorio elementare, profondamente radicato nella nostra storia evolutiva, ed è stato dimostrato che i bambini che hanno poche ore di vita inizieranno a sincronizzare i movimenti corporei con i loro caretakers.

A cosa si aggiunge tutto questo? Le intense celebrazioni collettive hanno avuto importanti funzioni sociali per milioni di anni, anche prima che i nostri antenati diventassero esseri umani. In tali eventi ci ritroviamo a provare emozioni a cui non siamo abituati, sperimentiamo livelli di eccitazione non familiari dalla vita di tutti i giorni, e ci troviamo a fare cose che non abbiamo davvero intenzione di fare. Questo è il motivo per cui le feste possono essere così divertenti. Possono essere così stimolanti che le normali convenzioni comportamentali possono sembrare non necessarie o irrilevanti, e in una festa davvero buona, la gente può diventare piuttosto matta. Non tu o io, naturalmente, ma quegli altri umani …

Per saperne di più, visita il sito Web di Peter G. Stromberg. Foto di Dennis Crowley.

Solutions Collecting From Web of "Party On, amico"