Pamela Anderson & Shmuley Boteach: "Il porno è per i perdenti"

Shmuley Boteach e Pamela Anderson sono co-autrici di un articolo sulla pornografia nel Wall Street Journal. Inizia denigrando la "devastazione della pornografia" e finisce dicendo che "il porno è per i perdenti".

Boteach è un rabbino che ha passato anni a dire alla gente che il sesso dovrebbe essere limitato a relazioni impegnate e amorevoli. Dice che la masturbazione è dannosa, in quanto mina il monopolio che il matrimonio dovrebbe avere sul sesso, e quindi mina la motivazione delle persone a ottenere o rimanere sposati. Che orribile dis matrimonio.

Anderson ha passato metà della sua carriera a togliersi la maggior parte dei suoi vestiti e metà della sua carriera si è tolta tutti i vestiti. Ora non dovremmo giudicare le opinioni delle persone basandoci unicamente sul loro comportamento passato. Ma è apparsa su Playboy (per la quattordicesima volta) solo 10 mesi fa e ha postato una sua foto di nudo su Instagram proprio la scorsa settimana. Apparentemente lei si oppone solo al porno in cui non è presente.

Quindi questa strana coppia – il crociato anti-masturbazione e il titillatore professionista ancora spoglia-scriverà un articolo di avvertimento sui terrificanti pericoli della dipendenza dal porno. Insultano circa 60-80 milioni di consumatori di pornografia americana, insistendo sul fatto che tutti si compromettono da soli come genitori e coniugi. Dato che la maggior parte dei consumatori di pornografia passeggia per le strade ogni giorno e va a casa ogni sera in modo del tutto insignificante, è difficile immaginare come qualcuno possa pensare che il porno danneggi inevitabilmente tutti coloro che lo guardano, o semplicemente vive in una società che lo tollera.

Ironia della sorte, Boteach e Anderson lasciano una lagnanza legittima sul porno – che presenta una visione della sessualità che non è del tutto realistica. Mostra corpi insoliti in situazioni insolite che fanno cose insolite. Naturalmente, se le persone avessero un'educazione sessuale appropriata e fossero incoraggiate a comunicare in modo efficace sul sesso, si occuperebbero delle finzioni del porno nello stesso modo in cui trattano altre finzioni dei media – come i programmi di cucina, i romanzi di Stephen King ei film di Mel Gibson.

Ma le persone come Boteach e Anderson fanno molto parte del problema che non discutono: presentano anche visioni non realistiche della sessualità.

Insegnare che il sesso ha un "significato" o "scopo" intrinseco indipendente dalle circostanze o che le persone lo fanno è dannoso. Insegnare che la masturbazione tradisce il proprio partner (o il proprio Dio) è indulgente alla vergogna. Insegnare che gli adulti che usano il porno mettono i propri figli a rischio di danni permanenti è orribilmente manipolativo.

E dove esattamente Anderson ottiene i cojones per condannare il porno in qualsiasi forma? Se meticolosamente titillano gli spettatori – inclusi milioni di ragazzi adolescenti – allora tenere qualche centimetro di stoffa sul seno e sul cavallo non ti rende migliore, o il tuo lavoro più salutare, di un'attrice porno nuda su Internet che piace a più attori contemporaneamente . Nudo o in bikini, Anderson è stato così bravo a ritrarre fantasie sessuali (eppure, a quanto pare, è), che è diventata ricca e famosa a farlo. Quindi una delle attrici porno più famose nella storia del mondo ci mette in guardia contro l'altro tipo di porno. È una distinzione fasulla. Non dirò che è un'ipocrita, ma … beh, in realtà, penso che lo farò.

È preoccupante che il Wall Street Journal dia la sua potente piattaforma a persone che sono di parte e ovviamente in conflitto riguardo l'argomento stesso su cui si esprimono. Il WSJ avrebbe dovuto dire "Disclaimer: Boteach è contro la masturbazione, e Anderson ancora si spoglia e titillano per denaro". È disonesto che questi autori non includessero queste informazioni. È come un consulente della compagnia petrolifera che scrive di scorte petrolifere. Il WSJ avrebbe pubblicato l'opinione di quel ragazzo senza notare il suo background rilevante?

Per quanto riguarda i loro avvertimenti sulla dipendenza dal porno, sciocchezze. Lascia che ti ricordi della vera dipendenza, che coinvolge sostanze come eroina, Oxycontin o alcol. Se sei dipendente da una tale sostanza, la capacità del tuo corpo di metabolizzarla è compromessa (il che in effetti influisce sul tuo giudizio sull'uso). Togli la sostanza dal tossicodipendente e lui / lui vomita, scuote violentemente, soffre sudori notturni e incubi e può persino avere allucinazioni.

Porta via il porno da utenti abituali, anche autodistruttivi, e non c'è una reazione del genere. Se continuano a masturbarsi senza porno, hanno solo un po 'di scorbutico. Se smettono anche di masturbarsi (come richiesto da molti programmi di "trattamento" di tossicodipendenze), diventano davvero irritabili. Lo faresti anche tu se smettessi di masturbarti per un anno.

Dipendenza? Nessuno che abbia mai visto un vero ritiro da dipendenza lo confonderebbe con l'essere davvero irritabile. Dipendenza da porno? Non c'è niente del genere. C'è la solitudine, c'è la depressione, c'è rabbia e paura. Ci sono situazioni in cui le persone si ritirano sessualmente a causa di conflitti cronici o ferite emotive a lungo termine. Ci sono coppie che hanno perso interesse l'un l'altro sessualmente.

Dopo 36 anni come terapista sessuale e consulente matrimoniale, posso dirti questo: nessuno lascia mai un rapporto sessuale vibrante e soddisfacente per la masturbazione al porno. Ma per le persone che sospettano la sessualità o che hanno un programma politico in base al sesso o al genere, il consumo di pornografia non può mai essere un'attività innocua o comprensibile. Non può mai essere solo un'altra cosa che le persone normali fanno (forse imperfettamente) in una vita normale.

Le persone che demonizzano o diffidano della sessualità non dovrebbero dire al resto di noi cosa avere paura. E non dovrebbero guardare gli altri semplicemente perché disapprovano la loro espressione sessuale. Soprattutto non se sono professionalmente impegnati a essere compassionevoli o se hanno fatto un'enorme quantità di denaro allettante una generazione di "perdenti".

Solutions Collecting From Web of "Pamela Anderson & Shmuley Boteach: "Il porno è per i perdenti""